• 3.1K
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    3.1K
    Shares

Rumore-Febbraio-2016

“Rumore” di febbraio parte da un attesissimo ritorno “meticcio” per la scena italiana. Stiamo parlando di Salmo, storia di copertina del secondo numero del 2016. Il suo nuovo album è un avventuroso disco a cavallo tra hip hop, rock e blues. Anticipato dal successo del singolo autobiografico 1984 e fiancheggiato dalla Machete Crew, ecco che il rapper di origine sarda si appresta a conquistare la penisola con questo nuovo disco in uscita proprio a febbraio (e con il tour imminente a seguire). Paolo Ferrari – prestigiosa firma storica del nostro giornale, nonché assoluta autorità in materia di musica con beat e flow – ha raccolto e amalgamato le parole di Salmo.

Ci sono alcuni ritratti approfonditi, in questo numero. Per esempio quello dei bostoniani Quilt, a cavallo tra folk, rock e psichedelia, intervistati da Claudio Sorge. Non distante, sempre costa nord-orientale degli Stati Uniti, New York, ci sono gli inarrestabili DIIV di Zachary Cole Smith: una star del web (e rock) indipendente che è stata invece intercettata da Elia Alovisi. C’è poi la rinascita dei pesantissimi Baroness, che hanno condiviso la loro storia e le vicende legate al nuovo album, con Mario Ruggeri. Spostandoci di continente si arriva invece in Mali per scoprire il nuovo formidabile album – della definitiva maturità – di Rokia Traore, aiutata per l’occasione da nomi illustri come quelli di John Paul Jones e Kronos Quartet.

Siamo partiti dall’acqua per mettere in parallelo due misteriosi quanto ineffabili compositori, meglio sarebbe dire sperimentatori: William Basinski e Lubomyr Melnyk. I cui ultimi lavori proprio all’acqua si ispirano. Li abbiamo messi a confronto, uno dopo l’altro, in altrettante interviste. Anche perché lo scoppio ritardato delle rispettive carriere in qualche modo li accomuna.

Le pagine di “Retropolis” si concentrano su un nome di culto se ne esiste uno. Stiamo parlando dei britannici This Heat. Andrea Prevignano ha intervistato una delle band che ha contribuito a creare la nozione di rock “artistico”, freschi di una serie di ristampe legati alla loro ossuta discografia.

Fra le interviste di approfondimento ci sono quelle a nomi promettentissimi come Ottone Pesante, Bienoise, J.C. Satàn, Pixx, Io e La Tigre e Sadside Project. Pubblichiamo poi un report live del recente festival salentino La Focara firmato dall’ubiquo Paolo Ferrari. Non potevano poi mancare i nostri doverosi e personali omaggi a due giganti della musica che ci hanno da poco lasciato: Lemmy Killmister e David Bowie.

Il disco del mese è anche stavolta una collaborazione, quella fra due progetti: Jesu (Justin Broadrick) e Sun Kil Moon (Mark Kozelek). Scriviamo poi delle nuove uscite di Animal Collective, Cage The Elephant, The Cult, Sunflower Bean, Jack Garratt, Junior Boys, Kula Shaker, I Cani, Sorge, The Winstons, Motorpsycho, Yoko Ono, Wild Nothing e tantissimi altri.

“Rumore” 289, febbraio 2016, è in edicola: al prezzo di 6 euro. Disponibile anche la versione app da scaricare. Buona lettura!

SOMMARIO
L’EDITORIALE
NEWS
PUNTI DI VISTA
MY TUNES
FUTURA

DISCO DEL MESE
RECENSIONI
TREECOLORE
IN ITALIA
RADICI
IN BREVE
SINGOLARE
FLASHBACK
RETROPOLIS

DAL VIVO
VISIONI
DVD
LETTURE
FUMETTI
STORIE DI RUMORE
BANDA LARGA

 


  • 3.1K
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    3.1K
    Shares