• 238
    Shares

a cura di Luca Doldi

Si ricomincia. Dopo un periodo in cui i festival hanno dovuto adattarsi alle nuove regole ora è il momento dei locali. La situazione già complicata, soprattutto nei piccoli locali, deve affrontare nuove difficoltà, ma a quanto pare molti stanno rispondendo bene o almeno ci stanno provando. Nascono nuove formule, come il doppio concerto in una serata o addirittura la doppia serata, e i concerti in piedi ce li scorderemo per un bel po’, ma i live ci sono, basta essere un po’ curiosi. Sarà difficile vedere grandi artisti o band internazionali (ma forse non impossibile), perché le capienze difficilmente possono rendere un concerto del genere sostenibile dal punto di vista economico, a meno di vendere i biglietti a prezzi doppi rispetto al solito. Così, come molti hanno riscoperto i luoghi di vacanza in Italia, si dovrà riscoprire anche la musica dal vivo, le piccole band e i nostri artisti. Le norme di sicurezza non sono un problema, perché in generale sono tutti molto attenti a rispettarle e farle rispettare, sta anche a noi però, che i concerti li andiamo a vedere, impegnarci perché tutti si sentano al sicuro e possano assistervi in tranquillità, senza nasi fuori dalle mascherine per esempio. Quest’inverno sarà un banco di prova importante, molti locali hanno già chiuso, altri stanno provando a stare aperti con enormi difficoltà, altri invece incredibilmente hanno aperto (qui abbiamo dedicato eccezionalmente un piccolo spazio al nuovo Circolo DEV di Bologna): sta noi dare il nostro contributo come pubblico per far sì che l’anno prossimo la nostra cultura non sia più povera di oggi.

Tommaso Mantelli, Eterocromie, Minor, +C+P+B+, Fecalove, Fukte, Molestia Auricularum, Glitchbitch, Iqonde, Embepé, Key o’ Sea

22-27/9 Circolo DEV, Bologna

Per aprire un locale in questo periodo ci vuole follia, incoscienza, ma soprattutto tanta passione, tanto cuore e tanta voglia di mettersi in gioco, ancora di più se si tratta di un locale pensato per avere una fitta programmazione live. Il Circolo DEV, in un momento in cui sono decisamente di più i locali che chiudono rispetto a quelli che aprono, rappresenta una speranza ma anche una sfida per chi ama la musica live: perché davanti a un cuore gettato oltre l’ostacolo non si può rimanere indifferenti e lasciarlo cadere a terra.

RomaEuropa Festival

Wim Mertens, Vasco Brondi, Brice Dessner +Katia e Marielle Labeque, Robert Henke

22/9 – 5/10 Auditorium Parco della Musica, Roma

Uno dei pochi eventi ai quali saranno presenti artisti internazionali, assolutamente da non perdere. RomaEuropa Festival, si conferma, ancora di più nella difficile situazione di oggi, un appuntamento di riferimento e di grande qualità.

Mòn, Ginevra +Iside, Jolly Mare + Andre Esu, Selton, Viito, Higatta

22-29/9 Terrazza del Gianicolo, Roma

Ultime date estive per godersi questo bellissimo luogo con vista su Roma, a cura di Alcazar Live.

Gulino

23/9 Ride, Milano

Voce dei Marta Sui Tubi, oggi avviato verso un futuro da solista, Giovanni Gulino è una delle voci più importanti dell’indie italiano.

Edda

24/9 Arci Bellezza, Milano – 26/9 GoGoGo, Bologna

Anche se l’estate è finita Edda continua con il suo tour acustico per queste ultime (forse) due date.

Stoned Bloom Fest
Andrea Van Cleef + Diego Deadman Potron

24-25/9 Bloom, Mezzago

Doppia data per Andrea Van Cleef e Diego Potron all’insegna del southern rock e del blues. In questo particolare periodo capiterà spesso: doppie date, o doppi concerti nella stessa serata per ovviare alle capienze ridotte dei locali

Bologna Violenta

25/9 Ligera, Milano – 26/9 Ziggy Club, Torino

Freschi di ristampa del Il Nuovissimo Mondo, che troverete recensito sul prossimo numero di Rumore in edicola, Manzan & Vagnoni si riaffacciano sui palchi italiani.

Videocittà 2020

Sevdaliza, Tre Allegri Ragazzi Morti, Asian Fake, Coma Cose, Venerus, Margherita Vicario

25-26-27/9 Giardino delle Cascate, Roma

Non saranno semplici live, Videocittà mette insieme artisti di diverse estrazioni per farli comunicare al di fuori dei loro soliti ambiti. Performance artistiche, fra musica, danza, arte, visual, in un luogo speciale.

Vampyr: Paolo Spaccamonti & Ramon Moro

25/9 Mount Echo’ Festival, Teatro delle Logge, Montecosaro (MC) – 26/9 Santuario di Ercole Vincitore, Tivoli (RM) – 28/9 Soundscreen Film Festival, Ravenna

La sonorizzazione del capolavoro di Dreyer ad opera della premiata ditta Spaccamonti & Moro sarà un’esperienza che vi lascerà sospesi in un mondo parallelo. Non mancate.

Ovo

26/9 Sounscreen Film Festival, Palazzo dei Congressi, Ravenna – 2/10 Magazzino sul Po, Torino – 3/10 Raindogs House, Savona

Gli Ovo saranno impegnati in date molto diverse fra loro: nella prima sonorizzeranno L’Inferno, capolavoro italiano del cinema muto, del 1911; nelle seconde invece suoneranno tutto Miasma, ultima loro fatica in studio.

A Gozerian Sunday
Collars, Nudist, Hate & Merda, Treehorn, One Dying Wish

27/9 Spazio 211, Torino

Se avete nostalgia di un bel concerto che faccia sanguinare le orecchie, questa è la vostra occasione. A partire dal pomeriggio sul palco alcune fra le migliori band italiane: Collars, Nudist, Hate & Merda, Treehorn e One Dying Wish.

Birthday Girl + Clone Culture

2/10 Bloom, Mezzago (MB)

Uno dei pochi concerti internazionali di cui potremo godere in questa stagione, I Birthday Girl vengono dalla Svezia per portarci un furgone carico di post-punk acido e foderato di noise e psichedelia.

Tutto Il Nostro Sangue

Rise Above Dead, Void Of Sleep, Six Feet Tall

3/10 Bloom, Mezzago (MB)

Riparte la rassegna che porta in Brianza il meglio dei suoni pesanti italiani, con band locali e non, sempre con un occhio di riguardo alla qualità. Per la ripartenza si punta sul post-hc dei Rise Above Dead, l’occult progressive metal dei Void Of Sleep e il noise post-hc dei Six Feet Tall.


  • 238
    Shares