•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

a cura di Luca Doldi

Due settimane molto intense, con vari festival piccoli e grandi, graditi ritorni sul palco per alcune storiche band indie italiane e nomi internazionali che hanno firmato alcuni dei dischi più belli di questi ultimi due anni. In mezzo a tutto ciò, dopo le chiusure quasi inevitabili della scorsa stagione, c’è un nuovo locale milanese che ha aperto da qualche settimana e inizia ad affacciarsi nella programmazione dei concerti, per ora con live “ad emissioni ridotte” (acustici e simili), ma speriamo che presto possano far vibrare le pareti con live in elettrico. Sto parlando dell’Headbangers Pub, nato dall’idea di tre “metallari” che dalle ceneri dell’ex TNT, hanno voluto creare un rifugio in città per tutti gli amanti delle sonorità heavy, nell’accezione più ampia del termine.

Milano Music Week

23-28/11 Milano

Nonostante la locandina un po’ boomer, il programma della Milano Music Week è come sempre molto valido e presenta un ottimo equilibrio fra passato, presente e futuro, con molti artisti e band da scoprire. Anche questa edizione acchiude al suo interno alcuni festival, come il Linecheck, con una formula ibrida live/streaming in contemporanea con altre città europee e il Raster. Infine tantissimi altri eventi fra talk e musica live.

Transmissions XIII

Andrea Belfi, Blak Saagan, Dustin O’Halloran, Echo Collective, Felicia Atkinson, Hatis Noit, Laura Agnusdei, Lucinda Chua, Marta Salogni, Pan American, Valentina Magaletti

24-27/11 Bronson, Ravenna

Il Transmissions conferma, se mai ce ne fosse ancora bisogno, di essere un festival sempre avanti a tutti gli altri, in fatto di elettronica sperimentale, sonorità drone/ambient e non solo. Come sempre la line up è un mix fra artisti italiani vecchie nuovi e nomi internazionali mai banali. Segnalo fra gli altri la post-classica di Dustin O’Halloran, e Andrea Belfi in un set da non perdere con Pan American, Marta Salogni, Valentina Magaletti e Francesco Donadello.

Safari Station (Andrea Van Cleef +Diego Deadman Potron)

26/11 Raingogs House, Savona – 27/11 Circolo Gagarin, Busto Arsizio (VA)

Ci cono persone che pur nascendo in un luogo, hanno qualcosa nel dna che li porta ad abbracciare una cultura che sta a migliaia di chilometri di distanza. Andrea Van Cleef e Diego Potron, sono così: uno bresciano, ma con il deserto californiano nel cuore e l’altro Brianzolo, ma con le acque del Mississipi al posto del sangue. Quindi perché non unire queste anime in un unico corpo? Non predetevi Safari Station.

Fine Before You Came

26/11 Bocciodromo, Vicenza – 3/12 Circolo della Musica, Rivoli (TO)

https://www.youtube.com/watch?v=YGzBfuNSeaI

Altre due date per vedere dal vivo i Fine Before You Came, dopo quella di Bologna, e il consiglio è sempre lo stesso di sempre, non perdeteveli.

Manifesto Fest

Go Dugong, Jolly Mare, Nava, Populous, Whitemary

26-27/11 Monk, Roma

Fra djset e live, il Manifesto porta a Roma due serate con il meglio dell’elettronica italiana.

Arlo Parks

27/11 Magnolia, Segrate (MI)

Uno dei migliori dischi del 2020 e forse il migliore in assoluto nel suo genere (RnB), vincitrice ai BRIT Awards, all’interno del quale ha piazzato un’esibizione incredibile. Assolutamente non perdetevi Arlo Parks.

Vintage Violence

27/11 Legend Club, Milano

Una carriera lunga vent’anni, fatta di sale prova, furgoni caricari e scaricati, palchi di ogni genere in ogni angolo della penisola, senza mai perdere un grammo di autenticità. I Vintage Violence sono un simbolo dell’indie milanese e sempre un ottima band da vedere dal vivo, soprattutto in occasione della presentazione del loro ottavo disco.

