No menu items!

I 20 dischi più attesi di novembre 2022

Date:

Dischi Attesi Novembre 2022

In questo oceano di nuove uscite, ecco alcune gocce da non perdere. Qui di seguito la nostra selezione per voi dei venti dischi più attesi del mese di novembre 2022.

Scopri quali erano i dischi più attesi di gennaio, febbraio, marzo, aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre e ottobre.

Cosa ascoltavamo a novembre 2021? Ascolta qui.

Venerdì 4 novembre

Daniel Avery 20 Dischi Novembre 22

Daniel AveryUltra Truth (Phantasy Sound)

Il nuovo album di Daniel Avery è un disco di rinnovamento ed esplorazione, emblema di una ricerca sonora che oscilla fra melodie sognanti e distopici rumori. “Non ho più a che fare con un’euforia dagli occhi velati”, racconta il produttore, “Ultra Truth è il sogno febbrile e distorto di un disco: irritato, determinato e vivo”.

Carla Dal Forno 20 Dischi Novembre 22

Carla dal FornoCome Around (Kallista)

Musica nomade, senza dimora e allo stesso tempo strettamente connessa al viaggio e al luogo d’origine della sua composizione. Dopo aver esplorato gli instabili ritmi della metropoli, Carla dal Forno ritorna nella natia Australia e dà alla luce il suo terzo progetto discografico, Come Around, pubblicato dalla sua etichetta Kallista Records.

Ezra Collective 20 Dischi Novembre 22

Ezra CollectiveWhere I’m Meant To Be (Partisan)

Uno dei semi di rinnovamento del jazz e dell’afrobeat mondiali è senza dubbio stato piantato in Inghilterra: gli Ezra Collective sono fra i gruppi più influenti della nuova e fertile scena londinese, al pari di KOKOROKO e Shabaka and the Ancestors. Il nuovo album Where I’m Meant To Be vede la collaborazione di Sampa the Great, Kojey Radical, Nao ed Emeli Sandé.

Tom Skinner 20 Dischi Novembre 22

Tom SkinnerVoices of Bishara (International Anthem/Brownswood/Nonesuch)

Voices of Bishara è il debutto solista di Tom Skinner, batterista di Sons of Kemet e The Smile. Il disco, pubblicato anche dalla Brownswood Recordings di Gilles Peterson, vede la partecipazione di Shabaka Hutchings al sax tenore e al clarinetto basso.

Mount Kimbie 20 Dischi Novembre 22

Mount KimbieMK 3.5: Die Cuts | City Planning (Warp)

I Mount Kimbie sono un duo capace di mostrarci un’unica visione artistica e allo stesso tempo lasciar spazio alle singole personalità musicali dei due membri Dom Maker e Kai Campos. Allo stesso modo, MK 3.5: Die Cuts | City Planning è scisso in due metà, una per ciascuno dei due produttori.

Jason Collett 20 Dischi Novembre 22

Jason CollettHead Full Of Wonder (Arts & Crafts)

Head Full Of Wonder è il settimo disco solista del cantautore canadese Jason Collett, ex membro dei Broken Social Scene.

Coma Cose 20 Dischi Novembre 22

Coma_CoseUn meraviglioso modo di salvarsi (Asian Fake/Sony)

Sono passati tre anni da quando i Coma_Cose sono stati protagonisti e copertina del nostro numero di marzo 2019. Da allora il duo con base a Milano è passato da stella emergente ad emblema del panorama pop nazionale, passando anche per Sanremo nel 2021. Un meraviglioso modo di salvarsi è il loro terzo disco, targato dalla fedelissima Asian Fake.

Tropical Gothclub 20 Dischi Novembre 22

Tropical GothclubTropical Gothclub (Third Man)

Tropical Gothclub è il nome dell’esordio solista, nonché pseudonimo, di Dean Fertita: polistrumentista, tastierista dei Queen of The Stone Age dal 2007 e fondatore, assieme a Jack White, dei Dead Weather.

Spoon 20 Dischi Novembre 22

SpoonLucifer On The Moon (Matador)

Ogni disco, una volta pubblicato, comincia una seconda vita grazie a coloro che lo ascoltano e interpretano. Lucifer On The Moon è infatti la ricostruzione da parte del produttore Adrian Sherwood dell’album Lucifer On the Sofa, decimo disco degli Spoon pubblicato a febbraio. Non un disco degli Spoon, non un album di Adrian Sherwood, ma qualcosa di nuovo nato dall’incrocio di due diverse identità musicali.

Phoenix Alpha Zulu 20 Dischi Novembre 22

PhoenixAlpha Zulu (Loyauté)

Scritto e registrato in un mondo nuovo e malinconico, cambiato dal lockdown globale, Alpha Zulu rappresenta una nuova facciata dell’immenso grattacielo francese chiamato Phoenix. L’album è stato registrato all’interno del Musée du Louvre di Parigi: “Avevo paura, essendoci troppa bellezza intorno a noi, che creare qualcosa potesse essere un po’ difficile”, racconta il chitarrista Christian Mazzalai, “Ma è stato il contrario: non riuscivamo a smettere di produrre musica. In quei dieci giorni abbiamo scritto quasi tutto l’album”.

Venerdì 11 novembre

Gigi Masin 20 Dischi Novembre 22

Gigi MasinVahinè (Language Of Sound)

“Il flusso di dolore è stato feroce negli anni passati, ma la scomparsa è stata per lei una liberazione”, racconta il compositore veneziano a proposito della morte della moglie, “Non mi interessavano lacrime e ricordi, ma qualcosa di più trascendentale. Che desse una lettura più futuribile e transumana, andando oltre il dolore. Avendole vissuto accanto tutti questi anni, volevo una festa, celebrazione sì, ma di speranza, di leggerezza, di amore invincibile, oltre tutte le pene.” Vahinè è il nostro disco italiano del mese di novembre 2022.

Springsteen 20 Dischi Novembre 22

Bruce SpringsteenOnly The Strong Survive (Columbia)

Only The Strong Survive: una raccolta di classici del soul scelti e rielaborati dal Boss in collaborazione con il produttore Ron Aniello e l’ingegnere Rob Lebret. Non una semplice raccolta di cover, ma un racconto di come le parole di altri possano cambiarci ed esplorarci.

Dead Horses 20 Dischi Novembre 22

Dead HorsesSunny Days (Maple Death)

Da non confondere con l’omonimo duo americano, i ferraresi Dead Horses ritornano dopo cinque anni con Sunny Days, seguito dell’ottimo Ballad for Losers. Barcollando fra acid-folk, country e richiami post-punk, i Dead Horses lasciano intravedere con questo disco una strada inedita grazie all’unico brano cantato in italiano, Macabro.

Delivery 20 Dischi Novembre 22

DeliveryForever Giving Handshakes (Spoilsport/Feel It/Anti Fade)

Riferimenti chiari, arroganza DIY e fresco garage/post punk (che grezzo è anche meglio). I Delivery sono senz’altro un gruppo da tener d’occhio all’interno dell’emergente scena aussie rock: Forever Giving Handshakes è il loro debutto pronto a dimostrarlo.

Venerdì 18 novembre

Weyes Blood 20 Dischi Novembre 22

Weyes BloodAnd In The Darkness, Hearts Aglow (Sub Pop)

Nella descrizione dell’artista su Spotify si legge che la musica di Weyes Blood esplora tutto ciò che ci muove, ci separa e ci consuma. Nel 2019, con la pubblicazione di Titanic Rising, la cantautrice ha avviato una storia tripartita, che prosegue nella sua seconda parte con And In The Darkness, Hearts Aglow. Nostro disco del mese di novembre 2022, l’album prosegue l’esplorazione del nostro prossimo futuro, cercandone una via di fuga: “Siamo in uno spettacolo di merda perfettamente funzionante”.

Brockhampton 20 Dischi Novembre 22

BrockhamptonThe Family (Question Everything/RCA)

Che sia il coronamento conclusivo della loro storia o un improbabile ripensamento riguardo alla scelta di una “pausa indefinita”, non ci è dato saperlo. Possiamo però dedurre che The Family, preannunciato durante l’ultima esibizione al Coachella, sarà per molto tempo l’ultimo album che ascolteremo del gruppo di Kevin Abstract e soci.

Neil Young 20 Dischi Novembre 22

Neil Young & Crazy HorseWorld Record (Warner)

Neil Young mantiene fede alle sue promesse e prosegue la sua battaglia contro il colosso dello streaming Spotify, non concedendo la presenza della sua musica passata, presente e futura all’interno della piattaforma. World Record è stato prodotto negli studi di Rick Rubin a Malibu e rimette al centro il tema dell’ambientalismo.

Royksopp 20 Dischi Novembre 22

RöyksoppProfound Mysteries III (Dog Triumph)

Il terzo volume della trilogia Profound Mysteries, pubblicata interamente nel corso del 2022, vede le collaborazioni di Alison Goldfrapp, Astrid S, Jamie Irrepressible, Maurissa Rose, Susanne Sundfør e Pixx.

Eugenia Post Meridiem 20 Dischi Novembre 22

Eugenia Post MeridiemLike I Need A Tension (Bronson)

Secondo disco degli italiani Eugenia Post Meridiem, seguito di In Her Bones del 2019. Gli Eugenia Post Meridiem saranno presenti durante Passatelli in Bronson 2022, il festival di Ravenna targato Bronson Produzioni che quest’anno ospiterà la seconda edizione del nostro progetto di scouting e produzione musicale Futura Rumore.

Venerdì 25 novembre

Stormzy 20 Dischi Novembre 22

StormzyThis Is What I Mean (0207 Def Jam)

Il terzo album di uno dei più importanti artisti grime inglesi è frutto del suo ritiro preso l’Isola di Osea, situata nell’estuario del fiume Blackwater, nell’Inghilterra orientale.

PIÙ LETTI

More like this
Related

L’ansiogeno video dei Big Mountain County, Follow Me, in anteprima

In attesa del nuovo album Deep Drives, la band romana Big Mountain County torna con un nuovo singolo e video

Le foto di James Blake all’Auditorium Parco della Musica di Roma – 09/07/2024

Il racconto per immagini di Daniela Liucci della data romana di James Blake

Le foto degli Alvvays al Circolo Magnolia di Milano – 09/07/2024

Starfooker ci racconta attraverso le immagini il live milanese degli Alvvays

Gli Interpol al Vittoriale e la pace della maturità consolidata

Il concerto degli Interpol al Festival Tener-a-mente al Vittoriale al Gardone Riviera in provincia di Brescia, raccontato da Luca Doldi