• 21
    Shares

Il nostro riassunto della settimana, sopra e sotto i palchi
dal 26 ottobre al 1 novembre 2020

1. IL REGALO DI COMPLEANNO DI KANYE WEST A KIM KARDASHIAN

Romantico o inquietante? Sicuramente originale: per i suoi 40 anni, Kanye West ha regalato alla moglie Kim Kardashian un ologramma del padre scomparso nel 2003. La Kardashian ha apprezzato la “sorpresa speciale dal cielo” e ha postato gli auguri del padre virtuale sui social.

2. LIL WAYNE PER DONALD TRUMP

Mentre le elezioni americane sono sempre più vicine, aumentano gli endorsement da parte dei musicisti. La maggior parte pro Biden, ma non mancano i supporter di Trump, compresi i più improbabili, come Lil Wayne, che scrive in un tweet: “Ho appena avuto un grande incontro con Donald Trump. A parte quello che ha fatto per la riforma della giustizia, il platinum plan darà alla comunità una reale titolarità. Ha ascoltato quello che avevamo da dire e ha assicurato che lo farà e potrà farlo”.

3. DAMON ALBARN CONTRO IL BLOCCO DELLA MUSICA

Altro tema caldo, le conseguenze della pandemia sull’industria della musica. In un’intervista a Sky News, Damon Albarn ha detto di essere contrario al blocco della musica dal vivo, dicendo che “Se le persone vogliono esibirsi, dovrebbe essere loro permesso. Nessuno dovrebbe essere costretto a fare qualcosa, ma se le persone vogliono, qualcuno dovrebbe fare in modo che sia possibile così che tutti possano partecipare e sentirsi a proprio agio”. Vedremo se Albarn troverà il modo, magari prendendo esempio dai Flaming Lips con il loro live nelle bolle.

4. L’INVITO AL VOTO DEGLI ARCADE FIRE

Oltre agli endorsement per uno o l’altro candidato, negli Stati Uniti non mancano mai gli inviti ad andare semplicemente a votare, visto il sistema particolare che fa sì che non tutti esercitino il loro diritto/dovere. L’ultimo arriva dagli Arcade Fire, che si sono esibiti per la campagna di Bon Iver A Campaign to Make Your Vote Count. “Uscite e andate a votare, non è mai stato così importante”, dice Win Butler prima di iniziare a suonare Culture War dall’album The Suburbs.

5. LA RE-ACTION FIGURE DI BERTHA DEI GRATEFUL DEAD

Sarebbe stata perfetta come gadget di Halloween, ma sarà per il prossimo, visto che al momento è disponibile solo per il preorder: è la nuova action figure di Bertha, lo scheletro della copertina dell’album live dei Grateful Dead del 1971.

E se non vi bastano queste news in pillole, qua trovate quelle musicali e qua quelle scovate dalla rete.


  • 21
    Shares