• 107
    Shares

Spazio 1918 è il primo album dei GDG Modern Trio (Stefano GhittoniBruno Dorella e Francesco Giampaoli), pubblicato a maggio da Brutture Moderne, un disco in cui l’immaginario di David Lynch viene evocato come una sorta di sottotraccia. Vi avevamo già fatto vedere in anteprima il video Audrey’s Blues qualche mese fa.

Spirit è il secondo video ufficiale tratto da Spazio 1918, esordio di GDG Modern Trio ed è anche l’unico brano cantato. Stefano Ghittoni, autore del testo, lo descrive così:

La lirica di Spirit è minimalismo spirituale, un testo quasi carveriano nella sua semplicità. Ispirato ad alcune interpretazioni vocali di Pharoah Sanders e Doug Hammond, si muove tra la consapevolezza della faticosa quotidianità e l’anelito verso l’elevazione, eventualmente anche amorosa.

Ed ecco invece l’interpretazione del regista del video, Matteo Pozzi (autore anche del video precedente, Audrey’s Blues, e della grafica dell’album): 

Acqua e cielo, sinonimi di libertà, le due dimensioni dello spirito, e l’aquila come incarnazione di esso. La bocca della reclame rappresenta la mercificazione dello spirito, ma l’aquila continua a volare, nonostante i tempi bui. Il tutto in una dimensione onirica, che è poi anche quella comunicata dal brano.

GDG Modern Trio saranno in tour nei prossimi giorni accompagnati da ControCorrente, un film muto di Maria Arena che sonorizzeremo dal vivo:

26/12 – Officina Giovani, Prato
27/12 – Mat/Laboratorio Urbano, Terlizzi (BA)
28/12 – Vinyl, Lamezia Terme (CZ)
29/12 – Mr Rollys, Vitulazio (CE)

Qua sotto potete guardare in anteprima il nuovo video:


  • 107
    Shares