Il 15 marzo ci siamo svegliati con uno streaming su un sito sul quale capeggiava la scritta Donald Glover Presents, e partiva in maniera casuale lo streaming di quello che sarebbe stato il nuovo album di Childish Gambino, all’anagrafe Donald Glover, per chi ha dimestichezza delle sue attività extra musicali, come protagonista nella serie tv Atlanta o in Guava Island con Rihanna.

Il nuovo album, la cui copertina è totalmente bianca (per ora), è su tutte le piattaforme una settimana dopo il lancio, con alcuni tutti i dettagli. Il titolo è una data, quella di pubblicazione dello streaming casuale, 3.15.20 via Wolf+Rothstein/RCA. Non c’è poi molta fantasia nei titoli dei brani: tolti Algorhythm e Time. Gli altri prendono il nome dal minutaggio sommato fino a quel momento (2:59 + 3:32 + 6:07 = 12.38 è il titolo della quarta traccia).

Si era parlato di svariate partecipazioni: in Time ci sarebbe Ariana Grande (ma che nei credits di Spotify non è citata) e si era parlato di SZA, ma pare non sembra sia presente. Confermati 21 Savage e Kadhja Bonet in (12.38) e Peaches Monroe in 35.31. Non sono presenti Feels Like SummerWarlords – suonata allo scorso Coachella, mentre c’è Algorhythmcondivisa lo scorso anno tramite una app in RA. 

L’ultimo album di Childish Gambino si intitolava “Awaken, My Love!” ed era stato pubblicato, quasi come quest’ultimo, senza preavviso.