• 39
    Shares

Ascoltate voi stessi e guardate nell’Infinito e dello Spazio e del Tempo. Là echeggiano il canto degli Astri, la voce dei Numeri, l’armonia delle Sfere.
– Ermete Trismegisto –

Cosa cantano gli astri a novembre 2020. L’oroscopo di Rumore aggiornato ogni settimana

di Sofia Antinori

ARIETE
“Re del passato, presente e futuro, i miei antenati osservano, present, future / Re della cultura, re dei soldati, re della carneficina / Re della saggezza, re dell’oceano, re del rispetto / Re degli ottimisti e dei sognatori che vanno a prendersi ciò che vogliono”. Come il giovane re T’Challa chiama a raccolta i suoi alleati e libera tutto il potere di Black Panther per distruggere i nemici e salvare la sua Wakanda e il suo popolo, anche tu, Ariete, devi fortificarti per affrontare qualche battaglia. Nulla di cruento e nulla che tu non sia in grado di reggere. Solo prove che serviranno ad accrescere positivamente la consapevolezza personale e solidificare, soprattutto nella tua mente, la nuova e più avanzata versione di te stesso.

Settimana 2 (8-14 novembre)
Come un uomo che riesce a vedere il sole sulla luna – e, volendo, anche ad abbronzarsi – tu riesci a trovare modi insoliti di reagire alle interferenze, quale sia la forma che prendono. Bravo, Ariete, stai raggiungendo l’evoluzione e l’illuminazione. Non smettere proprio adesso.

Settimana 3 (15-21 novembre)
Scommettiamo che, se per una volta, manifesti il tuo giudizio tenendo sotto chiave l’aggressività e mostrando tutta la tua onestà, riuscirai a dire anche le cose più spiacevoli senza che nessuno se la prenda?

Settimana 4 (22-30 novembre)
Se avessi una barca, Ariete… anziché farci salire su un pony, come il buon Lyle Lovett, mettici su rami secchi, bagagli pesanti, personaggi tossici, veleni e malumori e spingila nell’oceano. Poi dalla riva guardala prendere il largo.

TORO
Nel 1988, Sir Mick Jagger ebbe l’onore di introdurre i Beatles nella Rock’n’Roll Hall of Fame. Nel suo discorso ricordò come Love Me Do, lo avesse fatto diventare verde d’invidia. Era il periodo in cui gli Stones peregrinavano per i club britannici e si proponevano come un’assoluta, selvaggia novità. Poi scoprirono l’esistenza di una band di Liverpool con contratto discografico già in tasca e un singolo scala classifica. Anziché soccombere, Jagger e soci si lasciarono ispirare. Composero I Wanna Be Your Man e la loro carriera spiccò il volo. Continuare a chiedersi perché il successo arrivi agli altri e non a te, che di talenti ne hai da vendere, Toro, è lacerante. Dovresti avere più fiducia in te stesso e, per una volta, dare tempo al tempo.

Settimana 2 (8-14 novembre)
Parliamodi vibrazioni, Toro. Di sensazioni, reazioni a pelle e premonizioni. Tutte cose che questa settimana devi dimenticare perché il tuo radar guasto potrebbe portarti in direzioni sballate. Chiama piuttosto il centro assistenza…

Settimana 3 (15-21 novembre)
“La luna chiese al corvo / un piccolo spettacolo / Nella nebbia lattiginosa del crepuscolo / Nessuno doveva saperlo”. È il momento delle richieste che potrebbero essere esaudite, Toro, allora tra fuori la lista dei desideri dal cassetto e fatti sotto. Senza esagerare, of course.

Settimana 4 (22-30 novembre)
Tutto ha una doppia faccia, Toro. Anche una seccatura. Se ti alleni a guardare il lato nascosto di un fastidio, di un dovere o di un obbligo, scoprirai un nuovo e benefico potere: trasformare tutto in un’avventura. E magari ci prenderai anche gusto…

GEMELLI
La Teoria dei Giochi è una teoria matematica usata per descrivere le scelte dei giocatori in una situazione in cui è richiesta l’interazione strategica, ovvero quando un giocatore può influenzare il comportamento/risultato di un altro giocatore. Un suo “corollario” è il cosiddetto Punto di equilibrio di Nash, che formula la presenza di un comportamento razionale e utile socialmente perché consente a tutti i giocatori di ottenere qualcosa, che al tempo stesso è nell’interesse di tutti i partecipanti. In un mese che ti invita caldamente a giocare e, allo stesso tempo, a cooperare per raggiungere gli obiettivi che ti sei prefisso, Gemelli, più sei in grado di trovare in ogni partita il punto di equilibrio più avrei la vittoria in tasca.

Settimana 2 (8-14 novembre)
“Ridammi il mio nome / Ridammi il mio nome / Qualcosa è stato cambiato nella mia vita / Qualcosa è stato cambiato nella mia vita / Qualcosadeve esserci restituito”. Ricordalo quando le tue due anime tendono a volersi separare, come siamesi stanchi di condividere un arto, e tendi a dimenticare chi sei.

Settimana 3 (15-21 novembre)
“Sveglia, sveglia all’alba, non sono abbattuta ma cerco / cerco le parola, le mani sudate, nessun suono / canto su qualcosa che non so / per portarti qui / lasciarti lì / per non mollare, non essere ingiusta / un’altra parola, alle cinque del mattino, trovo i miei pensieri” . Tu a che ora trovi i tuoi, Gemelli?

Settimana 4 (22-30 novembre)
La regola fondamentale della “Vita dell’essere umano compiuto” dice: imparare a bastare a voi stessi è il segreto di ogni rapporto che funziona. Conoscere te stesso alla perfezione, mantenere l’indipendenza e l’autosufficienza di spirito, Gemelli, ti aiuta a essere più lucido nella scelta di chi vuoi al fianco a intorno. Attento solo a non farlo diventare un limite e ad auto imprigionarti.

CANCRO
“Cosa ti spezza il cuore / Cosa ti tiene sveglio la notte / Cosa ti far venir voglia di crollare e piangere / Ma dillo, che non volterai mai le spalle / che non diventerai mai insensibile al mondo / che non proverai mai a far tacere i ritmi nel petto / che non guarderai mai il male tra noi e proverai a dimenticarlo / Dillo, che dirai sempre le cose come stanno”. In una parola, Cancro, parla. Anche quando si tratta di dover condividere con gli altri paure e incertezze (e la latente ipocondria). Anche quando la determinazione che ti regala Marte ti porta gioie. Anche quando ti trovi a davanti a qualcosa che proprio non riesci a mandare giù. Tutto, proprio tutto, si po’ dire se si usa il giusto tatto, tanta chiarezza e un pizzico di diplomazia. E ti stupirai di quanti “ascoltatori” incontrerai sul tuo cammino…

Settimana 2 (8-14 novembre)
“Non so come / ma penso che tutto si risolverà / di notte quando sento la tua assenza / Come una linea tratteggiata su tutta la mia schiena / come una visione d’argento nel deserto”. Proprio come nel classico gioco da Settimana Enigmistica, Cancro, a volte è solo questione di unire i puntini…

Settimana 3 (15-21 novembre)
Sembrerà sciocco, Cancro, ma come molte persone hanno il bisogno quasi primordiale di sollevare pesi e sprizzare sudore per scolpire il fisico, tu hai l’esigenza pressante di scolpire l’anima. Di nutrirla di bellezza, ispirazione, sostanza. Poco importa se il gluteo è floscio e i bicipiti hanno poca definizione. Non frenarti, solo perché qualcuno te lo fa notare.

Settimana 4 (22-30 novembre)
“C’è qualcosa nell’aria / che mi dice che sono nel posto giusto / Allora fisso la folla, provo a cercare la faccia giusta / ed eccola, anche tu dici che ti dispiace”. Tra tante urla di affermazione una silenziosa ammissione è l’arma più potente che hai tra le mani.

