• 129
    Shares

Qualche mese fa, Matt Berninger aveva annunciato di stare lavorando a un disco solista insieme al produttore Booker T. Jones. Ora il frontman dei National ha reso noti i dettagli dell’album Serpentine Prison, che uscità il 2 settembre su Book Records, una nuova divisione creata da Berninger e Jones connessa a Concord Records/Caroline International.

L’album vede il contributo di molti artisti tra cui Matt Barrick (The Walkmen, Jonathan Fire*Eater), Andrew BirdMike BrewerHayden DesserScott Devendorf (The National), Gail Ann Dorsey (David Bowie, Lenny Kravitz), Booker T. JonesTeddy JonesBrent Knopf (EL VY, Menomena), Ben Lanz (The National, Beirut), Walter Martin (The Walkmen, Jonathan Fire*Eater), Sean O’BrienMickey Raphael (Willie Nelson, Bob Dylan), Kyle Resnick (The National, Beirut), Matt Sheehy (EL VY, Lost Lander) e Harrison Whitford (Phoebe Bridgers).

Insieme all’annuncio, Berninger ha condiviso il video della title track, girato e montato dal fratello Tom (già regista del film sui National Mistaken For Strangers con Chris Sgroi. “Il brano ‘Serpentine Prison’ è stato scritto nel dicembre 2018, una settimana dopo aver registrato I Am Easy To Find con The National”, spiega, “Per molto tempo ho scritto brani per film e musical e altri progetti dove dovevo entrare nella testa di qualcun altro per trasmettere i sentimenti di un’altra persona. Mi piaceva farlo, ma ero pronto a scavare nella mia e questa è la prima cosa che è venuta fuori. Il titolo si ispira ad un tubo di scarico serpeggiante che sfocia nell’oceano vicino all’aeroporto di Los Angeles. C’è una rete di protezione sul tubo per impedire alle persone di arrampicarsi verso il mare. Ho lavorato al brano con Sean O’Brien e Harrison Whitford e l’ho registrato sei mesi dopo con Booker T. Jones alla produzione. Sembra un epilogo, quindi ho chiamato l’album come il brano e l’ho messo per ultimo”.


  • 129
    Shares