• 110
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    110
    Shares

Nel 1961 Jurij Gagarin è il primo uomo nello spazio, e Novamerica lo riporta su con questo brano, la storia di un ragazzo che sogna, che vuole vivere per aria, ma che deve rendere conto alla vita quotidiana. “Stavo facendo una camminata in montagna con un mio amico”, racconta il cantautore, al secolo Carlo Cerclin Re, “il quale mi racconta di un suo sogno ricorrente: scopre di poter volare semplicemente alzando un po’ il piede. Un gesto semplicissimo che tutti possono fare, ma nessuno lo sa. Forse il senso è che tutti, con un piccolo gesto, possiamo fare grandi cambiamenti e che la soluzione spesso è dietro l’angolo, ma solo in pochi hanno l’immaginazione per fare quel passo. Poi si da il caso che quella sera in TV parlassero del primo uomo nello spazio…”

Qui sotto potete vedere in anteprima il video, realizzato da Domenico Calabrò e Luca Francioso:


  • 110
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    110
    Shares