LEONE
“So di aver sbagliato”. A novembre esercitati pure a mandare la frase a memoria e a ripeterla, con cuore convinzione e non come fossi un umanoide creato da un fan sfegatato di Super Vicky, ogni volta che ce ne sarà bisogno. Te lo consiglia Mercurio retrogrado e un cielo carico di quella confusione che genera interferenze e incomprensioni con i tuoi simili, Leone. E no, ammettere le proprie colpe o mancanze non è segno di debolezza o fallimento, al contrario potrebbe essere la chiave per innescare la scintilla di nuove partenze. O anche l’occasione per dare una vera seconda possibilità a un rapporto, d’amore o d’altro, finito troppo presto.

Settimana 2 (8-14 novembre)
“Ho guardato la montagna / dalla foce del fiume / Ho camminato un mese senza incontrare nessuno / prima che mi rendessi contodi dove portava tutto ciò / tutta la luce e il trifoglio / La valle copiosa di sotto / Mi sono guardato intorno e ho scoperto / non c’è mai fine che uno spirito per cerca”. Non lasciare mai che il tuo spirito smetta di cercare, Leone. Però, ogni tanto concedigli una pausa.

Settimana 3 (15-21 novembre)
Quando la tua mente, Leone, segue percorsi insoliti e si perde tra buchi neri, ossessioni, visioni oscure e claustrofobiche, raccogli le forze e portala in uno “spazio essenziale”, dove le pareti sono bianche, l’arredamento è spartano e l’unica finestra lascia entrare il sole. Se, e solo se, è necessario rinchiudila e nascondi la chiave.

Settimana 4 (22-30 novembre)
“Sono come un tabloid / Sono come un predicatore / Privo di integrità / Sono un bugiardo / sono un manipolatore di verità”. Diffida di chi ti dà l’impressione (perché nessuno lo ammetterà mai apertamente) di appartenere a queste categorie (dis)umane. Se li conosci, li eviti.

VERGINE
“Quando ti muovi / riesco a ricordare qualcosa che ho perso / Quando ti muovi / Tesoro, vengo rapito da qualcosa di così imperfetto e libero”. Normalmente, se qualcuno ti suggerisse di “fare un salto nel vuoto perché tanto la vita crea sempre una rete di protezione”, tu che hai sempre un piano B (alle volte anche C e D), Vergine, inorridiresti. apertura. Eppure il cielo tardo autunnale di Novembre, ricco di promesse, ti invita a fare proprio questo: liberarti e muoverti, cercare il cambiamento nell’insolito, mollare la voglia di controllo. E la cosa più interessante è che non opporrai alcuna resistenza, e non per fatalismo ma perché finalmente sei padrona delle tue capacità. Allora, vai, muovi e smuovi!

Settimana 2 (8-14 novembre)
“Ti ho detto che non ho voglia di venire a questa cena / Sai che non impazzisco per questi tizi di cui ti preoccupo tanto / Per cui quando diranno qualcosa che i fa ribollire il sangue / il vino costoso non spegnerà il fuoco / Tirami tutti i calci che vuoi sotto il tavolo / Non me ne starò zitta”. Quando ti trovi in situazioni potenzialmente “esplosive”, Vergine, non morderti la lingua, ma con la tua classe innata parla. Ed educa…

Settimana 3 (15-21 novembre)
Se hai un progetto, Vergine, questo è il momento adatto e propizio per tirarlo fuori dal cassetto-archivio-computer. Smetti di dire che è solo un’idea, che in fondo era solo qualcosa per mettere alla prova te stessa, e… osa. Senza alcun indugio.

Settimana 4 (22-30 novembre)
hai sempre creduto di essere una creatura “notturna”, Vergine, ma in questo imprevedibile anno hai scoperto la tua parte “diurna”, la parte luminosa, e hai iniziato ad apprezzarla e coccolarla. Adesso è il tempo di passare allo step successivo: regalare un po’ della tua luce a chi vicino a te brancola nel buio. Propio come un pannello solare che fornisce l’energia immagazzinata.

BILANCIA
Parliamo di selezione naturale, Bilancia. Di quel meccanismo che, come ci ha insegnato Charles Darwin, garantisce l’evoluzione della specie secondo il principio della sopravvivenza dell’individuo dotato di qualità superiori rispetto al suo simile. E parliamo di consapevolezza: in quale gruppo ti trovi? In quello destinato all’estinzione o quello che continuerà il gioco? Premesso che la vita non è il grande fratello e che gli astri non hanno bisogno di televoto per sapere che sei nella squadra vincente, il compito a te affidato per novembre è piuttosto semplice. Scegli le tue migliori qualità, raffinale, rendile lucidissime con olio di gomito e mettile al servizio degli altri.

Settimana 2 (8-14 novembre)
“Qualcuno ha detto che sono andati via insieme / Mi sono precipitato alla porta per raggiungerla / Era mani nella mano con Trevor / Non è stata una bellissima sensazione / Mi hai detto, “datti un contegno / dovresti tentare la sorte con Heather” / ho sentito dire che sono stati a letto insieme / Oh, meno so, meglio è”. L’informazione è potere, Bilancia, e il gossip incuriosisce. Ma in certi casi, soprattutto se non ti riguardano in prima persona, farsi gli affari propri è un diktat.

Settimana 3 (15-21 novembre)
“Prenditi del tempo, vira di bordo in prua / disegna la tua bandiera e falla girare /poi dai un’occhiata e nascondila bene / prenditi del tempo, ascoltali / funziona solo se risolvi le cose, per ripulire la mente”. Immagina di avere nell’anima e nella testa un pirata, Bilancia, che dà inizio a una piccola rivoluzione. E lasciagli campo libero. Se non altro per scoprire dove ti porta.

Settimana 4 (22-30 novembre)
Diceva Cicerone: “Le cose che diciamo quando siamo stati provocati sono più sincere di quelle che diciamo quando siamo tranquilli”. Tu, invece, Bilancia, per questa settimana, fatti più furba e pratica il silenzio. Se proprio vorresti scoppiare sfogati con un sacco da boxe. O con il maledetto calcare che rende meno immacolati gli igienici e disturba la lavatrice.

SCORPIONE
“Sento arrivare le onde salate / Le sento infrangersi sulla mia pelle / E sorrido e respiro perché so che non vinceranno mai / Sul televisore c’è una nebbia / che cambia tutto ciò che vedo / Forse se continuo a guardare / perderò i tratti che mi preoccupano”. Hai la rara capacità, caro Scorpione, di riuscire a trovare il dramma anche quando le cose vanno esattamente come vuoi tu. Al punto da mandare, il più delle volte, tutto in malora. Le stelle ti implorano di smettere. E ti invitano a cambiare prospettive e punti di vista, a lasciarti andare, a gioire del bello, anche solo per un paio d’ore al giorno, fino a che non diventerà automatico sorridere. E ritrovare la serenità giusta per tutte le importanti decisioni che ti aspettano.

Settimana 2 (8-14 novembre)
“Ah, e quando lei piange / i colori si dividono / e io non canterò più / Dammi solo bianco e il nero”. È questo che vorresti, Scorpione, quando le cose sfuggono alle caselle in cui le hai inserite e quando si confondono facendoti perdere le certezze. Impara a vedere tutti i colori di uno spettro, accoglili, combinali, riadattali, mischiali. Potrebbero piacerti.

Settimana 3 (15-21 novembre)
“Poi il calore sparisce e il miraggio svanisce”. Ti lasci coinvolgere dai problemi degli altri a tal punto che diventano i tuoi, Scorpione, e perdi tutta la lucidità necessaria a risolverli, finendo per non essere d’aiuto a nessuno. E se applicassi anche a questo un po’ di sano distanziamento sociale?

Settimana 4 (22-30 novembre)
Vivi, Scorpione. Per una volta non pensare ai se e ai ma e resta nel presente, nell’istante. Sorridi e trai tutto il positivo possibile da questi momenti di serenità assoluta. Non sono frequenti, per te che sei incline al turbamento, ma se impari a goderteli arriveranno a frotte.

SAGITTARIO
Non devi vergognarti se nel bel mezzo di tempi duri e restrizioni alla vita come la conoscevamo senti esplodere dentro di te la scintilla della meraviglia, della speranza. È come se sentissi, senza alcuna retorica, che tutto andrà per il meglio. Senti tutta la potenza di quel verso del Paul Simon di Graceland, quando dice: “La medicina è magia e la magia è arte. Pensa al ragazzo nella bolla. Pesa al bambino con il cuore del babbuino”. Hai voglia, nonostante tutto di sognare ed esplorare, di uscire dalla routine. Continua a tenere viva la fiamma, trova modi alternativi per evadere, mantieni la positività e diffondila. Goccia dopo goccia creerai un oceano.

Settimana 2 (8-14 novembre)
“Un compromesso tra onestà e menzogna / per portarmi oltre il loro astuto travestimento / Mi muovo lentamente mosse sono lente ma presto lo sapranno / Dietro le quinte sviluppano i loro imbrogli / Nascondendo le intenzioni, rivelandone solo una frazione / Si muovono lentamente ma presto lo saprò”. L’esistenza è spesso una partita a scacchi, Sagittario, studia attentamente l’avversario, scegli quali pezzi sacrificare per primi e fai la tua mossa vincente.

Settimana 3 (15-21 novembre)
È tutta questione di fiuto, Sagittario, e tu ne hai da vendere. Sa questo tuo sesto senso per scegliere, scegliere davvero, le persone su cui investire, umanamente intendo, e per una volta lascia andare chi “non te la conta giusta”. Anche se si offre di fare la fila per te alla cassa del supermercato o passa a ritirare il bucato i lavanderia. Piuttosto assumi una colf.

Settimana 4 (22-30 novembre)
Ogni tanto bisognerebbe ricordarsi di mostrare un po’ di gratitudine per le persone che ti rendono piena la vita. E non con un profumo o un oggetto di design, di cui ti piace ricordare – poco elegantemente – il prezzo. Ma con un gesto, semplice e sentito. Soprattutto sentito.

CAPRICORNO
Credo tu conosca il significato dell’espressione “riposare sugli allori”, Capricorno. Anche perché è diventata da qualche tempo il tuo modus operandi, una vera e propria filosofia di vita. Certo, trovarsi davanti dopo anni di magra astrale, congiunture positive e doni celesti po’ dare alla testa anche a un tipo iper razionale e realista come te. E sicuramente può indurre a un po’ di sano rilassamento interiore ed esteriore. Quello che non dovrebbe fare, tuttavia, è impigrirti, sottrarti l’immaginazione che, mai come in questo momento dovrebbe fluttuare libera e insegnarti a essere più tollerante e a trovare sempre nuove direzioni. La stasi, te lo dico con tutto l’affetto possibile, ti inacidisce e ti rende antipatico. Molto antipatico.

Settimana 2 (8-14 novembre)
Nella tua tua vita è finalmente arrivata l’estate (si, lo so che fuori ci sono dieci gradi e che Natale è alle porte) e hai deciso che è ora di lasciarti andare. Bene. Ma fai attenzione a non trasformare la spensieratezza in orgoglio cieco. E a evitare di giudicare con troppa severità chi vuole godersi l’inverno. Quando le parti erano invertite non hai ricevuto che sostegno.

Settimana 3 (15-21 novembre)
Il distacco fa bene quando si ha bisogno di valutare una situazione che non riesce più a regalare gioia e si trascina per inerzia. Il distacco, tuttavia, non equivale sempre e solo a un taglio netto o a una sparizione improvvisa, Capricorno. Rifletti e non confondere le cose.

