• 24
    Shares

Il nostro riassunto della settimana, sopra e sotto i palchi
dal 3 al 9 agosto 2020

1. NEIL YOUNG FA CAUSA A DONALD TRUMP

Neil Young aveva già espresso le sue lamentele per l’uso delle sue canzoni da parte di Trump durante i suoi comizi, ma ora, visto che queste sono state ignorate, ha deciso di passare alle vie di fatto, e ha querelato il presidente degli USA per violazione del copyright. La denuncia si riferisce ai brani Rockin’ In The Freeworld e Devil’s Sidewalk, e Young precisa che “questo reclamo non intende mancare di rispetto ai diritti e alle opinioni dei cittadini americani, che sono liberi di sostenere il candidato che preferiscono. In ogni modo, la Plaintiff non può permettere in coscienza che la sua musica venga usata come tema principale di una campagna divisiva e antiamericana di ignoranza e odio”.

2. KANYE WEST VS BIDEN

Kanye West non demorde: in una nuova intervista a Forbes conferma di essersi candidato alle presidenziali americane con l’intenzione di vincere, ma ammette anche di essere soddisfatto solo all’idea di poter danneggiare il candidato democratico Biden: “non lo nego”, risponde a domanda diretta. Quando gli viene fatta notare l’impossibilità quasi matematica di vincere poi, risponde: “Non discuterò con te. Jesus is King”.

3. LO SHOP DI NICK CAVE

Nick Cave ha lanciato il suo nuovo webstore, ma come ci si può facilmente aspettare trattandosi di Nick Cave, non è il solito merchandise: t-shirt e tote bag non mancano, ma ci sono anche ciondoli con la red hand, “plettri dal prezzo esagerato”, “costosi segnalibri con foglia d’oro”, e anche la carta da parati con le illustrazioni di Cave.

4. LA BIRRA DEI SUPERGRASS

I Supergrass hanno prodotto una birra in edizione limitata in occasione del loro concerto virtuale del prossimo 21 agosto, sponsorizzato proprio dalla birra Goose Island. La IPA dei Supergrass si chiama Mansize Brew Sir, dal loro brano del 1995 Mansized Rooster, e Gaz Coombes la descrive come “robusta e potente”.

5. L’UNIVERSITÀ DI JAY-Z

Si chiama Roc Nation School of Music, Sports & Entertainment e aprirà i battenti nel 2021: è l’università fondata a New York da Jay-Z, affiliata alla Long Island University di Brooklyn. “La nostra vicinanza all’epicentro della musica e dello sport a New York”, dice il preside della LIU, “ci mette chiaramente nella posizione di offrire un apprendimento esperienziale senza pari e accesso a opportunità professionali che lanceranno gli studenti verso il successo. Non vediamo l’ora di unirci alla Roc Nation per offrire una fonte di istruzione senza precedenti che apre il mondo dell’intrattenimento e dello sport a una nuova e appassionata generazione”.

E se non vi bastano queste news in pillole, qua trovate quelle musicali e qua quelle scovate dalla rete.


  • 24
    Shares