• 67
    Shares

di Nicholas David Altea

Ammettetelo che siete ancora in ansia per i regali di Natale. Qua sotto vi diamo una mano a muovervi tra le uscite del 2017. Principalmente libri e fumetti dove la musica rimane al centro. Nessuna ristampa, solo nuove uscite italiane (quindi in italiano) e alcune uscite internazionali in lingua inglese che possono sicuramente far piacere a chi vuole nel frattempo migliorare anche sul fronte linguistico. Dal rock al metal, fino all’elettronica e al reggae, biografie o autobiografie. Ma non solo generi musicali specifici, ci sono anche periodi ben definiti e misconosiuti che è bene conoscere. L’ordine è totalmente casuale. Salvatevi questo articolo quando andate dal vostro libraio di fiducia e risolverete molti regali ancora in dubbio. Non è una classifica – quella la trovate nel numero di dicembre. I numeri vicino ai titoli sono solo messi per orientarvi più facilmente. Buona lettura.

 

1. Il rumore dell’anima di Ashley Kahn (Il Saggiatore)
Ashley Kahn è uno storico giornalista musicale (New York Times, Rolling Stone, Mojo), manager oltre che storico musicale e vincitore di un Grammy Awards. Ha lavorato e intervistato i nomi più importanti della musica mondiale. Dopo il grande successo del libro Kind Of Blue dedicato al fondamentale disco jazz di Miles Davis, ne Il Rumore dell’Anima racconta tramite le sue interviste e approfondimenti nella musica jazz, rock, pop, blues con nomi del calibro di Robert Plant, Nina Simone, Bruce Springsteen e moltissimi altri. Una sorta di manuale per capire come interviste e approfondimenti andrebbero fatti. Maestro.

2. Polvere di stelle di Simon Reynolds (minimun fax)
Simon Reynolds dopo l’acclamato Retromania e le precedenti incursioni in post-punk, hip hop e cultura rave, si sposta nel mondo glam per narrarne le forme e le migliaia di sfaccettature che ne sono conseguite. Da Marc Bolan ad Alice Cooper, da Gary Glitter a Lou Reed, dai Roxy Music ai New York Doll senza naturalmente dimenticare David Bowie.

3. Rap. Una storia italiana di Paola Zukar (Baldini & Castoldi)
Libro necessario per capire cosa sia successo nel rap italiano dal 2006 al 2016, quando l’arrivo nel mainstream cambiò le carte in tavola di un genere underground. In questo libro Paola Zukar ripercorre l’esperienza personale alla guida della sua agenzia di produzione, la Big Picture Management e tutto quello che l’ha portata a far il mestiere che ha sempre amato.

4. L’amore la violenza. Una storia dei Baustelle di Federico Guglielmi (Giunti)
La prima vera e ufficiale biografia dei Baustelle raccontata da Federico Gugliemi in un racconto orale con i protagonisti della band italiana Francesco Bianconi, Rachele Bastreghi e Claudio Brasini, ma che vede anche il contributo di ex componenti, produttori, manager, discografici per fare un quadro completo di più di 20 anni di carriera.

5. Storia del Punk di Stefano Gilardino (Hoepli)
Affrontare il punk in tutte le sue sfaccettature, prima ancora che fosse punk fino a tutte le sue più svariate diramazioni. Stefano Giardino, giornalista musicale, mappa la geografia e la storia di un genere che ha segnato più epoche in ambito underground e non solo. L’opera giusta per immergersi totalmente nel punk.

 

6. Il grande libro della psichedelia di Matteo Guarnaccia (Hoepli)
Tutto quello che dovete sapere sulla psichedelia lo trovate qua dentro. Non solo musicale ma proprio come movimento underground ma non solo che continua a vivere in diverse forme e che ha toccato ambiti cinematografici, pubblicitari, artistici e legati alla moda.

7. Let them eat chaos (Che mangino caos) di Kate Tempest (e/o)
Let Them Eat Chaos è il nuovo libro di Kate Tempest pubblicato in Italia da e/o, con la traduzione di Riccardo Duranti. Il poema, “scritto per essere letto ad alta voce”, segue sette personaggi nel corso di una notte per le strade di una Londra che diventa “il luogo letterario dove la musica, la poesia e la politica si incontrano, dove personaggi duri, speciali e commoventi prendono vita”. Oltre a questo è uscito anche Le buone intenzioni.

8. Il modo di dire addio di Leonard Cohen (Il Saggiatore)
Il modo di dire addio è il libro edito da Il Saggiatore, tradotto da Camilla Pieretti e curato dal giornalista Jeff Burger che raccoglie confessioni in prima persona di Leonard Cohen sulla propria vita e sulla propria arte, attraverso decine di interviste inedite in Italia. Oltre alla lettera-tributo di Francesco Bianconi dei Baustelle che potete leggere per intero qua sotto, è anche presente l’introduzione al libro scritta da Suzanne Vega.

9. In circolo. Perturbazione di Letizia Bognanni (Arcana)
Un libro che ripercorre cosa è successo nei quindici anni dalla pubblicazione di In circolo fino ad oggi. Questo libro racconta la sua storia e la sua poetica, e come una piccola raccolta di canzoni “sulla fine dei vent’anni”, spinta solo dalla bellezza della musica, dalla tenacia e da un pizzico di fortuna sia riuscita a imporsi negli anni 2000.

10. The Smith tapes di E. Bookstein (EDT)
La controcultura è una parte importante della musica rock dentro cui è nata, tra la fine degli anni Sessanta e l’inizio dei Settanta. Un momento storico estremamente delicato e divisivo: il Black Power, il Vietnam, Woodstock, i movimenti studenteschi, la psichedelia e mille altri rivoli intellettuali e artistici. Howard Smith – firma di una rubrica iconica per la controcultura sulla rivista «The Village Voice» e fra il 1969 e il 1972 gli viene affidata una trasmissione notturna dall’emittente radiofonica WABC, The Howard Smith Scenes, e la sua voce diventa subito leggendaria. Troverete l’ultima intervista a Janis Joplin quattro giorni prima della sua morte, Eric Clapton per la prima volta come leader di una band, e le interviste a John Lennon e Yoko Ono che guardano oltre i Beatles, e George Harrison, Andy Warhol, Alien Ginsberg, Mick Jagger, Jim Morrison, Norman Mailer, Lou Reed, Frank Zappa, Vidal Sassoon, Dustin Hoffmann, Joe Cocker, John Mayall, Ario Guthrie, Jerry Garcia, Ravi Shankar e altri ancora.

11. Per il verso giusto di Simone Lenzi (Marsilio)
Simone Lenzi è la voce dei Virginiana Miller ma anche fine penna che qui affronta a viso aperto l’anatomia della canzone. Sicuramente uno dei più capaci nel trattare da vicino un tema così.

12. I pirati dei Navigli di Marco Philopat (Bompiani)
Un viaggio nella controcultura milanese tra il 1984 e il 1989, poco dopo la chiusura del Virus. Ma la scintilla non è ancora spenta e Marco Philopat trasforma la storia che ha realmente vissuto in un romanzo ricco di episodi esilaranti, imprese incredibili e disavventure sconvolgenti.

13. Set the boy free. L’autobiografia di Johnny Marr (SUR)
Il suo suono di chitarra è indimenticabile e riconoscibile in mezzo a milioni. Johnny Marr, ex membro dei mai riuniti Smiths si racconta mescolando ricordi privati e musicali, esperienze e ragionamenti su costume e società. 

14. Un paziente. Storia vera di una malattia rara di Ben Watt (Carbonio Editore)
Ben Watt, metà degli Everything But The Girl, racconta in un memoir la malattia – la rara sindrome di Churg Strauss che lo tiene in un letto per mesi. Un’esperienza fatta di riflessioni, momenti comici e dura realtà con la musica a fare da sfondo.

15. Storia vissuta del Punk a Los Angeles di Jon Doe, Tom Desavia e amici (Giunti)
Com’era il punk sulla sulla west coast americana? E che cosa succedeva a Los Angeles? Ce lo raccontano Jon Doe degli X e Tom Desavia insieme ad altri amici, con l’introduzione di Billie-Joe Armstrong dei Green Day. Perché in Usa il punk non era uguale ovunque, a Los Angeles era diverso da New York.

16. Nessuna voce dentro di Massimo Zamboni (Einaudi)
La meta per il giovane Massimo Zamboni era Berlino Ovest nel 1981. Il chitarrista (all’epoca non ancora esistenti) CCCP Un po’ per sete di appagamento e un po’ perché la provincia emiliana iniziava a stargli davvero stretta. Berlino, in quella lunga estate è il posto giusto per giovani dove musica, voglia di futuro, case occupate creano un mix difficilmente riproducibile in altre parti del mondo.

17. California Über Alles. Le origini dei Dead Kennedys di Alex Ogg (Tsunami)
Una della band fondamentali per il punk con un nome che all’epoca era giù oltre ogni limite del politically correct. Arrivati sul finire dell’ondata, la band di San Francisco diede un forte contributo alla scena con i propri testi di critica verso la politica americana e un frontman come Jello Biafra, polemico e controverso più che mai, anche dopo la sua uscita dalla band.

18. NoFX. Una vasca per cesso e altre storie di Jeff Alulis (Tsunami)
Un copertina che vale più di mille parole. I NoFX sono così: eccentrici, provocatori, cazzoni all’ennesima potenza. Dal 1983 a oggi fanno quello che gli pare, suonano quello che gli pare. Qua dentro ci sono episodi, aneddoti e storie di tour, vita da band e vizi. Tanti vizi. Quali, immaginateli voi.

19. La mia vita hard-core. Punks, skins e altre storie a New York City di Harley Flanagan (Goodfellas)
L’hardcore a New York raccontato da uno dei padri fondatori, Harley Flanagan, leader dei Cro-Mags. Se è accaduto a New York, ed è stato importante e interessante, ci sono buone probabilità che Harley fosse nei paraggi”, parola dello chef stellato Anthony Bourdain.

20. Mute: A Visual Document: From 1978 – Tomorrow di Terry Burrows con Daniel Miller (Thames and Hudson) [Inglese]
Dal 1978 una delle etichette indipendenti più influenti di sempre fondata da Daniel Miller. Basta leggere i nomi degli artisti trattati per rimanere senza fiato: Depeche Mode, Nick Cave, Cabaret Voltarie, Birthday Party, Erasure, Goldfrapp. Foto, artwork e materiale inedito per celebrarne i 40 anni.

21. Skiantos di Gianluca Morozzi e Lorenzo Arabia (Goodfellas)
Un libro per celebrare una band che ha segnato uno stile irriverente e irripetibile. Dalle parole di Gianluca Morozzi e Lorenzo Arabia ne esce fuori un insieme di testimonianze, interviste, memorabilia con contributi di Vasco Rossi, Johnson Righeira e molti altri.

22. Scream and shout. La storia e la musica degli Arcade Fire di Fernando Rennis (Arcana)
Anche se l’anno che si chiude è probabilmente il più difficile che la band canadese possa aver passato, dopo più di 10 anni era necessario rimettere assieme un po’ i pezzi di un gruppo che ha segnato gli anni zero della musica indipendente. Aneddoti, canzoni, testi e tutto quello che gira intorno alla band di Montreal.


23. Meet Me in the Bathroom: Rebirth and Rock and Roll in New York City 2001-2011 di Lizzy Goodman (Dey Street Books)  [inglese]
C’è stato un momento in cui New York era al centro della nuova musica indipendente mondiale. Strokes, LCD Soundsystem, Intepol, Walkmen, Yeah Yeah Yeahs e tanti altri tra il 2001 e il 2011 hanno definito il suono della Grande Mela. Un racconto orale di tutte le voci più importanti per la scena musicale di New York

24. L’ascolto tabù di Franco Fabbri (Il Saggiatore)
Un prezioso libro che tratta la musica da più punti di vista in maniera chiara e lineare. L’ascolto tabù di Franco Fabbri (dal 1966 al 2012 chitarrista, cantante e compositore negli Stormy Six) affronta il complesso tema della popular music focalizzandosi sull’epoca dello «scontro globale» che ha travolto gli ultimi due decenni: uno scontro politico, economico e culturale al quale le musiche non sono sfuggite.

25. James Brown. Nero e fiero di Eddy Cilia (Vololibero)
Una figura chiave per la musica nera. James Brown non si è mai fatto mancare nulla: grande musica, fama, ricchezza, povertà, carcere e droga. Una vita goduta al massimo su tutti i fronti. Altro tassello della collana Soul Books. 

26. Sticky Fingers: The Life and Times of Jann Wenner and Rolling Stone Magazine di Joe Hagan (Knopf)
La storia di Jann Wenner, fondatore di Rolling Stone Magazine, raccontato attraverso una vita di backstage, rockstar, giornalismo audace. Il risultato è un affascinante ritratto di un personaggio decisivo per l’editoria musicale mondiale e la cultura di tanti giovani.


27. Uncommon People: The Rise and Fall of The Rock Stars di David Hepworth (Henry Holt and Co.) [inglese]
Nominato miglior libro dal Wall Street Journal, tratta  la definizione di alcuni momenti e punti di svolta nella vita di quaranta rockstar dal 1955 al 1995. Chuck Berry, Elvis, Madonna, Bowie, Prince e altre persone non comuni le cui vite sono state trasformate dal rock e che a loro volta hanno plasmato la nostra cultura.

28. Art Sex Music di Cosey Fanny Tutti (Faber & Faber Social) [Inglese]
L’autobiografia della fondatrice degli avanguardisti Throbbing Gristle e del duo Chris & Cosey racconta la storia del suo lavoro come modella pornografica e artista dello spogliarello. Erotismo, arte e molto altro nella vita irregolare di Cosey Fanny Tutti.

29. History of Metal Blade Records (BMG Books) [inglese]
La storia di Metal Blade Records è la storia di Brian Slagel, un ragazzino sudamericano ossessionato dal metal che ha lanciato una fanzine e ha lavorato nei negozi di dischi prima di mettere insieme quello che pensava sarebbe stato una raccolta unica di gruppi nascenti della scena di Los Angeles tra cui Slayer, Cannibal Corpse e molti altri.

30. Ramones. Hey! Ho! Let’s go! di Nicholas Rombes (minimum fax)
Un inno. Un motto. Un urlo. I Ramones e la loro capacità di non cambiare mai per nessun motivo al mondo. Un ritratto originale di una band che segnato un momento preciso e si distinta in maniera decisa chi c’era prima di loro. Tre accordi, tre minuti di canzone e via.

31. The Residents. Ralph Records Artworks 1972-2016 di Matteo Torcinovic (Goodfellas)
La prima raccolta mondiale di tutte le copertine dei dischi della Ralph Records, un’officina grafica creativa che tanto assomiglia al Futurismo e al movimento Dada in salsa punk.  Un percorso storico che rappresenta una delle più innovative etichette discografiche degli ultimi cinquant’anni.

32. La storia completa dei Black Sabbath di Joel Molver (Castello)
Ora che la band di Ozzy e soci si è sciolta definitivamente è il momento migliore per ripercorrere tutta la carriera di un pezzo di storia del metal. 11 diverse formazioni e 19 album da studio, oltre a 28 album solisti dei relativi membri. Dentro c’è anche un albero genealogico della metamorfosi del gruppo e un’introduzione scritta dal frontman dei Machine Head, Robb Flynn.

33. Add Toner: A Cometbus Collection di Aaron cometbus (No Fun City)
Parole, foto, illustrazioni, flyer, interviste: Add Toner. A Cometbus Collection è l’antologia di un decennio di una storica fanzine di estrazione punk nata nell’Eeast Bay nel 1981 da Cometbus, all’anagrafe Aaron Elliott che racconta storie di punk e di persone come nessuno aveva mai fatto prima.

34. Dreaming the Beatles: The Love Story of One Band and the Whole World di Rob Sheffield (Dey Street Books) [Inglese]
Se non vi bastano le centinaia di libri usciti sui Beatles, qui potreste avere davanti uno dei migliori in assoluto. Rob Sheffield, già editorialista di Rolling Stone, esplora la banb più popolare delle storia in modo anticonvenzionale. Una raccolta di saggi che raccontano non la biografia della band o dei l’analisi dei testi, ma la loro importanza all’interno della nostra società.

35. Rodigan: My Life in Reggae di David Rodigan (Constable) [Inglese]
Un’istituzione per chi ascolta reggae. David Rodigan: il figlio di un sergente dell’esercito della campagna inglese che è diventato l’uomo che ha insegnato al mondo il reggae. L’antitesi del dj di musica internazionale. Un pezzo di storia che si racconta.


36. Love is a mixtape di Rob Sheffield (Crown Publishing Group) [inglese]
Rob Sheffield, veterano critico rock e pop della rivista Rolling Stone, racconta la storia della sua maggiore età musicale, e di come la musica rock, il primo amore della sua vita, lo abbia portato al suo secondo amore, una ragazza di nome Renee. Brani di Pearl Jam, Nirvana, Pavement, Yo La Tengo, REM, Weezer – oltre ai classici dei Rolling Stones, dei Beatles, di Aretha Franklin e altri. Una storia di amore perduto e di energia prorompente della grande musica pop.

37. Black metal compendium. Guida all’ascolto in 100 dischi di Lorenzo Ottolenghi e Simone Vavalà (Tsunami)
Il volume 1 è dedicato alla Scandinavia e alle terre del nord, il volume 2 a Europa e Regno Unito e sono venduto separatamente. Una mappa perfetta di tutto quello che dovreste conoscere. Tra chiese date alle fiamme, omicidi, suicidi, riff di chitarra freddi e ipnotici, e voci da demoni evocati da strani rituali, il black metal acquisisce importanza prima nel nord Europa e poi non resto del continente. Lo si approfondisce con una selezione di dischi accuratamente suddivisa tra lavori fondamentali, gemme misconosciute, sorprese da intenditori e i nuovi classici dell’era attuale.

38. 33 1/3: The Raincoats – The Raincoats di Jenn Pelly (Bloomsbury) [inglese]
La storica collana 33 1/3 aggiunge un altro tassello, questa volta dedicato alle Raincoats, che furono il primo gruppo di donne punk a chiamarsi attivamente femministe. Materiali d’archivio e ampie interviste ai membri alla band oltre che a Sleater-Kinney, Bikini Kill, Hole, Scritti Politti, Gang of Four e altro ancora.

39. Ray Charles. Il genio senza tempo di Antonio Baciocchi (Vololibero)
Il racconto e l’approfondimento di un personaggio contraddittorio, geniale ma incostante, pronto sempre con una risata a seppellire ogni dubbio. Uomo senza tempo e fuori dal tempo, come solo i migliori sanno essere involontariamente.

40. Musicage di John Cage (Il saggiatore)
È stato un filosofo, scrittore, pittore, compositore e teorico musicale, ed è considerato uno degli artisti più rivoluzionari e influenti del Novecento. Questo libro è una sorta di testamento che ne rende nota la grandezza di pensiero, nel caso non fosse ancora chiara  tutti.


41. Billy Bragg, the bard of Barking, returns with Roots, Radicals & Rockers: How Skiffle Changed the World di Billy Bragg (Faber) [inglese]
Il primo libro in assoluto che esplora lo skiffle, un genere musicale con influenze jazz, blues, folk e country nato nella prima metà del secolo scorso negli Stati Uniti. È una storia di pellegrini e blues jazzisti, Teddy Boys e ragazze beatnik, bohémien dei bar-caffè e rifugiati della caccia alle streghe maccartista. Billy traccia come la chitarra è arrivata alla ribalta della musica nel Regno Unito e ha portato direttamente alla British Invasion delle
classifiche statunitensi negli anni ’60.

42. Untypical Girls: A Visual Survey of Women in Independent Rock di Sam Knee (Cicada)
In un mondo musicale prettamente maschile ci sono state donne che hanno trovato il loro spazio come Slits, Prim – itives, Babes in Toyland and Bratmobile e artiste come Viv Albertine, Courtney Love e Kim Gordon hanno aperto la strada a chi pensava non potesse mai succedere.

43. EDM, e Dio mixa. Guida polifonica all’electronic digital music: 1 di Riccardo Sada (Nobook)
la prima vera e propria guida sull’EDM in cui parti tecniche e trucchi del mestiere si alternano con le parole dei protagonisti della scena musicale dance italiana e oltre, prendendo voce attraverso interviste, pensieri, aneddoti, e soprattutto esperienza nel settore.

44. This Is Memorial Device: An Hallucinated Oral History of the Post-Punk Music Scene in Airdrie, Coatbridge and Environs 1978–1986 di David Keenan (Faber & Faber)
Il romanzo d’esordio di David Keenan, è una lettera d’amore alle piccole città del Lanarkshire, nell’ovest della Scozia, tra la fine degli anni ’70 e l’inizio degli anni ’80, poiché sono state temporaneamente trasformate dalle infinite possibilità che sono emerse della caduta libera dal punk rock. Al suo interno è la storia di Memorial Device, un mitico gruppo post-punk che avrebbe potuto andare fino in fondo se non fosse stato per l’eccesso visionario e la credenza cruenta e intransigente che serviva a confermarli come leggende underground.

 

45. The Little Book of Knowledge: Heavy Metal Hardcover di Jacques de Pierpont e Herve Bourhis  (IDW Publishing) [inglese]
Un prontuario illustrato del metal che insegna a identificare le molte tribù della comunità internazionale dell’heavy metal, dal thrash al black. Padroneggia i codici, dal segno delle corna al Diabolus In Musica. Comprendi come il metal satanico convive con christian Metal.

46. Nick Cave. Mercy on me di Reinhard Kleist (Bao)
La biografia a fumetti di Nick Cave realizzata da Reinhard Kleist. Il fumettista tedesco, autore fra gli altri di volumi su Fidel Castro e Johnny Cash, ha scelto di andare oltre la pura vicenda biografica, partendo dai personaggi delle canzoni e dei libri di Nick Cave, che ha collaborato attivamente alla scrittura, integrandoli nella storia e rendendoli “reali”.

47. Hip hop family 3-4 di Ed Piskor (Panini comics)
I capitoli 3 e 4 della storia dell’hip hop raccontati con rigore illustrando tutti i momenti salienti. L’autore traccia una storia che ha ispirato il telefilm The Getdown. Nel numero 3 appaiono i Run-DMC, KRS-ONE, i Public Enemy, Ice-T e i Beastie Boys, nel 4 appaiono Will Smith, Rakim, le Salt-n-Pepa, Biz Markie e Dr. Dre.

48. Janis Joplin. Piece of my heart di Giulia Argnani (Edizioni BD)
Il racconto illustrato di una bambina del Texas diventata una delle più importanti voci del secolo che si è spenta troppo presto. Musica e annullamento di sé stessa. Un personaggio chiave per tutte le nuove voci femminili.


49. Stradivari genius Loci di Michele Ginevra (Kleiner Flug)
Il più grande liutaio di tutti i tempi in un graphic novel dove il risultato i una magica alchimia di situazioni, ambientate nella Cremona della seconda metà del Seicento.

50. Black Metal di Rick Spears e disegnata da Chuck B.B. (Diablo)
Il fumetto statunitense Black Metal in origine era stato pubblicato in più parti da Ono Press. Racconta della storia  di due fratelli che cercano di sovvertire le regole della quotidianità con ogni mezzo, totalmente assuefatti dalla loro grande passione per la musica metal. Surreale e fantasioso.


  • 67
    Shares