cemento atlantico

Rotte Interrotte è stato il nostro disco italiano nel mese di settembre, esordio di Cemento Atlantico. Blade Runner Zero è il nuovo video in anteprima

Cemento Atlantico, il primo progetto discografico del producer e DJ romagnolo Alessandro “ToffoloMuzik” Zoffoli, ideato tra il 2020 e il 2021, è stato nostro disco italiano nel mese di settembre con l’esordio Rotte Interrotte uscito in estate per Bronson Recordings. Non è un caso il titolo, nasce dall’esigenza di tradurre in musica le esperienze di viaggio vissute da Zoffoli negli ultimi anni: Marocco, Vietnam, Perù, Cambogia, Colombia, India, Guatemala, Myanmar. Ai confini del mondo.

Field recording, sample e frammenti alla natura, alla storia, alla strada e ai luoghi sacri. Emozioni incise nella mente con mezzi di registrazione occasionali, successivamente manipolate tramite l’elettronica e la costruzione ritmica creando un melting-pot sonoro e culturale unico e contemporaneo. Trip hop, dubstep e chillout si intrecciano con world music ed elementi etnici, come se il punto di partenza fosse Bristol, anziché Cesenatico, e quello di arrivo fosse invece tutto da sonorizzare, tutto da esplorare.


In anteprima su Rumore vi facciamo vedere il video di Blade Runner Zero che il producer e dj racconta così:

Al mondo ci sono cinque continenti, e poi c’è l’India: un paese al limite delle contraddizioni, una sorta di enorme set cinematografico di un capitolo zero di Blade Runner. Era l’inizio del Kartika (l’ottavo mese del calendario Hindu) e presto mi immersi nella magia di Pushkar, città sacra nata dalla mano di Brahma. I cammellieri di Thar agghindavano le loro “Navi del deserto” e peregrinavano verso Pushkar per il “Kartik Mela”: 200.000 persone, un mercato di 50.000 cammelli, trampolieri e incantatori di serpenti. Per quanto incredibile, tutto questo fermento era solo uno spettacolo di contorno a un evento religioso che la sera di luna piena prendeva vita sul Ghat: un bagno collettivo nel lago per purificarsi dai peccati, seguito da un rito di preghiera canora detto Maha Aarti (adorazione con il fuoco). Una delle cerimonie più intense alle quali abbia mai assistito.

Inoltre specifica anche dove e come sono state raccolte le registrazioni ambientali:

Le voci e le percussioni sono state registrate durante le aste di cammelli da gruppi di musicisti provenienti dai deserti del Rajasthan e dal vicino Afghanistan. L’outro di Blade Runner Zero fu registrata durante l’ultima sera di Kartik Mela sul Ghat del Lago di Pushkar. Il Maha Aarti è un rituale induista devozionale. Il sacerdote si muove in senso orario intorno all’effige di un vassoio con una lucerna, di solito con cinque stoppini, imbevuti di canfora e altri oggetti, come cenere sacra, foglie di tulasi, polvere di kumdum, fiori. Il momento culminante dell’adorazione è quello in cui si brucia la canfora, con la sua luce vivida e il suo profumo intenso. Il gesto dell’offerta del fuoco si svolge ponendo le mani sulle fiamme e portandole al viso, è accompagnato da mantra cantati ed eseguiti in lode della divinità. Poiché la canfora non lascia residui, la sua fiamma simboleggia tanto l’incarnazione della divinità quanto il suo trascendere la forma corporea

Qua sotto potete guardare il video di Blade Runner Zero: