Qualche settimana fa, la cantante Sky Ferreira è stata arrestata assieme al fidanzato Zachary Cole Smith (frontman dei DIIV) mentre guidava a Saugerties, New York, e accusata di possesso di droga e materiale rubato, oltre che di diversi altri reati. Come riporta Consequence of Sound, la Ferreira ha rilasciato un’intervista a Billboard sulla questione, approfondendo diversi punti su cui Smith si era già espresso via Twitter (ad esempio la convinzione che la polizia avesse l’intenzione esplicita di incriminare la coppia). Potete leggere qua sotto le dichiarazioni della Ferreira.

Su come l’arresto è stato percepito a livello mediatico:

È stato molto più difficile perché la gente non sa esattamente come sono andate le cose… Legalmente, non posso dire molto su quello che è successo, ma non è tutto come sembra. In un certo senso, mi hanno fregata. Ed è fastidioso perché non mi è stata data colpa per il possesso dell’eroina [di Smith]. C’è scritto. È tutto archiviato. Non sono stata accusata di quello. Fidatevi di me, se fossi minimamente vicina a quella roba avrebbero incriminato me, dato che non hanno avuto problemi a incriminarmi per altro. Erano lì per fregarci, in qualche modo. Ho paura di dire altro perché non voglio che ci arrestino più. Non sto dicendo che si sono espressamente impegnati per fotterci, ma è come se quello che è successo non fosse… Nessuno sa davvero che cosa è successo tranne Cole, me e la polizia di Saugerties.

E sto provando a far sì che sia la musica a parlare di sé stessa. Esco, incontro persone e tutti possono rendersi conto che non sono sotto l’effetto di droghe. E non voglio dare la colpa di tutto questo a nessuno. Mi dispiace se è successo. Mi dispiace se ho offeso qualcuno. Ma sento anche di essere stata un minimo sfruttata dai miei amici. Non riuscivo a credere a certe cose che dicevano e facevano. In un certo senso è stato un bene, perché mi sono resa conto di chi c’era effettivamente per me e chi no. […] È difficile avere persone che ogni giorno mi chiamano drogata, che si prendono gioco di me e dicono che morirò di AIDS per essermi passata l’ago con qualcuno e cazzate simili. La cosa che mi dà più fastidio è che la gente ne parli senza saperne nulla. Leggete, è tutto disponibile. Ci sono persone che si stanno comportando da ipocriti e stanno usando tutto questo per prendersi gioco di noi. […] Anche quando Lindsay Lohan e altra gente simile è stata arrestata – è come se non fossero affari miei. Sono cose che non hanno niente a che fare con me”.

Sul suo considerarsi come non bisognosa d’aiuto, e su quelli che sostengono il contrario:

Non sanno che cosa sta succedendo. È successo appena prima che suonassi al Barclays Center [con i Vampire Weekend e Solange]. È divertente. Devo dire questa cosa – Se fossi circondata da spacciatori, che è quello che sento dire da un anno a questa parte, da quando è uscito Everything Is Embarassing, sarei in un cazzo di centro di riabilitazione adesso. Avrei dovuto rilasciare una qualche dichiarazione.

So con certezza di non essere dipendente da alcuna droga. È tutto quello che ho da dire sulla questione. So di non esserlo. Mi dispiace se è una cosa che può far male a qualcuno e non sto provando a promuovere le droghe in alcun modo e non è una questione di immagine. Pensate che io voglia far pensare alle gente che io sia dipendente dall’eroina? No. […] Ma l’hanno sempre detto, basandosi sui cerchi più scuri che ho attorno agli occhi – che ho avuto fin da piccola – o perché mi presento o vesto in un certo modo”.

Potete leggere l’intervista per intero, in inglese, cliccando qua. Qua sotto, invece, l’ultimo video ufficiale della Ferreira: You’re Not the One.