•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ascoltate voi stessi e guardate nell’Infinito e dello Spazio e del Tempo. Là echeggiano il canto degli Astri, la voce dei Numeri, l’armonia delle Sfere.
– Ermete Trismegisto –

Cosa cantano gli astri a marzo 2020. L’oroscopo di Rumore aggiornato ogni settimana

di Sofia Antinori

ARIETE
A volte tutto ciò che serve è una “canzoncina” di speranza, bastano anche una sola strofa o un ritornello. È (quasi) primavera, Ariete, ed è il momento di lasciarsi trafiggere da più raggi di sole e aprirsi – nonostante tutto e nonostante qualche piccolo e passeggero disturbo cosmico nelle ultime due settimane di marzo – all’ottimismo, alla gioia, alla consapevolezza che ogni strappo può essere ricucito. Uscire, accomodarsi su una panchina e rilassarsi, per un po’, sapendo che le strade sono sgombre e il sole ti farà da guida. E imbottigliare lo stesso spirito del Paul McCartney di Great Day, e “canticchiare seduto in cucina con i bambini intorno che ballano”, per i mesi a venire.

Settimana 2 (8-14 marzo)
Pic or it didn’t happen, è l’imperativo di un mondo post-verità e sempre connesso. Tu, Ariete, sovverti le regole. Dici basta a foto, ricordi, souvenir, frammenti di altri tempi e luoghi e centrati. Eviterai di cadere in pozzo senza fondo.

Settimana 3 (15-21 marzo)
“I periodi negativi sono un segnale positivo”. Non è un’affermazione assurda come può sembrare. Piuttosto è una sfida: riuscire ad analizzare le tempeste e trovare la tua personalissima formula magica per la sopravvivenza.

Settimana 4 (22-31 marzo)
Dormi pure sonni tranquilli. E sogna, Ariete. Come fossi un’opera d’arte che sta per essere svelata, i riflettori saranno puntati su di te. E la cosa ti piacerà, parecchio.

TORO
“Penso di essere già stato qui una volta / Qualcosa mi dice che c’è molto di più / è tornata per pareggiare i conti”. Qualcosa mi dice che anche tu, caro Toro, sei tornato in pista per prenderti una rivincita, ma ti senti bloccato perché non sai bene come affrontare la (scontata, al punto da poterci scommettere) vittoria. I cambiamenti, infatti, minacciano sempre il conforto che trai dalla stabilità, dalla routine. Devi imparare ad avere fiducia, in te stesso e nel cielo meraviglioso di questa benedetta primavera, dare un colpo di spugna ali timori e alle indecisioni e vivere accogliendo le novità, la fortuna e i regali astrali che riceverai. Qualcosa mi dice che ci riuscirai…

Settimana 2 (8-14 marzo)
“A che servo? (A che servo?) / Non ho segnale sono abbandonato alle voci nella mia testa”. Se non c’è campo, Toro, non è il caso di farne un dramma. Si può fare networking in modi alternativi. E non è detto che siano meno efficaci.

Settimana 3 (15-21 marzo)
“Ciao, sono il tuo subconscio / Non avere paura / Sono tuo e solo tuo / Sono il proiettore e tu la proiezione / E sono sempre supremo”. E ti ordino di “adornare” la tua umanità con abbondati dosi di perdono.

Settimana 4 (22-31 marzo)
In certi momenti della vita bisogna accettare il fatto di non avere risposte, o di ritenere insufficienti quelle che l’universo (ultimamente confuso) ci fornisce. Se però ti dico che devi stemperare in qualche modo paure e preoccupazioni perché è tutto sotto controllo, Toro, fai un piccolo sforzo e credimi!

GEMELLI
“Questo amore si riversa dal mio cuore come acqua che zampilla / Hai creato una fiamma da una piccolissima scintilla / puoi davvero mettermi al tappeto”. Vorresti, Gemelli, provare lo stesso, sperimentare quel fuoco che divampa e ti accende di ardore per persone, cose, città, animali, e per questo ti lasci prendere da una specie di frenesia che ti fa commettere macroscopici errori di valutazione. Che potrebbero diventare buchi neri in un mese che astralmente è come le maree, una strette di altri e bassi a ripetizione giornaliera. Ritraiti, affidati a quattro chiacchiere sul nulla con gli amici di sempre, quelli che ti conoscono bene e sanno maneggiarti con cura e… attendi. Prima o poi arriverà l’idea, la situazione o la persona che ti accenderà di entusiasmo.

Settimana 2 (8-14 marzo)
Quando ti sembra che nulla e nessuno abbia un senso… crea un nuovo senso, nuovi significanti e significati. Ti sentirai più sicuro e meno misantropo, perché ispirerai imitazioni e cambiamenti. In pratica potrai dare il tuo contributo al miglioramento della (attuale) specie. E non sarebbe poco.

Settimana 3 (15-21 marzo)
“Un risultato superiore consiste nel conquistare intero e intatto il paese nemico. Distruggerlo costituisce un risultato inferiore”. Ricordalo, Gemelli, sempre. E ricorda pure che è sempre consigliabile iniziare dal “locale”.

Settimana 4 (22-31 marzo)
Le combinazioni cosmiche ti vedono (piacevolmente) disorientato, caro Gemelli. In amore, per esempio, provi sensazioni per te “lontane”, come gelosia, sospetto, voglia di certezza e permanenza. Niente paura, significa solo che puoi anestetizzarti con tutte le scuse che vuoi ma, in fondo resti vivo.

CANCRO
Parlando di Electrical Storm, Bono ha precisato: “parla di una coppia in una stanza che avverte l’arrivo di un temporale all’esterno e paragona quel momento alla pressione nel loro rapporto. Penso catturi il senso di disagio che sento nel mondo, un’aria di nervosa anticipazione”. Nervosa anticipazione. È quella che provi anche tu, Cancro, in questo marzo in cui sei impegnato a sopportare i pesi che l’universo ti ha incollato sulle spalle ma sai che, finito il compito, ti aspetta qualcosa di bello, positivo. Come quando a scuola pregustavi già l’arrivo dell’estate ma dovevi ancora affrontare esami e interrogazioni. Indirizza l’energia nel portare a compimento tutto ciò che devi e poi, preparati a una meritata “vacanza”.

Settimana 2 (8-14 marzo)
L’accanimento terapeutico Cancro, applicato a ogni tipo di relazione, serve solo a farti guadagnare un illusorio giorno in più di felicità. Immaginati fuori e dentro quel rapporto. Quale delle due “visioni” ti strappa un sorriso?

Settimana 3 (15-21 marzo)
Vorresti essere un vulcano ma ti senti come una roccia seppellita in fondo all’oceano? Niente panico, Gemelli, un gentile maremoto astrale ti porterà in superficie, ti proietterà sulla terraferma. Il resto devi farlo tu.

Settimana 4 (22-31 marzo)
The bitch is back! Ed era ora, aggiungerei. Sicuro, sorridente, cazzuto, non ti nascondi più dietro mantra e regole create da te stesso e ormai stantie. Benvenuto nel mondo reale dove scoprirai che non è poi tutto così scontato o irreparabile.

LEONE
“Sento i nostri cuori battere sempre più forte / le mie braccia d’argento liquido estendersi / Queste onde non sono tanto lontane / Oro nero in una vasca con piedini, immutabile / Sono fuoco, dov’è la mia forma?”. Un viaggio astrale, Leone, è un distacco dal proprio corpo che permette una lunga serie di scoperte, soprattutto su noi stessi, e noi stessi in relazione con la realtà , e la realtà in relazione con l’universo, in una dimensione parallela. Che, in breve e in modo meno criptico, vuol dire: esplora la quarta dimensione, Leone, e anche la quinta o la sesta, guardati dall’esterno, dall’alto ed esercita in tutta la tua potenza la capacità di mutare la realtà secondo i tuoi desideri. Per ricalibrati e innescare una benefica trasformazione.

Settimana 2 (8-14 marzo)
“E Zurigo è un bel posto per invecchiare ed è ciò che voglio fare, con te”. Leggi tra le righe di questo verso, Leone, e adattalo a una serie di situazioni critiche che solleticano il tuo animo infiammabile. Matura e scopri la tua capacità di essere neutrale, come la Svizzera, e portala con te a lungo…

Settimana 3 (15-21 marzo)
È la settimana giusta, Leone, per sovvertire tutti i luoghi comuni e i cliché. Soprattutto nel campo dei sentimenti, dove il populismo non ha mai giovato a nessuno. Sii contro, sii una inimitabile versione di te stesso. Guadagnerai infiniti “punti attrazione”…

Settimana 4 (22-31 marzo)
Pensa in grande e fallo bene. Come-si-deve. Senza lasciare nessun dettaglio al caso. E poi comincia ad applicare il “grande piano” un punto alla volta. Cominciando da te stesso. Magari acquisendo una nuova buona abitudine.

VERGINE
Vorrei che all’approssimarsi della primavera, Vergine, riflettessi sul significato della parola liberazione. Nella vita, oltre all’affrancamento da odio, differenze, disuguaglianze e un numero tendente a infinito di catene (in)visibili, c’è un tipo di liberazione che nasce da una considerazione basilare: vogliamo vivere davvero o vivere nel modo che gli altri si aspettano? La risposta è scontata. Lo sai bene. Ecco perché in questo bel marzo, la tua liberazione sarà abbandono al sogno, all’emozione, alla serenità e, perché no, anche alla felicità senza sforzo (concetto a te estraneo). Abbandonati. L’unico rischio è un po’ di distrazione, ma essendo la più organizzata dello zodiaco saprai far fronte anche a questo.

Settimana 2 (8-14 marzo)
“L’anno scorso in questo periodo, abbiamo alzato i calici e brindato alla notte. Io ero la tua famiglia e tu la mia. Ma era allora”. Oggi, Vergine, le cose sono diverse. E promettenti. Lascia andare tutto ciò che fa tanto 2010 e apriti alle novità del nuovo decennio. Courtesy of Mercurio.

Settimana 3 (15-21 marzo)
Quando Giove e Marte s’incontrano inizia l’era del Rinascimento. Che tu abbia o meno a che fare con l’arte e la creatività, sarai un turbinio di idee, intuizioni e progetti che ti sentirai pronta a esplorare.

Settimana 4 (22-31 marzo)
Come una chiaroveggente in stato di trance (e di grazia), Vergine, vedrai accenni del tuo futuro prossimo e remoto. Che ti preannunciano la possibilità di ottenere a stabilità di legami e finanze che hai sempre sognato. Non scambiarli per miraggi…

BILANCIA
“Il gioco degli scacchi è come un duello con la spada. Prima di fare una mossa devi riflettere”. Marzo, mia cara Bilancia, si preannuncia come un mese ricco di sfide (da non leggere necessariamente come rotture di balle), alcune tostissime ma allo stesso tempo super interessanti. Perché tu riesca a fare scacco matto e portare a casa il trofeo più luccicante tra i trofei più luccicanti, devi ragionare come il mago della scacchiera, il norvegese Magnus Carlsen, campione del mondo di scacchi ininterrottamente dal 2013. Riuscire a essere pericoloso senza correre troppi rischi, conoscere tutte le possibili combinazioni tattiche e convertire anche un minimo vantaggio in vittoria.

Settimana 2 (8-14 marzo)
“Non è facile. Non è facile arrivare in paradiso quando stai sprofondando”. E non ti aiuta nemmeno osservare la visuale dall’ultimo piano di un palazzo. Più che ammirare il panorama vedresti solo allargarsi la rete dei problemi. Allora rimani a terra, restringi il campo, resettati. La Luna promette proficue rigenerazioni.

Settimana 3 (15-21 marzo)
C’è qualcosa nell’aria, o dovrei dire nel cielo, che ti regala una dose extra large di coraggio emotivo. Non fai più liste di pro e contro, non ti struggi per la necessità di scegliere. Procedi sicura, Bilancia, e azzardi. Anche (un po’) al gioco. Brava.

Settimana 4 (22-31 marzo)
“Sono innamoratissima di me stessa, è molto romantico. Vedo gli altri fissarmi mentre cammino. Sono bella, non credo sia un crimine”. È la risposta migliore che tu possa dare ai grilli parlanti che continuano a dirti come dovresti essere.

