• 288
    Shares

I due concerti di Phil Anselmo che si sarebbero dovuti svolgere il 26 e 27 marzo in Nuova Zelanda sono stati cancellati dopo la strage di Christchurch, quando un suprematista bianco ha attaccato due moschee uccidendo cinquanta persone. A causare l’annullamento delle due serate, la prima delle quali proprio a Christchurch, è stato un episodio di due anni fa, quando durante un concerto a Los Angeles l’ex voce dei Pantera aveva urlato da un palco “white power” e fatto il saluto nazista.

Il musicista aveva poi detto che si trattava solo di una battuta relativa al vino bianco che aveva bevuto, ma le scuse non sono state sufficienti: “Galatos non ospiterà questo spettacolo”, si legge sulla pagina Facebook (post ora cancellato) del locale di Auckland dove avrebbe dovuto tenersi il secondo concerto: “Proprio oggi, ci è arrivata un’informazione che ci ha fatto sentire a disagio riguardo questa serata”. Il promoter Ben Mulchin ha difeso Anselmo dicendo che sarebbe stato sotto l’effetto di droghe: “Onestamente non credo che Phil sia razzista ma senza dubbio ha fatto una cosa terribile nel 2016”. In rete, però, si trovano diversi video che dimostrano come quello di Los Angeles non sia stato l’unico episodio.





  • 288
    Shares