• 24
    Shares

Nel 2014 il designer e data scientist Matt Daniels creò una classifica dei rapper basata sull’estensione del loro vocabolario: analizzando le prime 35000 parole delle rispettive discografie, era giunto alla conclusione che l’artista dal maggior numero di vocaboli diversi fosse Aesop Rock.

(Infografica vocaboli rapper, 2014)

Cinque anni dopo, ha deciso di aggiornare la classifica inserendo nuovi artisti: in testa alla classifica resiste Aesop Rock, mentre al secondo posto si piazza Busdriver e al terzo, quarto e quinto Jedi Mind Tricks, GZA e Wu-Tang Clan. Daniels conclude anche che i nuovi artisti tendono a usare meno parole, come si può vedere in questa grafica:

(Infografica vocaboli rapper, 2019)
Classifica suddivisa per numero di vocaboli

Ma questo non sarebbe dovuto al fatto che, come sostiene qualcuno, che “il rap si sia banalizzato. Il genere è cambiato; si è spostato dalla complessità delle liriche agli elementi tradizionalmente associati alla musica pop: la struttura ripetitiva delle canzoni e del modo di cantare (Joe Carmanica ne ha scritto sul New York Times, sostenendo che questa tendenza sia iniziata con Drake, che ha reso popolare la formula “rapping-and-singing” nello scorso decennio)”. Per consultare l’infografica e capire meglio le posizioni dei rapper, potete andare qui.


  • 24
    Shares