A far conoscere la gravità dell’incidente in cui è rimasto coinvolto Juan Alderete, bassista prima nei Mars Volta e ora per Marilyn Manson al posto di Twiggy Ramirez, è stata la moglie Anne con un post sui social del musicista:

“Anche se generalmente esito a condividere dettagli di vita privata sui social mi sembrava giusto coinvolgere tutti voi che avete sostenuto Juan negli anni come amici, fan, amanti della musica (e di cibo, gatti, due ruote, Giappone) e musicisti. Juan ha avuto un incidente (nessuna macchina, nessun’altra persona) molto grave il 13 gennaio non lontano da casa. Lui – come sempre – indossava il casco e indumenti di protezione ma ha subito un grave trauma cranico ed è in coma. L’unica prognosi è aspettare e vedere, perché il cervello è un organo complesso e le conseguenze per i pazienti con questo tipo di trauma hanno un range ampio quanto il mare. è frustrante, ma ci permette anche di avere un mondo di risultati positivi, perciò possiamo solo sperare per il meglio. Sappiamo che avete domande, preoccupazioni, pensieri da condividere, quindi vi prego sentitevi liberi di lasciare commenti. Siamo anche molto ansiosi di avere notizie da neurologi e professionisti con esperienza in DAI e TBI, racconti in prima persona di traumi simili e conseguenze – in pratica qualsiasi cosa utile, pratica e accurata che abbia a che fare con la lesione di Juan. Se avete qualcosa per favore scrivetemi @tunatoast. Posteremo aggiornamenti di tanto in tanto. Grazie a tutti e vi prego, tenete Juan nei vostri pensieri”.

Visualizza questo post su Instagram

Hi everyone – this is Anne, Juan’s wife. While I generally hesitate to share personal details on social media, it felt right to include all of you who’ve supported Juan over the years as friends, fans, fellow music (and food, cat, bike, Japan) lovers and musicians. Juan was in a solo (no cars, other people) and very serious bicycle accident on 1/13/20 not far from our home. He – as always – was wearing a helmet and protective clothing but sustained serious head trauma in the form of a Traumatic Brain Injury (TBI); his form of TBI is Diffuse Axonal Injury (DAI) and as of today, he remains in a coma. The only prognosis is to wait and see, as the brain is a complicated organ and the outcomes for DAI patients has a range as wide as the sea. While frustrating, it also allows for a world of positive outcomes so we can only hope for the best. We know you have questions, concerns, thoughts to share, so please feel free to leave them in the comments (not DM please, sorry) here. We’re also very eager to hear from neurologists, medical professionals with experience in DAI and TBI, first-person accounts of similar trauma and outcomes – essentially any useful, factual and accurate resources that relate to Juan’s injury. If you have any of these, please DM me (Anne) @tunatoast. We will post updates here from time to time. Thank you all and please keep Juan in your thoughts. – xo, Anne

Un post condiviso da Juan Alderete (@j_alderete) in data: