Mai come in questo periodo in cui pare di essere circondati solo da brutte notizie, cattiveria e regresso, c’è bisogno di ritrovare umanità e “ragioni per essere contenti”. È il senso del progetto di David ByrneReasons To Be Cheerful, sorta di installazione globale e multidisciplinare che comprende scritti, fotografie, musica, incontri, e una mappa delle buone notizie, su cultura, economia, scienza, salute, a cui chiunque può dare un contributo, postando la propria “ragione per essere contento”.

Tutto il progetto si allinea ai suoi ideali rappresentati nel suo ultimo album, American Utopia (qui un mea culpa in merito ad una questione sulle collaborazioni prettamente maschili). David Byrne (qui vi abbiamo raccontato la sua triplice vita) è stato anche protagonista della nostra copertina di marzo con una lunga intervista, e passerà dall’Italia per tre date, ma se volete vedere cosa può succedere durante un suo live, qua c’è l’esibizione dal vivo al Late Show di Stephen Colbert.

Qua sotto potete farvi un’idea di cosa sia esattamente Reasons To Be Cheerful: