• 303
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    303
    Shares

Il numero di settembre 2017 di “Rumore” è per noi, letteralmente, speciale. Coincide difatti con il restyling della rivista dopo quattro anni trascorsi con il medesimo vestito grafico. Ma su questo aspetto ci dilunghiamo nell’editoriale di presentazione. Qui è perciò giusto dare la precedenza ai contenuti (e ai contenitori) presenti questo mese.


Solo qualche anno fa sarebbe stato un matrimonio inimmaginabile. Quello fra i Queens Of The Stone Age e Mark Ronson. Da una parte una delle più grandi band rock “integre” contemporanee. Dall’altra il produttore artistico per antonomasia degli ultimi anni (qui sulla cover di febbraio 2015). Quello che ha portato al successo Amy Winehouse (e poi se stesso). Band e producer si sono incontrati per dare vita al nuovo attesissimo disco (mancava da quattro anni, come il nostro restyling, praticamente) dei QOTSA. Alessandro Besselva Averame è così volato a Londra per farsi raccontare tutto in una lunga chiacchierata esclusiva da Josh Homme in persona.

Il numero di settembre è pieno di approfondimenti: come quello realizzato da Elia Alovisi con una delle band a noi più vicine da anni, The National. Anche nel loro caso, disco nuovo dopo parecchi anni di assenza, e l’occasione per svelare il lavoro fatto. Stessa cosa per i War On Drugs: dopo il penultimo album di qualche anno fa – che ha fatto il pieno di gradimento in tutto il mondo – arriva il debutto major per la band guidata da Adam Granduciel, qui intervistato da Luca Minutolo.

Mario Ruggeri si è invece imbattuto in un autentico personaggio di culto. Quel Jake Cavaliere che da solo riassume 30 anni di garage rock, oggi alle prese con il nuovo album dei suoi Lords Of Altamont.

Il Canada compie quest’anno 150 anni di vita. Non abbiamo bisogno di ricordare quanto rilevante sia il contributo della scena locale alla musica mondiale, negli ultimi decenni. Così abbiamo approfittato di due uscite “di peso” provenienti da quell’area (gli oramai divi Arcade Fire  da una parte, intervistati da Giorgio Valletta, e i leggendari Broken Social Scene dall’altra, intervistati da Nicholas David Altea) per fare il punto della situazione. Il nostro Luigi Mutarelli (a lungo residente in Canada) ci spiega il perché della centralità del Canada nelle cultura odierna e nel frattempo ci segnala 20 dischi chiave dell’ultimo ventennio provenienti da lì.

Lo speciale “Retropolis” è dedicato a una scena, a una metropoli azzannata dal terrorismo, di questi tempi. Parliamo di una delle città chiave del suono britannico, assieme alla galassia londinese e a centri come Liverpool e Sheffield. Manchester è quello che è da ormai almeno quattro decenni. Infatti un gigantesco box riassuntivo della scena cittadina viene messo in commercio in questi giorni dalla benemerita etichetta Cherry Red. Occasione per Diego Ballani per disegnare una mappa simbolica e sonora della città, attraversando anni, dischi ed evoluzioni interne.

E ancora: interviste ai promettentissimi Bedouine, Noga Erez, L.A Witch, Moblon e Technoir. Pubblichiamo un report live dell’ormai consolidato Siren Fest di Vasto, in Abruzzo. Max Casacci (chitarrista e fondatore dei Subsonica) ci racconta i dieci dischi chiave per la sua formazione. Per la nuova rubrica dal titolo “Che fine hai fatto?” siamo andati a stanare Dario Perissutti, eccentrico ex batterista degli One Dimensional Man.

Recensiamo poi come al solito moltissime nuove uscite discografiche, fra cui spicca il convincente secondo album dell’apolide Benjamin Clementine, nostro disco del mese. Oltre ai nuovi lavori di LCD Soundsystem, Unsane, Dream Syndicate, Niños Du Brasil, Godblesscomputers, Liars, Gogol Bordello, Ghostpoet, Chelsea Wolfe, Zola Jesus, Iron & Wine, Jay-Z, Downtown Boys, Prophets Of Rage, Ensi, Vince Staples, Tricky, Lee Ranaldo, Wolves In The Throne Room, Mount Kimbie, Fitness Forever, Steven Wilson, The Waterboys, Ufomammut, Cristina Donà, Mauro Ermanno Giovanardi. Oltre ai nuovi libri di Simone Lenzi, Violetta Bellocchio e Kate Tempest.

Come ogni mese, ecco una playlist in aggiornamento costante su Spotify (qui trovate tutte le altre) con alcuni dei dischi trattati, in modo da guidarvi agilmente alla lettura del nuovo numero. Verso la fine del mese la completeremo con tutti i migliori dischi recensiti.

“Rumore” 308, settembre 2017, è in edicola al prezzo di 6 euro. Disponibile anche la versione digitale per iOS e Android. Buona lettura!

 

Edizione cartacea – Abbonati qui
Edizione digitale – Abbonati qui

 

RUBRICHE
L’EDITORIALE
NEWS
R.I.P.
FACCIAMO I CONTI
#OALD
BLOG’N’ROLL
MY TUNES
FUTURA

SERVIZI
DISCO DEL MESE
RECENSIONI
TREECOLORE
IN ITALIA
SINGOLARE
FLASHBACK
RETROPOLIS
CAMPIONI
RADICI
CHE FINE HAI FATTO?
IDENTITÀ DI GENERE

DAL VIVO
IN ARRIVO
VISIONI
LETTURE
FUMETTI
STORIE DI RUMORE
BANDA LARGA


  • 303
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    303
    Shares