•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

cornell vicky

Vicky Karayiannis, moglie di Chris Cornell, ha pubblicato una lettera per il marito recentemente scomparso. Ve la riportiamo qua sotto integralmente, tradotta, senza commenti.

Al mio dolce Christopher,

Sei stato il miglior padre, marito e genero. La tua pazienza, la tua empatia e il tuo amore si sono sempre intravisti. 

Hai sempre detto che ti avevo salvato, che non saresti in vita se non per me. Il mio cuore luccicava a vederti felice, vivo e motivato. Eccitato per la vita. A fare qualsiasi cosa che potevi per ricambiare ciò che era stato fatto per te. Siamo stati bene come mai nelle nostre vite negli ultimi dieci anni e mi dispiace, mio dolce amore, che non ho visto quello che ti è successo quella sera. Mi dispiace che eri solo, e so che quello non eri tu, mio dolce Christopher. Lo sanno anche i tuoi figli, così che tu possa riposare in pace. 

Mi sento devastata, ma terrò alta la testa per te e mi prenderò cura dei nostri bellissimi bambini. Ti penserò ogni minuto di ogni giorno e combatterò per te. Avevi ragione, quando dicevi che eravamo anime gemelle. Dicono che i sentieri che si incontrano si incontreranno di nuovo, e so che verrai a trovarmi, e io sarò qua ad aspettarti.

Ti amo più di quanto chiunque abbia mai amato chiunque nella storia dell’amore, e più di quanto chiunque potrà amare chiunque. 

Ora e per sempre,
La tua Vicky.

Leggi il ricordo di Chris Cornell della redazione di Rumore, e quello di Andrea Prevignano.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •