Quello che i Flaming Lips dicono, poi fanno. Tutto era partito da un meme che girava durante il primo lockdown. Quel meme vedeva l’evoluzione dei live della band di Wayne Coyne con lui nella bolla a uno step successivo, anche il pubblico in una bolla. Dopo l’occasione del Late Show di Stephen Colbert con tutta la band e il relativo pubblico nelle bolle suonando un solo brano, Race for the Prize, estratto dal loro fondamentale album The Soft Bulletin del 1999, la band ha voluto organizzare un vero concerto a tutti gli effetti.

Si è svolto a Oklahoma City con bolle per il relativo distanziamento con solo 100 bolle, una per ogni persona del pubblico. Questo speciale concerto pare sia andato bene e come potete vedere, Wayne ha fatto tutto quello che farebbe normalmente durante i live, cioè buttarsi con la sua bolla sul pubblico, in questo caso atterrando su altrettante bolle. Per l’occasione, hanno anche registrato un video del nuovo brano Assassins of Youth, estratto dall’ultimo disco American Head.