• 2
    Shares

(Credito: Sven Mandel/Wikipdia)

Secondo quanto dichiarato dal quotidiano tedesco Bild, il frontman dei Rammstein, Till Lindemann, sarebbe ricoverato in terapia intensiva.

Specifichiamo che attualmente sarebbe fuori pericolo, sempre secondo quanto detto dalla Bild, ma a causa delle precedenti condizioni critiche di una polmonite e successiva positività al Covid-19 (poi smentita dalla band come potete leggere più in basso), è sorta la necessità del ricovero in terapia intensiva in un ospedale di Berlino.

Il cinquantasettenne frontman della band tedesca aveva accusato sintomi al ritorno da Mosca, dopo un’esibizione (non coi Rammstein), il 15 marzo. Al suo ritorno a Berlino, fu portato in ospedale dai medici a causa di una febbre estremamente alta che era sembrerebbe essere causata dal coronavirus. Restiamo in attesa di aggiornamenti sulla salute dell’artista.

Update: arriva una buona notizia direttamente dai Rammstein

Till Lindemann è stato ricoverato in ospedale ieri sera dal medico della band. Till ha trascorso una notte in terapia intensiva e oggi è stato trasferito in un altro reparto perché sta meglio. Negativo il test per il Coronavirus.


  • 2
    Shares