•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

FKA Twigs ha accusato l’ex Shia LaBeouf di “abusi implacabili”, violenza sessuale e psicologica.

“Potrebbe essere sorprendente per voi sapere che sono stata in una relazione emotivamente e fisicamente violenta”: FKA Twigs ha raccontato al New York Times gli abusi subiti dal suo ex, Shia LaBeouf: “è stato difficile per me elaborarlo”, continua in un post su Instagram,

durante e dopo non pensavo che potesse succedermi una cosa del genere, che è il motivo per cui ho deciso che è importante parlarne e cercare di aiutare le persone a capire che quando sei sotto il controllo coercitivo di un violento o in una relazione di questo tipo, andarsene non sembra una possibilità sicura e fattibile. Spero che condividere la mia esperienza possa aiutare gli altri a non sentirsi soli e far capire a chi è preoccupato che qualcuno a cui tiene sia in una relazione tossica che possono aiutare perché capisco che può essere disorientante e difficile sapere cosa fare. Le statistiche sulle violenze domestiche sono scioccanti e surante il covid sono stata davvero in ansia perché so che molte vittime sono letteralmente intrappolate con i loro aguzzini senza soccorsi e modi di andare via. Il mio secondo incubo peggiore è essere costretta a condividere con il mondo che sono una sopravvissuta alla violenza domestica, il mio primo incubo peggiore è non dirlo a nessuno e sapere che avrei potuto aiutare anche solo una persona raccontando la mia storia.

Fra gli episodi raccontati c’è un viaggio da incubo, durante il quale l’attore avrebbe guidato ad altissima velocità e senza cintura minacciando di andare a sbattere se lei non gli avesse detto che lo amava e poi, alla sua richiesta di farla scendere, l’avrebbe prima fatta scendere a un distributore di benzina e poi costretta con la forza a tornare in macchina. In altre occasioni l’avrebbe svegliata di notte soffocandola.

“Non sono nella posizione di dire a nessuno come li abbia fatti sentire il mio comportamento”, ha risposto LaBeouf, “non ho nessuna scusa per il mio alcolismo e per le aggressioni, solo razionalizzazioni. Sono stato violento con me stesso e con le persone intormo a me per anni. Ho una storia di ferite inflitte alle persone più vicine a me. Mi vergogno di quella storia e mi dispiace per quelli a cui ho fatto del male. Non c’è davvero nient’altro che posso dire”.

*** Se sei stata vittima di violenze o conosci qualcuno che le ha subite, c’è una linea di aiuto sulla violenza, multilingue e attiva 24 ore su 24 in tutta Italia: 1522, chiamata gratuita ***


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •