Ascoltate voi stessi e guardate nell’Infinito e dello Spazio e del Tempo. Là echeggiano il canto degli Astri, la voce dei Numeri, l’armonia delle Sfere. 
– Ermete Trismegisto –

Cosa cantano gli astri a febbraio 2020. L’oroscopo di Rumore aggiornato ogni settimana

di Sofia Antinori

ARIETE
“La canzone nasce da quella sensazione di intorpidimento e incapacità di entrare in sintonia con gli altri, anche se sei costantemente circondato da persone. Avevo perso la mia disposizione a socializzare e mi sentivo come in un sacchetto di plastica: ero in grado di parlare con gli altri e comunicare, ma non avevo la capacità di condurre elettricità. Ero come isolata nel mio mondo”. E anche tu come la sempre saggia e affidabile Neko Case, Ariete, ti senti rallentato come un essere che cammina sul fondo dell’oceano e ti chiedi che fine abbia fatto il tuo fuoco interiore, forse è ora di fare scorte di carburante. Fai il pieno di tutto ciò che fa scattare in te scintille vitali, assorbi tutto il bello che puoi e… brucia!

Settimana 2 (8-14 febbraio)
Per scrivere la storia di un successo, del tuo successo, Ariete, non hai bisogno del cinismo autobiografico di John Entwistle (o forse si), ma di trattare i tuoi timori e le tue paure come un caso da studio. Sviscerale, analizzale, sezionale, esponile e, se il caso, chiedi l’aiuto da casa.

Settimana 3 (15-21 febbraio)
Te lo dirò con le sagge parole di Gandalf il bianco: “Uno stregone non è mai in ritardo, Frodo Baggins. Né in anticipo. Arriva precisamente quando intende farlo”. Sii uno stregone, Ariete.

Settimana 4 (22-29 febbraio)
Chiediti se le persone che hai intorno ti elevano o ti sotterrano. Chiediti cosa puoi fare tu per migliorare i tuoi rapporti umani. E, prima di puntare il dito, fai un elenco delle tue (cattive) abitudini e capisci il tuo ruolo nel flusso delle cose. Poi costruisci, distruggi e… rimbalza, Ariete.

TORO
“Non ci sono più battaglie da combattere, o così sembra. Sono un uomo abbandonato da tutti i suoi sogni. Ho cambiato nome, ho cambiato volto. ma nessuno ti vuole quando perdi. Non mollare, perché hai degli amici. Non mollare, ancora non sei stato sconfitto. Non mollare, so che puoi sistemare tutto”. A proposito di Don’t Give Up, duetto con Kate Bush incluso nell’album So (1986), Peter Gabriel disse: “l’idea di base è che gestire un fallimento è la cosa più dura che dobbiamo imparare”. La lezione, Toro, dovresti già averla appresa lo scorso anno, per cui qualsiasi nuvola nera venga temporaneamente a oscurarti la visuale, sai come scacciarla senza lasciarti turbare. Che tu la definisca esperienza o mutamento, non importa. Vinci ogni battaglia.

Settimana 2 (8-14 febbraio)
Uno dei rischi peggiori per l’essere umano è quello di rimanere “piccolo”, ingabbiato in un mondo limitato dalle proprie, poche certezze. Un rischio che tu, Toro, proprio non vuoi correre. Allora procedi sicuro verso terre lontane, verso nuove avventure. E non ascoltare, almeno per questa settimana, chi vuole restringere i tuoi orizzonti.

Settimana 3 (15-21 febbraio)
Nulla, in questo mondo, puo’ realmente definirsi “insolito”. Né cospargere di Nutella una bruschetta all’aglio, né ordinare un intero piatto di semi di lino al ristorante, tantomeno portare sempre con se una tazza gialla. Allora perché sopprimere o camuffare la tua natura “sperimentatrice”, Toro?

Settimana 4 (22-29 febbraio)
Le energie, Toro, non vanno mai sprecate. Vanno, piuttosto, incanalate nelle giuste direzioni. Te stesso, per esempio. Per non sprecarne nemmeno un joule, prendi carta e penna e comincia a pianificare, semplificare e scegliere. Il resto sarà un gioco da ragazzi.

GEMELLI
Per arrivare a casa, Gemelli, bisogna scalare montagne altissime. Il che non vuol dire che il tuo cammino sia tutto in salita e disseminato di ostacoli e impedimenti e deviazioni. Solo che la tua casa è situata alla stessa altezza delle tue aspettative sull’esistenza e sugli obiettivi che ti poni. Di conseguenza il tempo impiegato per raggiungerla e accomodarsi finalmente sul divano è maggiore. Tutto qui. E soprattutto non vuol dire che durante il viaggio non sia possibile incontrare volti e paesaggi interessanti, e affrontare esperienze che arricchiscono, allargano gli orizzonti e aggiungono “peso” al tuo bagaglio. Tutto il resto è questione di punti di vista.

Settimana 2 (8-14 febbraio)
Se nella vita i pettegolezzi li lasci scorrere senza badarci, sul posto di lavoro non puoi evitarli: proliferano come zanzare in tempi di riscaldamento globale. Per non permettere che, tuttavia, diventino d’intralcio a negoziazioni e proposte, ecco il trucco: trasformali in suoni dorati.

Settimana 3 (15-21 febbraio)
“Se avessi saputo che sarei stato bene, mi sarei preso più tempo”. Se ti dico che starai bene, Gemelli, quanto tempo dedicherai alle persone che realmente contano nella tua vita e quanto a quelle che fanno solo da tappezzeria?

Settimana 4 (22-29 febbraio)
La vittoria per quanto piccola sia, Gemelli, è una valanga di sensazioni e convinzioni. Ti travolge se non ti impegni a dominarla, modellarla e adattarla ai tempi. E alle tue reali esigenze. Che vuol dire: goditela ma con gli occhi aperti.

CANCRO Lo so che se avessi a disposizione una bacchetta magica, la prima cosa che faresti sarebbe riportare il passato nel presente, far girare al contrario le lancette dell’orologio e le cifre dei calendari, e rivivere le tue epoche migliori e correggere errorini e peccatucci. Ma perché guardare indietro quando una bacchetta magica può far avverare desideri di ben altro calibro? Viaggiare nel passato per cambiarlo, Cancro, ce lo insegna la migliore fiction letteraria e cinematografica, porta solo strani effetti collaterali sul presente. Per cui, guarda avanti, abbandona la tua proverbiale fragilità e mettiti alla ricerca di nuove bacchette magiche per creare il futuro che voi. Gli astri, questo mese, ti indicano il punto di partenza.

Settimana 2 (8-14 febbraio)
A volte la realtà ti sembra un paradiso terrestre in cui Adamo ed Eva, in miliardi di repliche, passano il tempo incollati ai cellulari. E tu, Cancro, per reazione ti chiudi in una bolla di totale rifiuto per la digitalizzazione delle relazioni umane. Se trovassi una via di mezzo?

Settimana 3 (15-21 febbraio)
“Sei caduto sulla terra e sei bloccato nel ghiaccio. Ma darti alle fiamme non è una sfida all’inverno. Devi tagliare i cavi e muoverti da solo”. Che vuol dire, Cancro, non lasciarti mettere all’angolo da pensieri oscuri e gettare l’asciugamano, ma tornare a centro ring e mirare al KO. Del fato (temporaneamente) avverso.

Settimana 4 (22-29 febbraio)
“Lo sai che ho provato a guardare lontano. Ho provato a elevarci. Ho provato a farlo funzionare”. Bisogna sempre sapere quando battere in ritirata, Cancro. Quando è il omento giusto di lasciare la scena. E un po’ di giorni lontano da caos e tumulti, non potranno farti che bene.

LEONE
Quando ti accendi, Leone, e apri un varco nella tua scintillante armatura da intrepido re dello zodiaco per lasciar spazio alla gioia della sorpresa, ai sorrisi improvvisi, all’adattamento a circostanze insolite assumi un aspetto luminoso che neanche il più esperto dei chirurgi estetici può replicare. Un “aspetto che mi piace”, e che piace, in fondo, anche a te. È la tua parte realmente “selvaggia”, che questo mese è sollecitata da un cielo che offre nuove opportunità, a costruzioni di ogni tipo e soddisfazioni. Piccole ma significative. E poi c’è Venere, che ti invita a coltivare l’hobby del “giardinaggio”: prepara il terreo, pianta e ricordati di innaffiare…

Settimana 2 (8-14 febbraio)
“L’ignoranza è la mia benedizione. Non voglio uscire da questo stato. La libertà è schiavitù. La mente neanche mi aiuta”. Come davanti a un inatteso tradimento, a volte, vorremmo tutti abbracciare il motto “occhio non vede, cuore non duole”, ma la conoscenza è un’arma. Sempre.