Actress +Nosedrip

27/11 Dumbo, Bologna

Per le Robot Night arrivano a Bologna Actress con la sua techno ricombinata geneticamente e Nosedrip, dal Belgio, un artista molto particolare ed eterogeneo nei suoi set, che variano da atmosfere profonda e oscure all’acid.

Sabbia +Concrete Mountain

27/11 Vecchio Mulino, Valdengo (BI)

La psichedelia dei Sabbia e lo stoner dei Concrete Mountain, uniti da un retrogusto desertico e della nebbia della campagna biellese.

Paolo Spaccamonti

28/11 Teatro Linguaggicreativi, Milano

Paolo Spaccamonti torna a Milano per disegnare paesaggi sonori sconfinati con la sua chitarra. Si sente dire spesso che è uno strumento che ormai ha dato tutto quello che doveva, ma ascoltando artisti come lui si capisce che chi lo sostiene si sbaglia di grosso.

Viagra Boys

28/11 Freakout, Bologna – 30/11 Teatro Centrale, Roma – 1/12 Magazzini Generali, Milano

Una delle migliori band di questi anni, che esprime tutto il suo meglio dal vivo. Non si sa mai cosa può accadere ai concerti dei Viagra Boys, quindi, nonostante due delle tre date siano già andate esaurite, cercate di fare vostro un biglietto al più presto.

Altin Gün annullato

1/12 Lovomotiv, Bologna – 2/12 Largo, Roma – 3/12 Magnolia, Milano

Di base ad Amsterdam ma con radici turche, gli Altin Gün sono una band che è riuscita a portare all’attenzione del mondo un genere molto particolare, definito anatolian rock. Fra funk, folk che si rifà alla tradizione turca, rock e psichedelia sono certamente un’esperienza unica.

Eversor +Lingua Serpente + Odessa

3/12 Bloom, Mezzago (MB)

Dopo Vicenza gli Eversor arrivano alle porte di Milano, per una nuova puntata di Tutto Il Nostro Sangue. Ad accompagnarli Lingua Serpente e Odessa, il consiglio è sempre quello di non perderseli.

Delving annullato

3/12 Freakout, Bologna – 4/12 Bloom, Mezzago

Se vi piaciono gli Elder non perdetevi Delving, il progetto di Nick DiSalvo, leader della band del Massachusetts, se non li conoscete questo è comunque un ottima occasione per conoscere una delle migliori band post-tutto in circolazione. In questa veste DiSalvo si dedica a sonorità più morbide, partendo dal kraut e dalla psichedelia, ma sempre con un’impronta chitarristica molto marcata.

Noisia

3/12 Magnolia, Segrate (MI)

Si balla. Fino a qualche anno fa sarebbe stata una frase banale, oggi sembra quasi un miracolo. Ultimo tour per i Noisia, al momento giusto.

Black Winter Fest XIII

Belfagor, Batushka, Diabolical, Impalement, Stormcrowd, Almost Dead, Voland, XXII Arcana

4/12 Legend Club, Milano

Se il Natale vi fa venire l’orticaria, questa giornata può fare al caso vostro. Un’invasione di band black-metal e simili da ogni angolo d’Europa, oltre a una rappresentanza dal nostro Paese per fare gli onori di casa, dal pomeriggio fino alla notte.

Conny Ochs

5/12 Headbangers Pub, Milano

Conny Oachs si divide fra folk e doom, e unendo due generi apparentemente lontanissimi riesce a creare atmosfere uniche da solo con la sua chitarra. Questa è anche uno dei primi concerti all’Headbangers Pub, locale nato da qualche settimana da un’idea di tre ragazzi coraggiosi che hanno buttato il cuore oltre l’ostacolo in un periodo in cui di coraggio ce ne vuole parecchio.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •