• 576
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    576
    Shares

Sul suo sito Red Hand Files, Nick Cave ha criticato la decisione della BBC di censurare alcuni versi della canzone dei Pogues Fairytale Of New York

Non è la prima volta che Nick Cave prende posizione contro il politicamente corretto dalle pagine del suo Red Hand Files: stavolta il bersaglio del suo disappunto è la BBC, che ha deciso di censurare alcuni versi del classico natalizio dei Pogues Fairytale Of New York. “Cari Joseph e Roy”, scrive ai fan che gli hanno chiesto il suo parere in merito, “canzoni davvero grandi che sono così emotivamente potenti come Fairytale Of New York sono molto rare. Fairytale è un atto lirico di portata e potenza vertiginose, e giustamente si prende il suo posto come la più grande canzone di Natale mai scritta. Si trova fianco a fianco a qualsiasi grande canzone, di qualsiasi epoca, non solo per la sua audacia o la sua profonda empatia, ma per la sua sorprendente brillantezza tecnica. Uno deit anti motivi per cui questo brano è così amato è che, più di quasi tutte le altre canzoni che mi vengono in mente, parla con profonda compassione agli emarginati e ai poveri. […] non ha un tono paternalistico, ma dice la sua verità, nuda e cruda. è un dono magnifico per gli emarginati, gli sfortunati e i cuori spezzati. Noi empatizziamo con le difficoltà dei due personaggi ribelli, che vivono le loro vite solitarie e disperate contro tutte le promesse natalizie – casa e focolare, cibo, abbondanza e gratitudine. è un testo pieno di verità, e mi sono sempre sentito privilegiato ad essere amico del suo creatore, Shane MacGowan”

Continua Nick Cave: “Adesso, ancora una volta, Fairytale è sotto attacco. L’idea che una parola, o un verso, in una canzone possano semplicemente essere cambiati senza fare danni significativi è un pensiero che possono avere sono persone che non sanno niente della fragile natura del songwriting. La sostituzione della parola ‘faggot’ con la parola senza significato ‘haggard’ distrugge la canzone sgonfiandola nel suo momento essenziale e più coraggioso, spogliandola del suo valore. Diventa una canzone che è stata manomessa, compromessa, addomesticata e castrata, e non può più essere definita una grande canzone. È una canzone che ha perso la sua verità, il suo onore e la sua integrità – una canzone che si è inginocchiata e ha permesso alla BBC di fare i suoi affari tristi e appiccicosi. Non sono nella posizione di commentare quanto possa essere offensiva la parola ‘faggot’ per alcune persone, in particolare i giovani – può essere profondamente offensiva, non lo so, nel qual caso Radio 1 avrebbe potuto prendere la decisione di non trasmettere semplicemente la canzone, e permetterle di conservare il suo spirito fuorilegge e la sua dignità. Per finire, mi dispiace per Fairytale, una canzone così gloriosamente problematica, come sono spesso le grandi opere d’arte, eseguita da una delle band più scurrili ed eversive dei nostri tempi, i cui concerti migliori sono completamente e trionfalmente fuori di testa, da vedere per crederci. Tuttavia, l’integrità di questa magnifica canzone è messa alla prova più e più volte. La BBC, questa guardiana della nostra fragile sensibilità, che agisce sempre nel nostro miglior interesse, continua a mutilare un artefatto di immenso valore culturale e nel farlo ci porta via qualcosa questo Natale, impossibile da misurare o sostituire”.


  • 576
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    576
    Shares