• 27
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    27
    Shares

15 canzoni che probabilmente non avete ascoltato.
Dal 25 settembre all’1 ottobre 2017.

di Nicholas David Altea

Whitney – You and me (Demo)

Il 10 novembre uscirà per la Secretly Canadian una raccolta di demo della band americana di brani che sono poi stati inclusi (in versione definitiva) in Light Upon the Lake, del 2016. Tra questi pezzi scritti tra il 2014 e il 2015 del gruppo di Chicago spicca anche qualche inedito, uno di questi è You and Me.

Chastity – Chains

Il canadese Brandon Williams, originario di Whitby nell’Ontario, crea la sua musica con tanta urgenza alternata a stati sonori altalenanti: il caos che diventa introspezione. Chains è la title track estratta dal prossimo EP, intitolato appunto Chains, in uscita il 13 ottobre per Captured Tracks. Un suono destrutturato e noise senza limiti.

Bully – Kills To Be Resistant

La frontwoman Alicia Bognanno ha un passato nello staff dello studio di Chicago di Steve Albini. Quell’esperienza l’ha sicuramente formata per la ricerca di un certo suono in ballo tra garage pop e alternative 90s. Il secondo album dei Bully, Losing, uscirà il 20 ottobre per Sub Pop records dopo un ottimo EP omonimo del 2014, e l’esordio Feels Like (2015).

Aldous Harding – Elation

L’EP Party di Aldous Harding è uscito già da un po’ di mesi ma Elation è una ballata nata durante quelle sessioni di registrazione con John Parish e mai pubblicata. La neozelandese ha già convinto con il suo EP dopo un album omonimo del 2015. Voce sottile, arrangiamenti delicati, folk emotivo e una grazia medievale senza tempo.

Lindstrøm – Tension

Il capitano norvegese della space-disco cosmica più sintetica tornerà molto presto. Hans-Peter Lindstrøm pubblicherà It’s Alright Between Us as It Is, suo quarto album solista a distanza di cinque anni dall’ultimo Smalhans (2012), sempre per l’etichetta Smalltown Supersound il 20 di ottobre. Dopo aver già fatto ascoltare una traccia con Grace Hall, attendiamo anche quella con la connazionale Jenny Hval.

Wild Ones – Invite Me

Questa è l’ultima traccia prima della pubblicazione de prossimo album del quintetto indie pop di Portland che uscirà per Topshelf record il 6 ottobre. Oltre alla smaccata sensibilità pop, i Wild Ones mettono dentro qualche ritmica un po’ più complessa ad addobbare le proprie intenzioni che mirano ben più in altro con la voce soprano di Danielle Sullivan.

Forest Swords – Congregate

Congregate fa parte di un’uscita doppia di due singoli – l’altro è Free – pubblicato a breve distanza dall’album Compassion. Questi due brani fanno parte delle stesse sessioni dell’album uscito per Ninja Tune a maggio. Ma la cosa più importante di questi due brani è che i proventi della vendita saranno devoluti in beneficenza a favore delle popolazioni colpite dai terremoti e gli uragani in Messico e Porto Rico.

Pink Kink – Bubblebutt

Disco punk fuori tempo massimo ma c’è quel tocco da horror movie e rockabilly psicotico che funziona a meraviglia e riporta su strade come Chicks on Speed o Gang of Four. Estetica estremizzata, glitter, assurdità e tanto altro per la band di Liverpool che live trova la sua dimensione migliore. Questo è il primo brano in assoluto mai pubblicato. Chissà cosa succederà.

Tom Rogerson with Brian Eno – Elbow

Forse nemmeno nei sogni più incredibili il pianista dei Three Trapped Tiger – band post-math-rock inglese – avrebbe pensato di lavorare con Brain Eno ad un disco ambient/sperimentale. E invece è proprio così: Tom Rogerson è finito a collaborare con Mr. Eno alla produzione del primo album solista, Finding Shore, che uscirà per Dead Oceans l’8 dicembre. Si dice si siano conosciuti in coda ad un bagno durante un concerto. Ancora più assurdo.

Pearl Charles – Sleepless Dreamer

Magniloquenza indie pop, quella della losangelina Pearl Charles, che già nel 2015 aveva pubblicato un EP omonimo di sei brani dai suoni nettamente diversi e più rétro per Burger Records. In questo singolo non c’è solo indie pop, perché la scrittura e la struttura sonora è sostenuta, marchiata di chitarre jangle pop e una personalità spiccata.

Heartstreets – Blind

Il duo soul/r&b formato da Emma Beko e Gabrielle Godon, originario di Montreal, pubblica un nuovo brano che le vede collaborare con il loro connazionale ben più popolare: Kaytranada. All’attivo hanno un EP di cinque brani dal titolo You and I, pubblicato nel 2016. Le premesse sono buone, attendiamo gli sviluppi.

CLARA-NOVA – The Illusionist

C’è ancora tempo per CLARA-NOVA, all’anagrafe Sydney Wayser, franco americana e con all’attivo tre album ma già conosciuta ai più per aver cantato a supporto del tour Lorde. Il suo prossimo EP, The Iron Age, sarà pubblicato il 2 marzo 2018 via Cobalt Music Recordings assistita alla produzione da Shawn Everett (Weezer, Alabama Shakes, John Legend, Lucius).

Andrea Poggio – Fantasma d’Amore

Andrea Poggio, membro fondatore e deus ex machina dei Green Like July, ha preso ha imboccato un’altra strada, o perlomeno, per essere giusti ha deviato. Deviato verso una forma canzone meno folk, più sperimentale, minimale e soprattutto in italiano. Ci mancherà la sua splendida pronuncia inglese ma assaporeremo a breve Controluce in uscita per La Tempesta.

Run The Jewels – Mean Demeanor

Musica e videogiochi sono un’accoppiata infallibile, soprattutto quelli di calcio dove in questo ambito FIFA della EA Sports regna sovrana. In FIFA 18 troverete pane per i vostri denti, come sempre. E tra gli ospiti d’eccezione anche i Run The Jewels – che hanno pubblicato il loro terzo episodio sul finire del 2016 – tornano con un inedito solo per veri fenomeni.

Converge – Reptilian

Nono album per la band extreme hardcore del Massachussetts che uscirà il 3 novembre per Epitaph si intitolerà The Dusk In Us. Partenza epica, ritmiche intrecciate e le urla controllate di Jacob Bannon sempre affilate e taglienti. Per Bannon questo disco è la reazione emozionale alle complessità del mondo in cui viviamo.

Altre canzoni che sono uscite questa settimana le trovate qui. Qua sotto, invece, tutta la playlist completa di 15 canzoni a settimana relativa a settembre (2 settimane) sul nostro profilo Spotify


  • 27
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    27
    Shares