• 380
    Shares

(Discorso al MTV Music Awards

Musica, TV e YouTube – Lost in YouTube: l’abitudine di guardare un video su YouTube e poi perdersi in un vortice temporale tra i video consigliati. Ripeschiamo perle perdute o dimenticate nel web.

di Nicholas David Altea

Adam Yauch manca. Manca ai Beastie Boys Mike D e Ad-Rock. Manca a Brooklyn. Manca al rap e a un modo di pensare e guardare all’uomo come essere e non come oggetto. Non a caso era definito l’ideologo del gruppo. Adam Yauch era MC, bassista, contrabbassista, “regista svizzero” sotto lo pseudonimo Nathaniel Hörnblowér – solo successivamente si scoprì che era lui. Aveva anche fondato la compagnia di produzione e distribuzione Oscilloscope Pictures, e tra le sue collaborazioni c’erano nomi del calibro di Spike Jonze che nel 2020 ha curato il documentario ufficiale del trio.


Ma era l’attivismo sociale e umano che lo aveva coinvolto di più divenendo oltre che buddista, voce nel movimento per l’indipendenza tibetana, creando il Fondo Milarepa nel 1994, un’organizzazione no profit dedicata all’indipendenza tibetana. Inoltre organizzò numerosi concerti di beneficenza per sostenere la causa, tra cui il Tibetan Freedom Concert nel 1996.

Un personaggio attivo e capace di esporsi, come avvenne agli MTV Video Music Awards quando nel discorso di ringraziamento per il premio Video Vanguard Award, Yauch prende il microfono e critica aspramente le guerre americane nei paesi musulmani e i pregiudizi contro essi e gli arabi. La sua morte avvenne nel 2012 a causa di un tumore che nel 2009 gli era stato diagnosticato alle ghiandole salivari. Non potè nemmeno partecipare alla cerimonia per l’introduzione dei Beastie Boys nella Rock and Roll Hall Of Fame nell’aprile 2012. Sarebbe scomparso il 4 maggio dello stesso anno, lasciando scritto che la sua musica e la sua immagine non potessero essere utilizzate a scopi pubblicitari. Tra i tanti tributi ce n’è uno che rimane vivo nella sua Brooklyn: il parco intitolato a suo nome.

“Born and bred in Brooklyn the U.S.A./

They call me Adam Yauch but I’m M.C.A.”

– “No Sleep Til Brooklyn,” The Beastie Boys

Adam Yauch Park

Però, per ricordare la sua genialità abbiamo trovato un video dove viene espressa tutta la sagacia e le sue battute tanto spiazzanti quanto intelligenti. 10 minuti del re dell’understatement. L’altra faccia non meno importante di MCA.

Nel numero di luglio/agosto di Rumore parliamo dei Beastie Boys con Money Bank, il tastierista “vintage” e storico collaboratore del terzetto.

Riguarda quando Peter Hook si ispirò alla musica di Ennio Morricone per Blue Monday dei New Order
Riguarda l’ultima apparizione in tv di Kurt Cobain e i Nirvana alla Rai, poco prima della morte
Riguarda i Nirvana in tour con i Teenage Fanclub mentre aspettano i bagagli in aeroporto
Riguarda i Talk Talk in tv da Mike Bongiorno
Riguarda il concerto di Roma dei Prodigy nel 1997
Riguarda il dietro le quinte del video Firestarter dei Prodigy
Riguarda l’indisponente intervista di Pippo Baudo a Franco Battiato, a Domenica In
Riguarda i Kraftwerk in formato manichini intervistati da Corrado a Domenica In e l’esibizione a Discoring
Riguarda riguarda il docu-concerto e intervista di 40 anni fa dei Devo a Roma


  • 380
    Shares