Dieci video, una settimana, la nostra selezione.
Dal 24 al 30 giugno 2019

1. BalthazarChanges

“Ero in hangover e mi lamentavo di questo”, spiega Maarten Devoldere, “e Jinte ha detto qualcosa tipo Stop talking about changing if deep down you know you don’t want to. E allora abbiamo scritto questa canzone per celebrare il difetto nei nostri ingranaggi. Una celebrazione che è stata seguita da un altro dolce hangover”.

2. Slaughter Beach, DogHeart Attack

Nato come progetto solista di Jake Ewald dei Modern Baseball, Slaughter Beach, Dog si è ingrandito fino a diventare una band vera e propria, che torna con il nuovo album Safe And Also No Fear. Dopo One Down e Good Ones, Heart Attack è il terzo singolo, con relativo video, che anticipa la pubblicazione.

3. CEREMONYTurn Away The Bad Thing

“Sapevamo che questa doveva essere la cosa migliore che avessimo mai fatto”, dice il chitarrista Anthony Anzaldo a proposito del nuovo album “non potevamo tornare dopo quattro anni con un disco con solo qualche buona canzone… non riflettere sull’evoluzione del gruppo è quello che ci mantiene motivati. C’è sempre una canzone che non abbiamos critto, una band con cui non abbiamo suonato, un artwork a cui non abbiamo pensato”.

4. Sui ZhenPerfect Place

“L’album parla del perdere le persone dopo che sono andate via e del cercare di contrastare la perdita – non solo la perdita della vita, ma del ricordo e delle informazioni. Lo vedo riflesso nel nostro bisogno crescente di accumulo di dati. Perché conserviamo e documentiamo così tanto? È anche una semplice storia di fantasmi sull’essere perseguitati dalle versioni diverse e passate di noi stessi”.

5. JoyeroDogs

“Ho fatto il video dietro il furgoncino del tour a Durham, mentre le temperature estive raggiungevano le tre cifre, così questi cani non hanno avuto problemi a mostrarsi ansimanti, con le lingue e i denti in mostra. È una canzone sul desiderio e il controllo, l’amore e il pericolo, le gabbie in cui ci mettono e quelle in cui scegliamo di rimanere”.

6. Nicolò CarnesiSpogliati

Diretto da Idio, il video nasce da un’idea di Nicolò e del suo staff, ed è ricco di personaggi da scoprire sulle note di un brano tutto da ballare, che evoca una purificazione, quella dai demoni del nostro millennio. “La canzone, come molte cose della vita, nasce da un ritardo, quello di un mio amico. Non hai nulla da fare e aspetti, in giardino. E intanto pensi al nuovo DNA virtuale, quello perfetto, distante anni luce, in perenne attesa di approvazione, sospeso nello scorrimento frenetico dei post”.

7. Jamila WoodsBALDWIN

“La canzone è ispirata a Letter to My Nephew di James Baldwin. In quello spirito il film ruota intorno a un gruppo di giovani neri in una scuola di Chicago, tipo Hogwarts – ma nera. Dall’esterno, la scuola sembra abbandonata – una delle 50 scuole pubbliche chiuse sotto lo sguardo del sindaco Rahm Emmanuel nel 2013. Abbiamo girato in parte come se fosse un documentario, per includere la prospettiva di come i ragazzi vorrebbero la scuola”.

8. Boy ScoutsGet Well Soon

“È una cosa difficile da dire”, spiega Taylor Vick in riferimento al titolo del nuovo brano tratto dall’album Free Company, in uscita ad agosto: “Speri che qualcuno alla fine stia meglio, ma c’è anche questa strana nuova distanza fra voi. Non puoi fare nient’altro, ma speri che vada tutto bene”. Il video è diretto da Ramez Silyan.

9. ChastitySun Poisoning

Ho scritto una canzone intitolata Sun Poisoning nel 2013, e Kacey Musgraves mi ha ispirato a recuperarla, i suoi versi ‘happy and sad at the same time.’ Un classico delle canzoni, malinconico, ma nel mio adattamento volevo esprimere la sensazione di quando provi a sorridere mentre sai che i tuoi denti stanno sanguinando”.

10. MUNAWho

Dopo Number One Fan, Who è il secondo singolo che anticipa la pubblicazione di Saves The World, il secondo album del trio fieramente LGBTQ, che riconferma la predilezione per le atmosfere anni 80, “dopo aver ricostruito la fiducia in noi stesse come musiciste, come band e come amiche”.

Qua puoi guardare gli altri video usciti in questa settimana: Liam Gallagher, Joy Division, Ezra Furman, King Gizzard & The Lizard Wizard