Settimana 3 (15-21 febbraio)
“Il mondo si muove in una tonalità folle, offuscata. Il mio cuore batte come un tam-tam”. Vorrei dirti che la causa di questo strano subbuglio è l’amore, Leone, ma si tratta di… seccature, intoppi, qualche pettegolezzo di troppo. Cancella tutto con il tuo tipico e stentoreo ruggito. Ma non mangiare nessuno…

Settimana 4 (22-29 febbraio)
Se dovessi chiedere a qualcuno, Leone, “perché mi ami?” che tipo di risposta ti aspetteresti? E, soprattutto, quale risposta ti spiazzerebbe? Nel dubbio, aumenta la generosità in amore. Anche quella materiale.

VERGINE
“Se esistesse un modo migliore di procedere, allora mi troverebbe. Non posso farci nulla, la strada mi si srotola alle spalle. Che tu sia gentile con me, o mi tratti male, ne troverò il lato positivo, sono una macchina straordinaria”. Fiona Apple, anche lei una Vergine doc, ha sempre ragione. L’unico modo per vivere la vita è seguire il proprio ritmo senza lasciarsi turbare dalle interferenze esterne, certo, ma anche prendere i propri pregi e i propri difetti, mescolarli e combinarli in modo da creare, come per i robot dei vecchi cartoni made in Japan, una macchina straordinaria con poteri sconosciuti ai più. Per spiazzare e assestare colpi vincenti.

Settimana 2 (8-14 febbraio)
La cautela, Vergine, in certe situazioni è come una maglione di cotone spesso in inverno. Copre, ma non riscalda. Devi trovare il coraggio di lasciartela alle spalle, di dire ciò che va detto. E devi farlo adesso.

Settimana 3 (15-21 febbraio)
Hai imparato tanto nello scorso anno, Vergine. Soprattutto a capire al volo le reali intenzioni (o la mancanza di intenzioni) altrui. Ora è tempo di dare forma concreta alle tue di intenzioni. Forza!

Settimana 4 (22-29 febbraio)
Per una maniaca del controllo come te, Vergine, assecondare il flusso è come costringere la Gwyneth Paltrow di turno a lasciar perdere i deliri da guru salutista: impossibile. Eppure è quello che ti chiede il cielo di fine febbraio: non puoi cambiare ciò che sta accadendo quindi siediti a bordo strada e aspetta. Se proprio ti annoi, osserva il panorama.

BILANCIA
“Siamo in ballo… balliamo”. In un mese, come questo febbraio bisestile, che tu reputi spesso inutile e piatto come l’episodio seimilanovecentotredici di una serie TV procedural che da almeno tre stagioni non ha più nulla da dire, non è il caso di chiudersi in nella propria bolla di certezze, cedere all’affanno e alla noia, o anche a improvvisi attacchi di sfiducia in se stessi, e aspettare che passi. Al contrario, Bilancia, riprendi tutti i progetti personali e professionali messi in cantiere, rifiniscili, perfezionali, mettili sui binari giusti. E cacciate via il blues da fine inverno con ventate di colore, interessi insoliti e magari una rinnovata al look.

Settimana 2 (8-14 febbraio)
Tutti abbiamo il famoso “mio cugggino” dalla luminescente personalità e dalle mirabolanti imprese. La persona ideale e idealizzata (da noi e dagli altri) alla quale sarebbe consigliabile approssimarsi. Ma sei sicura, Bilancia, che vorresti davvero essere lui?

Settimana 3 (15-21 febbraio)
“Ieri sera ho incontrato uno sconosciuto. Mi ha detto che avevo qualcosa di strano. Ha detto che avevo tristezza negli occhi, mentre io credo di avere arcobaleni. Ho trascorso tutto il giorno a lavorare, e ho fatto un ottimo lavoro. Ma se divento sentimentale è perché, cazzo, ho nostalgia di casa”. Decidi cos’è casa per te in questo momento e tornaci. Senza esitazioni.

Settimana 4 (22-29 febbraio)
Quando alcune fasi di vita si concludono, è normale provare un po’ di nostalgia. Ma è assolutamente vietato sedersi su un divano in compagnia di comfort food, telecomando e plaid. Meglio prendere un computer, sedersi al tavolo da pranzo e… lasciar fluire la creatività e la musa ispiratrice.

SCORPIONE
Felicità è… svegliarsi al mattino e aver bisogno di lavarsi il viso con acqua fredda per uscire dalla capsula di sentimenti caldissimi, scendere dalla soffice nuvoletta e tornare alla realtà. Per capire che, no, non stavi sognando. E felicità è anche sapere che per sorridere non bisogna necessariamente vincere alla lotteria, basta avere la possibilità di godere di un giorno di relax, magari in compagnia delle persone a cui tieni di più, fare una passeggiata al mare stretti in un cappotto, guardare il solito panorama con occhi nuovi. E sapere che certe dissonanti tempeste cosmiche sono oramai passato remoto.

Settimana 2 (8-14 febbraio)
La tentazione di unirti a joint venture e imprese tanto allettanti quanto insidiose, Scorpione, è fortissima. Ma prima di cedere all’istinto, fai chiarezza nella tua testolina. Svagati. Distraiti. Se necessario, vai al supermercato. Che è meglio…

Settimana 3 (15-21 febbraio)
“A un certo punto del cammino, la mia speranza si è trasformata in tristezza. A un certo punto del cammino la mia tristezza si è trasformata in amarezza. A un certo punto del cammino a mia amarezza si è trasformata in rabbia. A un certo punto del cammino la mia rabbia si è trasformata in vendetta. E coloro a cui l’ho fatta pagare non erano mai quelli che lo meritavano. E quelli che lo meritavano, non lo capiranno mai”. Ne vale la pena, Scorpione? Meglio un sorriso annienta-tutti.

Settimana 4 (22-29 febbraio)
“Tutto è uno goccia nell’oceano. Tutti sono stelle del karaoke. Vediamo il confondersi delle stagioni. Siamo figure sullo sfondo”. Alcune bisognerebbe staccarle dal fondo e portarle sotto i riflettori. Come? Con considerazione, vicinanza e affetto.

SAGITTARIO
Sei uno specialista di natura, Sagittario. Hai sempre una soluzione ai problemi altrui, hai sempre un piano ponderato, una soluzione più o meno diplomatica, un fazzoletto da offrire a chi starnutisce all’improvviso in metropolitana o una mentina miracolosa per i problemi di alitosi dell’addetto della reception di un’azienda. Febbraio e il suo cielo amichevole, tuttavia, ti inviano a rivolgere l’attenzione a te stesso, a riaggiustarti, a fare piazza pulita dalle tossine (e non parlo solo di correzioni alimentari), a decidere chi e cosa è fondamentale avere accanto e in che capacità. Un lavoro impegnativo, ma che pianterà il semi del Grande Cambiamento.

Settimana 2 (8-14 febbraio)
La tua voglia di spendere e spandere, Sagittario, è un vortice, un triangolo delle Bermuda che inghiotte le finanze senza rigurgitare ricevute. Non riesci a smettere e ti lamenti di arrivare alla fine di ogni mese con l’acqua alla gola. Se proprio disintossicarti dallo shopping ti risulta difficile prova almeno a tenere sempre sott’occhio il tuo saldo.

Settimana 3 (15-21 febbraio)
Non sempre un revival è una minestra riscaldata. Soprattutto se significa tornare a uno stadio “primitivo” in cui smetti di presumere, salire sul piedistallo, credere di avere tutte le risposte e auto sabotarti inconsapevolmente. Tornando ad avvicinarti – avvicinarti realmente – agli altri.

Settimana 4 (22-29 febbraio)
La fiamma dell’ambizione puoi ridurla ma non riuscirai mai a spegnerla del tutto. E in alcuni periodi, che tu lo voglia o meno, torna a causare incendi. Lasciala bruciare, Sagittario, lascia che ti spinga verso nuovi obiettivi. Perché li centrerai.

CAPRICORNO
Specchio specchio delle mie brame, chi è il più bello del reame? La vanità, caro Capricorno, è da considerarsi un peccato veniale se tenuta sotto stretto controllo medico. I tempi ti invogliano ad ammirarti in ogni specchio che incroci sul cammino, sorridere di soddisfazione e a farti i complimenti per essere andato oltre le tue più rosee aspettative in ogni settore della tua vita. Non c’è nulla di male nell’auto apprezzamento e diciamo pure che sei autorizzato a un pizzico di vanagloria. Evita, tuttavia, di liberare la strega di Biancaneve che abita in te e metterti a coltivare mele avvelenate da distribuire ai nemici e avversari. Certi benefit vanno sempre conquistati.

Settimana 2 (8-14 febbraio)
La rinnovata energia che ti ha portato gennaio, ti rende iperattivo. Vuoi dire, fare, andare, essere… un passo alla volta, Capricorno. Un passo alla volta. Prima di lasciarti andare, infatti, è sempre meglio organizzare i tuoi spazi mentali, e capire quando è il momento di volare sotto traccia.

Settimana 3 (15-21 febbraio)
“La senti la voce nella tua testa che ti sussurra di vivere i tuoi sogni? Alcune persone rimangono attaccati a ciò che conoscono, ma svegliati, è tempo di andare”. Il tuo tempo di staccarti dal noto è adesso, Capricorno. Sogni d’oro!

Settimana 4 (22-29 febbraio)
Benvenuto Urano e benvenuti rinnovato senso estetico e vagoni di creatività. Quasi non ti riconosco più, Capricorno. Ma va bene cosi, libera le idee, fai proposte, concretizza e… preparati per molti primi piani.

ACQUARIO
“Oh, forse non avrebbero dovuto essere così audaci da mettermi alla prova. Perché sono mutaforma e avrò la mia vendetta”. E ora che i cieli sono sgombri e le acqua calde, Acquario, puoi davvero assumere la forma che vuoi e prenderti le meritate rivincite. Senza spargimenti di interiora, se possibile. Poi puoi anche radunare gli amici e preparare l’evasione. Verso paesaggi sconosciuti, orizzonti inesplorati, mete tanto remote ce o appaiono su nessuna mappa. E la cosa migliore è fare tutto ciò anche solo chiudendo gli occhi e accendendo l’immaginazione. È la terapia migliore che salva l’anima e tutela il portafogli.

Settimana 2 (8-14 febbraio)
“Ho messo in moto qualcosa. Qualcosa che non puoi vedere. Richiede devozione. Da parte di veri credenti. È qualcosa che non puoi toccare, ma è qualcosa che puoi sentire. Per alcune persone è troppo, per altre è salvifica”. Non hai avuto un’epifania religiosa, Acquario. È la consapevolezza, quella vera, di te stesso.

Settimana 3 (15-21 febbraio)
Rimani attivo, acceso, pronto, Acquario. Perché Mercurio ti porta in dono una visione chiara di te stesso nel futuro, dei tuoi desideri e delle tue possibilità. Non scegliere questo momento per mandare in vacanza l’intuito e non farti cogliere impreparato.

Settimana 4 (22-29 febbraio)
“Mi piacerebbe poter restare, ma purtroppo devo andate. Non rimanete svegli ad aspettarmi nei prossimi giorni”. Ecco quello che dovresti dire a certe tue poco proficue manie di grandezza. In segno di cordiale addio.

PESCI
“Tu vedi un blocco, pensa all’immagine: l’immagine è dentro basta soltanto spogliarla”. Era questa la filosofia di Michelangelo Buonarroti ogni volta che si trovava davanti a un blocco di marmo che poi trasformava in opera d’arte. Ed è questo l’esercizio che dovresti ripetere ogni santo giorno di questo per te intenso ma delizioso Febbraio, Pesci, imparare a vedere l’immagine dentro l’involucro, scoprire l’anima dove vedi solo ghiaccio o indifferenza, andare oltre la superficie e dentro la materia. Lì c’è tutto ciò che ti serve. Puoi farcela. Devi solo continuare a scolpire e liberare ciò che chiede di essere portato alla luce.

Settimana 2 (8-14 febbraio)
Hai tante belle idee, Pesci, alcune addirittura splendide. Ma continuare a parlarne, invece di metterle in pratica, serve solo a sfinire chi ti ascolta. Non hai idee sulla concretizzazione. Chiudi i due occhi forniti da Madre Natura e apri il terzo, quello della mente.

Settimana 3 (15-21 febbraio)
Le fasi di noia mortale, Pesci, non vengono tutte per nuocere. Dovresti imparare a trasformarle in piccole avventure. Come per esempio superare un limite, dedicare del tempo a qualcuno, improvvisarti genio della lampada. Potresti anche divertirti.

Settimana 4 (22-29 febbraio)
A volte devi fare l’adulto e spronare le persone che hai accanto, svegliarle dal loro stato di torpore. Scioccarli, se necessario, come se sorprendessero il proprio partner a letto con l’amante. È il classico lavoro duro che qualcuno deve pur fare e adesso tocca a te.