Settimana 4 (22-30 novembre)
Immagina le onde che si infrangono sul bagnasciuga. Immagina di non sentire alcun suono, come in un filmato privo di audio. Ecco, Capricorno, il mantra della settimana: muoviti, agitati e ondeggia, senza fare rumore.

ACQUARIO
A John Darnielle dei The Mountain Goats, da bambino piacevano i draghi e gli unicorni e la magia del fantasy. Poi la vita e le esperienze dell’adolescenza lo hanno indurito e riportato alla realtà. Fino al giorno in cui, ormai diciottenne, riceve dalla fidanzata una tazza con il disegno di un unicorno e pensa: “Hai tradito il nobile unicorno? Chi ha scelto cosa era meglio per te? Chi ti ha trattato tanto male? All’innocenza di chi hai voltato le spalle?”. Cosa o chi è il tuo unicorno, Acquario? Se hai già una risposta ritrovalo e riportalo nella tua vita. In caso contrario cercalo, senza indugi. Recuperare un po’ di innocenza no fa male, al contrario dona l’energia necessaria a rinnovarsi, a osare. E tu ne hai un gran bisogno.

Settimana 2 (8-14 novembre)
Camminare da solo, Acquario, non vuol dire essere solo. E neanche avere innalzato intorno a sé un impenetrabile muro di cinta. Significa, piuttosto, avere sempre una direzione, trovare stimoli e ispirazioni, conoscere i propri pregi e i propri limiti e conviverci. E avere sempre una mano tesa. Anche vero chi proprio non ti capisce.

Settimana 3 (15-21 novembre)
Avere l’umiltà di riconoscere che una decisione presa con le migliore intenzioni ha avuto risultati pessimi per un numero cospicuo di persone, non ti rende un debole, Acquario, ma un vero saggio. Che sa correre un rischio e accettarne tutte e possibili conseguenze. E trova una soluzione alternativa che limiti i danni.

Settimana 4 (22-30 novembre)
A volte va così. Anche con un giorno in cui il sole brilla fiero in un cielo limpido tu riesci a individuare una piccola macchia nera nel grande bagliore. È nella tua natura, dici, essere “il re del dolore”. Ma gli astri cortesemente dissentono. E ti inviano segnali inequivocabili.

PESCI
“Non serve a niente startene seduta a chiederti perché / E comunque non importa / Non serve a niente startene seduta a chiederti perché, bambina / Se non lo hai ancora capito / Quando il gallo canterà allo spuntare del sole / guarda dalla finestra, io non ci sarò più / Sei tu il motivo per cui me ne vado / ma non ci pensare, va tutto bene”. Va tutto bene, Pesci, anche se alcune esperienze hanno raggiunto la loro naturale conclusione, anche se apparentemente di ritrovi solo a dover ricominciare da zero. È tutto parte di un incoraggiante disegno astrale che ti vuole e ti rende caldo, empatico, attendo, pieno di propositività e valore. E ti regala piccoli colpi di fortuna. Goditela.

Settimana 2 (8-14 novembre)
“I miti mi piacevano. Non erano storie da adulti e non erano storie per bambini. Erano molto meglio. Erano, e basta”. Parafrasando Neil Gaiman, Pesci, sii e basta. Lascia sbocciare il mito che è in te…

Settimana 3 (15-21 novembre)
“Scosti le tende / e il sole ti brucia gli occhi / guardi un aereo in volo / per un cielo limpido e azzurro / questo è il giorno in cui la tua vita cambierà / questo è il giorno in cui tutto andrà al suo posto”. Non ho altro da aggiungere, Vostro Onore.

Settimana 4 (22-30 novembre)
Il Sole – e capisci perché sto usando la maiuscola – brilla talmente alto che rischia di causarti insolazione e mancamenti improvvisi. Oltre a confonderti le idee. Non ne fare un dramma, ma è sempre meglio avere in tasca un paio di occhiali con lenti colorate.


  • 39
    Shares