Sarà anche il più grande artista di questi tempi, come dice Nick Cave, ma di sicuro Kanye West non fa niente per evitare che si parli di lui più per le posizioni controverse che per la sua arte: ora è la volta della partecipazione con il Sunday Service ad Awaken 2020, un grande raduno di preghiera che si è svolto al Sun Devil Football Stadium di Tempe, in Arizona, con alcuni dei leader religiosi più conservatori e omofobi degli Stati Uniti. Fra questi l’antisemita, antiabortista e anti LGBTQ Cindy Jacobs, Guillermo Maldonado, che nel suo libro Spiritual Deliverance sostiene che l’omosessualità sarebbe causata da abusi sessuali, maledizioni e attacchi demoniaci, e Lou Engle, che qualche tempo fa parlando di diritti civili aveva paragonato gli Stati Uniti alla Germania Nazista.

Oltre che per le mai nascoste simpatie per Trump, di recente a far parlare era stato anche il video di Closed On Sunday, in cui compare tutta la famiglia west-Kardashian e che si chiude con la figlia che urla “Chick-fil-A”, nome di una catena di fast food nota per le vedute fortemente religiose (da cui la chiusura domenicale) e anti LGBTQ.