• 561
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    561
    Shares

In una nuova intervista, Robert Smith ha rivelato che il nuovo album dei Cure potrebbe essere l’ultimo

Il pluriannunciato nuovo album dei Cure (che a un certo punto si era addirittura triplicato) potrebbe essere l’ultimo. L’ha detto Robert Smith in una nuova intervista con il “Times“, dove ha parlato fra le altre cose del singolo dei Chvrches in cui è ospite. “La nuova roba dei Cure è molto emotiva”, dice, “sono dieci anni di vita distillati in un paio d’ore di materiale intenso. E non penso che faremo mai qualcos’altro. Io sicuramente non riesco a farlo ancora”, facendo presupporre che sarà l’ultimo album del gruppo. Per ora, l’ultimo album dei Cure è 4:13 Dream e risale ormai al 2008. Qua sotto trovate il link al numero del 2018 che avevamo dedicato ai Cure e se vi manca nella vostra collezione, lo acquistate qui.

Robert Smith continua spiegando anche le problematiche iniziali sui nuovi testi: “Devo ammettere con tristezza che ho faticato più a finire le parole di queste nuove registrazioni dei Cure che quelle di qualsiasi altro lavoro. Abbiamo registrato una ventina di canzoni e io non ho scritto niente. Voglio dire, ho scritto molto, ma alla fine l’ho guardato e ho pensato: “Questa è spazzatura”. ‘È davvero così brutto. Stavo ascoltando, e pensavo che questa e la migliore musica che questa band abbia mai fatto ma le mie parole sono banali”. Continua in maniera molto sincera, Robert: “L’anno scorso mi sono semplicemente arreso. Ho pensato: ‘Non posso farlo. Possono essere tutti brani strumentali…’ E quest’anno ho riprovato a scrivere i testi. Lo scorso anno è stato difficile per una serie di motivi, non ultimo la pandemia, ma quello che ho scritto adesso mi è piaciuto”.


L’intervista al cantante e musicista è molto lunga, così l’autore Jonathan Dean ha aggiunto anche alcune parti extra che non sono entrate nel pezzo in cui si parla della competizione tra i due gruppi e del rapporto con Morrissey: “Non sono diventato per niente cinico. Mi sono appena allontanato da tutta la faccenda, quindi non sono davvero sicuro di chi sia dentro e chi sia fuori. Con Morrissey ho una marea di cose… E ho pensato, cosa importa? Questa è una faida immaginaria iniziata 20 anni fa. Non ho mai amato particolarmente gli Smiths. C’è stata competizione ma per un breve periodo. Nulla di più, non mi sono rapportato con loro e non ho nulla a livello personale […] le persone vogliono che ci sia qualcosa, la gente vuole disperatamente una soap opera”.

C’è anche un’altra notizia uscita qualche settimana fa, durante l’intervista di Zane Lowe di Apple Music 1. Il frontman spiegava che pubblicherà anche un disco solista: “Ho sempre avuto il desiderio di registrare un’ora di musica noise e non volevo farlo con la band. Uno aspetta per 10 anni di ascoltare un disco dei Cure e arriva album noise. La band ha detto di no”. Robert Smith, come detto poco più sopra, è stato anche protagonista di un featuring nel nuovo brano dei Chvrches, How Not To Drown, presente nel prossimo disco della band synth pop scozzese, Screen Violence, in uscita alla fine dell’estate.


  • 561
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    561
    Shares