giglife13gen

a cura di Luca Doldi

In queste due settimane siamo ancora in una zona franca, non ci sono ancora molti concerti di artisti e band internazionali ma si inizia a muovere qualcosa. Le feste sono ormai dimenticate e ci vuole qualcosa per alleggerire queste giornate fredde e grigie. Quando fuori piove e fa freddo non c’è niente di meglio che chiudersi in un locale davanti a un palco (o sopra). Anche se non ci sono grandi nomi in giro, sono due settimane tutte da scoprire, e piene di “cose” alle quali vale la pena prestare un occhio e un orecchio. 

BOMBINO
 giovedì 16  gennaio – Segrate (MI), Magnolia

bombino-03 Un tuareg al Magnolia? Ebbene sì. Ma non è un tuareg qualunque, il secondo disco di Bombino è stato prodotto da Dan Auerback, mica l’ultimo degli stronzi. Cosa porta uno dei nomi più in vista del rock odierno a mettere la firma su un disco di un artista semi-sconosciuto di Agadez? Scopritelo il 16 gennaio.

DA’NAMASTE
16/1 Caserta, Jarmush – 25/1 Marina di Gioiosa Jonica (RC), Blue Dahlia

danamaste I Da’Namaste sono in giro dal lontano 1999, hanno quattro dischi all’attivo e suonano un genere che mischia l’art rock e il progressive, in quella terra di confine battuta dagli A Perfect Circle, dai Dredg e i The Butterfly Effect. Due appuntamenti per scoprire o riscoprire una band dal percorso molto personale e ricercato.

MARNERO
17/1 Bologna, Freakout +Lili Refrain +Kubark – 18/1 Vimercate (MB) , Acropolis +La Scatola Nera

marnero Due date da non perdere per la band noise-hc bolognese (di cui abbiamo già parlato due settimane fa), questa volta a Bologna saranno supportati da Lili Refrain, una chitarrista, cantante, performer molto particolare che costruisce  suoni multistrato con la chitarra, alla quale poi aggiunge rumori, vocalizzi, ultrasuoni, parole, armonie con uno stile unico che può sembrare una Zola Jesus sotto acido. Più che concerti i suoi live sono vere e proprie performance artistiche. Ad aprire le danze i Kubark.

PAOLO SPACCAMONTI con STEFANO PILIA
17/1 Ravenna, Cisim – 18/1 Ferrara, Zuni

paolospaccamontiestefanopilia Paolo Spaccamonti è personaggio atipico del panorama musicale italiano. E’ un chitarrista, ma è riduttivo legarlo all’idea della chitarra come siamo abituati a sentirla. Con l’aiuto di effetti, delay e loop, Paolo costruisce un suono stratificato con il quale disegna mondi paralleli, all’interno dei quali poi la chitarra diventa solo un mezzo. Rimbalza da un progetto a un altro scegliendosi sempre con cura i compagni di viaggio: dai Mombu ai film muti da sonorizzare, da Damo Suzuky a dj Gruff.  Il suo ultimo progetto vede la collaborazione di Stefano Pilia (Massimo Volume, In Zaire), con il quale ha realizzato recentemente uno split. E’ infatti il chitarrista dei Massimo Volume colui che lo accompagnerà in queste date.

 GAZEBO PENGUINS
17/1 Cremona, Alice in Città – 18/1 Firenze, Glue – 24/1 Brescia, Low Rock Festival, Latteria Molloy  +Disquited By

gazebo penguins Continua l’infinito tour dei Gazebo Penguins a supporto di Raudo. Visti al Magnolia il 26 dicembre (perché non è che si segnalano i concerti e poi non ci si va), ed è stato un gran concerto. Con il secondo chitarrista hanno un impatto ancora più forte di prima e arrivano delle gran pettinate sotto il palco. Da non perdere.

TIGER! SHIT! TIGER! TIGER!
17/1 Milano, Black Hole Kilt – 18/1 Fermo, Cafè La Piazza – 24/1 Aversa (CE), Officina del Seggio – 25/1 Roma, Circolo degli Artisti +Il Buio

Tiger Anche i Tiger! Shit! Tiger! Tiger! continuano a girare l’Italia portando in giro il loro mix di indie e post-punk. Dopo Perugia e Napoli è la volta di Milano, Fermo, Caserta e Roma, dove si preannuncia una grande serata insieme ai Il Buio.

ANDY STOTT + Filippo Scorcucchi
mercoledì 22 gennaio – Roma, Circolo degli Artisti

Andy Stott performing at Show No Mercy's CMJ showcase on September 20, 2012. Elettronica cupa e claustrofobica, musica perfetta per farsi inghiottire. Andy Stott sbarca a Roma per creare un buco nero all’interno del Circolo degli Arstisti. Se per sbaglio avete la sensazione di sentire qualche affinità di colore (nero) con Joy Division e simili, non sbagliate, perché anche lui arriva da Madchester.

LAUREL HALO
22/1 Firenze, Tenax – 23/1 Roma, Teatro Lo spazio
laurel_halo

Laurel Halo  arriva in Italia per due date con il suo universo elettronico, porta con sé il suo stile indipendente, aggettivo che nel suo caso viene usato nel suo significato letterale.  Un’esplorazione del suono che cammina con le proprie gambe, senza strizzare l’occhio alle mode del momento e senza paura di andare oltre.

 PROTEST THE HERO + Tesseract
 giovedì 23  gennaio – Assago (MI), Live Forum

protest the hero I Protest the Hero sono una band che suona da paura senza prendersi troppo sul serio. Basta dare un occhiata a uno qualsiasi dei loro video per capire quanto poco sul serio si prendono (e anche quanto suonano da paura). Li definiscono math-core ma in realtà dentro la loro musica potete trovare di tutto, dal power metal al post hardcore, dal death al prog. Se Frank Zappa avesse dedicato la sua vita al metal e fosse ancora vivo, avrebbe sicuramente voluto suonare nei Protest the Hero. Unica data in Italia, imperdibile.

STEPHEN MALKMUS AND THE JICKS
23/1, Milano, Tunnel – 24/1 Bologna, Covo Club

malkmus jicks Dopo la reunion  con i Pavement, Stephen Malkmus torna in Italia dopo tre anni dall’ultima volta. Questa volta non sarà con i Pavement, ma con il suo progetto solista per presentare insieme ai Jicks, il suo nuovissimo disco uscito il 7 gennaio: Wig Out and Jagbags. Un’occasione per vedere in azione uno dei nomi più influenti dei ’90 che sicuramente in molti non si lasceranno scappare. Info nella sezione In Arrivo.

IL BUIO
 23/1 Padova, Metropolis Bar – 24/1 Amelia (TR), Porcelli Tavern – 25/1 Rome, Circolo degli artisti +TIGER! SHIT! TIGER! TIGER!

il buio Dei Il Buio avevamo già parlato in occasione del concerto di Santo Stefano insieme ai Gazebo Penguins, e in quell’occasione hanno confermato tutte le loro qualità. La data più interessante per vederli in azione, come già segnalato sopra, è a Roma insieme ai Tiger! Shit! Tiger! Tiger! ma anche le altre non perdetevele.

 

FINE BEFORE YOU CAME
 23/1 Segrate (MI), Magnolia – 24/1 Torino, spazio 211 – 25/1 Bologna, Covo Club

fine before you came Torna il freddo, quello vero, e i Fine Before You Came tornano a scaldare i cuori assiepati sotto il loro palco. E tornano anche con due pezzi nuovi che potete trovare qui. Se non avete mai assistito a un loro concerto, cosa aspettate? Se invece li avete già visti, non c’è bisogno che vi si dica altro, ci sarete. Altre info nella sezione in arrivo.

COLD CAVE
24/1 Milano, Plastic- 25/1 Roma, Traffic

Cold-Cave Dei Cold Cave si è parlato in occasione dell’annuncio della nuova data dei NIN a Bologna il 3 giugno, poiché la band darkwave statunitense aprirà il loro concerto. Ma prima di giugno ci sono due occasioni di vedere la band in solitaria, anche se in realtà la mente dietro tutto è una, ovvero quella di Wesley Eidson. Se siete amanti dei suoni sintetici e delle atmosfere scure questo è pane per i vostri denti.

KYLESA + Sierra + Jagged Vision
sabato 25 gennaio, Milano – Lo-Fi

kylesa I Kylesa sono ormai una delle certezze dello sludge/stoner con più di un decennio di attività alle spalle. Nel 2013 hanno pubblicato un nuovo disco che si chiama Ultraviolet, e la data al Lo-Fi di Milano è l’unico passaggio in Italia del loro tour europeo a supporto del disco. Dal vivo promettono di pettinarvi a dovere. Ah, se vedete doppio non vi preoccupate, non è perché avete bevuto troppo (o forse è anche per quello), i Kylesa suonano con due batteristi.

LANTERNS ON THE LAKE
domenica 26 gennaio, Milano – Lo-Fi

Lanternsonthelake I Lanterns On The Lake sono una band di Newcastle e la loro musica è un misto di indie-folk e post-rock. Musica per cuori di panna. Arrivano in Italia per la prima volta e vi consiglio di guardarvi e ascoltarvi questo live di BeatcastTV per capire il motivo per cui vale la pena vederli dal vivo.