SCORPIONE
“Ma va bene adesso, ho imparato la lezione/ sai, non puoi piacere a tutti, allora meglio piacere a te stesso”. La cosa proprio non ti va giù, ti scervelli come se stessi dividendo l’atomo per capire i perché e i per come. Più non trovi risposte, più ti incupisci, adombri, entri in un circolo di ansie e musi lunghi che non ti rendono propriamente simpatico. Ripetilo con me: non si può piacere a tutti. Quando avrai assorbito queste parole, assorbite per davvero, caro Scorpione, proverai immediatamente una sensazione di leggerezza tale che lo sguardo si sposterà automaticamente verso l’alto, al tuo cielo limpido e stellato. E l’umore come le giornate miglioreranno. Sotto ogni punto di vista.

Settimana 2 (8-14 marzo)
Distanza di sicurezza, Scorpione, ecco la tua missione primaverile. E non parlo di distanza fisica, ma di quella emotiva. Ti serve la massima oggettività per valutare una situazione complessa e importante. Quindi trova un modo per astrarti. Se necessario fatti cantare una ninnananna e dormici su.

Settimana 3 (15-21 marzo)
Le idee ce le hai, Scorpione. In fondo ne hai sempre avute (e regalate) tante. Ora però è il momento di pubblicizzarle, farle diventare virali come un video di gattini su YouTube. Guadagnerai un sacco di punti cosmici (o forse dovrei dire like?)

Settimana 4 (22-31 marzo)
“Dobbiamo mostrare un po’ di rispetto. Dobbiamo imparare a proteggere. Non darlo per scontato. So che se si vuole rimanere vicini bisogna mostrare un po’ di rispetto”. In direzione biunivoca. Lo impone Saturno e Saturno ha sempre ragione.

SAGITTARIO
Per dipingere una grande parete, diceva qualcuno, ci vuole un grande pennello. Per risolvere un garbuglio celeste , ci vuole un grande saggio pop che più pop (in senso di popolarissimo) non si può. E allora tocca chiamare in causa Tizianone nazionale, Sagittario, per dirti: “Stop! Dimentica perché. E tutto il resto andrà da se”. Fermati. Altrimenti la testa rischia di scoppiare, affannato come sei a sciogliere nodi familiari, sentimentali, lavorativi. Fai un respiro e un passo di lato. Molto presto arriveranno soluzioni e occasioni per tornare in corsa. Nel frattempo è meglio tenere un profilo basso e, già che ci sei, dedicarti a qualche hobby o attività ludica che avranno il potere super benefico di arricchirti. Spiritualmente.

Settimana 2 (8-14 marzo)
“In un posto diverso, in una forma diversa, in una diversa sfumatura, in a diversa vergogna”. C’è qualcosa che, a volte, trattiene anche te, Sagittario, di solito senza troppi peli sulla lingua, dal dire apertamente cosa pensi a molte persone. La Luna ti dice fallo, soprattutto se sono figure maschili. Non lo rimpiangerai.

Settimana 3 (15-21 marzo)
L’equinozio di primavera ti regala gioia e giocosità. Che tradotto in termini di cuore vuol dire altissima propensione al flirt disimpegnato e un magnetismo elegante. Il tuo forte, insomma, in dosi abbondanti e (apparentemente) inesauribili.

Settimana 4 (22-31 marzo)
Plutone e Marte, due pianeti iper-competitivi, si uniscono proprio post inizio primavera per creare qualche tensione e malumore. Tieni a bada le ossessioni e tutto passerà in fretta senza strascichi degni di nota.

CAPRICORNO
Corri, Capricorno, corri come il vento. Corri come i fuorilegge che sfuggono alle autorità del Texas per fiondarsi in Messico, corri come il protagonista di una vecchia hit di Christopher Cross. Corri come Forrest Gump. Corri. Hai tutti i venti a favore. Corri verso la leggerezza che ti porta questo mese arioso, verso i tuoi obiettivi, verso le occasioni propizie e i fortunati cambiamenti che ti attendono. O anche verso quel progetto importante a cui da tempo pensavi e che avevi chiuso in un cassetto. L’eccessiva concretezza è un maglione di lana troppo pesante da riporre nell’armadio anche se non è ancora tempo del cambio di stagione.

Settimana 2 (8-14 marzo)
Diffida da chi promette paradisi artificiali, felicità in formato tascabile e vite migliori lontane dalla società. Di santoni-incantatori di serpenti è piena la storia. La tua visionaria rivoluzione, Capricorno, è più efficace se applicata unicamente a te stesso.

Settimana 3 (15-21 marzo)
“L’elettronica ci permette di esplorare gli spazi tra queste isole, creando nuovi suoni che prima non esistevano”. Esplorali anche tu quegli spazi, gettando al volo la cautela che ti contraddistingue, sospinto da Marte e Giove. E se non ami l’elettronica scegli pure il pop.

Settimana 4 (22-31 marzo)
“Sento che la mia storia non è ancora stata raccontata. Ma mi creerò da sola il lieto fine. A preferisco rimanere sola che fare aggiustamenti e modifiche”. La “nuova” legge di Murphy ha poco di ironico e molto di vero. Sei tu a scrivere la tua vita. Ricordalo (prima di eventuali lamentele).

ACQUARIO
“Se si è rotto solo un pezzo, allora sostituiscilo / se si è rotto un braccio, allora usa un tutore / se si è rotto un cuore allora affrontalo”. È un mese di analisi questo Marzo, Acquario, di osservazione al microscopio di ogni situazione con spirito scientifico (è non maniaco-ossessivo, please). Devi essere in grado di isolare le singole parti che compongono il tutto, ogni singolo, minimo dettaglio, individuare il micro componente che ha smesso di funzionare sballando l’insieme e sostituirlo. Che voglio dire? Che il cielo ti invita a non cestinare un rapporto o un esperienza al primo, manifesto difetto. Ma trovare la volontà di andare a fondo, ed esercitare l’abilità del grande riparatore.

Settimana 2 (8-14 marzo)
Et voilà! In men che non si dica sei diventato una macchina da acchiappanza, Acquario. Hai un fascino luminoso, ti distingui nelle folle, brilli. E te ne compiaci anche, ma per questa settimana ti è consentito. Non è affatto male, vero?

Settimana 3 (15-21 marzo)
Ti sei fatto trascinare, qualche tempo fa – per amicizia o ingenuità – in imprese che non ti convincevano al cento per cento. Ora che le coseguenze confermano i tuoi dubbi, ti sale un senso di nausea, come quando hai il mal d’auto. La soluzione: prendi serenamente coscienza delle eventuali “perdite” e vai avanti per altre strade, senza crocifiggerti troppo.

Settimana 4 (22-31 marzo)
Se proprio una persona non ti ispira fiducia affidati al tuo spirito da Sherlock Holmes e cerca prove anziché cedere alle motivazioni da gossip. Valuta i fatti prima di ogni (re)azione.

PESCI
“Ma siamo venuti ad aumentare il tempo tra i rintocchi / C’è del romanticismo nei balli lenti / Sono fertili nella calma, futili nella fretta / questi sono i tuoi nervi, ecco che sapore hanno”. Non ti sto invitando all’(auto)cannibalismo, Pesci, ma a riflettere su una questione fondamentale dell’esistenza: quando si rallenta, quando si elimina il rumore di fondo del caos e la folle corsa di conversazioni e relazioni, si etra in uno stato di (auto)consapevolezza. E ci vediamo davvero. Entriamo in una sorta di reflazione romantica con noi stessi, ci capiamo e (ri)conosciamo, riscoprendo audacia e tenerezza. Se ti regalerai lentezza per questo compleanno, anche i prossimi saranno un trionfo di serenità.

Settimana 2 (8-14 marzo)
Odio doverti dire: te lo avevo detto, ma… te lo avevo detto! L’insicurezza, Pesci, è umana ma il più delle volte non è tua amica e neanche una affabile conoscente. Al contrario, è un nemico insidioso che va stroncato sul nascere. In particolar modo in tempi di decisioni epocali.

Settimana 3 (15-21 marzo)
“A tutta la mia gente in tutto lo stato che se ne sta seduta in contemplazione. Vi motivo, vi motivo io. A tutta la mia gente in tutto lo stato che sente i piedi inghiottiti dalla sabbia. VI motivo, vi motivo io”. Ecco il messaggio di Marte e Giove per te, Pesci. Alzati e cammina. Puoi andare lontano.

Settimana 4 (22-31 marzo)
Alcuni paesaggi “tossici” che ti trovi a popolare stanno assorbendo parecchia della tua energia. Certe dinamiche ti mettono a disagio e certe parole ti suonano inappropriate. E non sei certo il tipo che si gira dall’altra parte. Vuoi liberartene con successo e senza deflagrazioni? Affossa tutti con la più ferma delle gentilezze.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •