• 105
    Shares

Ascoltate voi stessi e guardate nell’Infinito e dello Spazio e del Tempo. Là echeggiano il canto degli Astri, la voce dei Numeri, l’armonia delle Sfere. 
– Ermete Trismegisto –

Cosa cantano gli astri a giugno 2019. L’oroscopo di Rumore aggiornato ogni settimana

di Sofia Antinori

ARIETE
C’è una strana interferenza nella natura umana che io chiamo blues da traguardo. Si sogna, si spera, si insegue, ci si impegna, si suda e quando si arriva a tagliare il nastro il sorriso di gioia scema con l’aumentare degli applausi. Cosa accadrà adesso? La stessa domanda, Ariete, te la stai ponendo anche tu, che pure in questo inizio di anno un po di finish line le hai attraversate. Ti spaventa l’ignoto, il non saper prevedere azioni e reazioni altrui, e non avere indizi concreti sul futuro prossimo. Un modo per stemperare la tensione? Apprendi l’arte del negoziato e stabilizza. Tutto ciò che (umanamente) puoi. Il futuro risponderà forte e chiaro.

Settimana 2 (8-14 giugno)
Quando il cielo è “invitante, splendente, splendido splendente” grazie al “bisturi tagliente” di Venere, non c’è spazio per domande o dubbi. Bisogna solo goderselo. Pa ra pa pa pa ra

Settimana 3 (15-21 giugno)
Se “il lettore riluttante è un amante riluttante”, caro Ariete, hai poco da tentennare: leggi. Quello che ti pare. Nutrire il cervello nutre anche il corpo, distende la pelle, regala linfa vitale. E tutto ciò che ne consegue.

Settimana 4 (22-30 giugno)
Hai un fuoco dentro che chiede di uscire, di scaldare gli altri, di illuminarli anche al buio. Di scoppiettare e irradiare vitalità. Non tenerlo solo per te. Let it burn burn burn burn !

TORO
“Non hai idea di quali guerre si agitino laggiù, dove lo spirito incontra le ossa”. In un’intervista con l’Huffingon Post, la cantautrice Lucinda William definì “laggiù”: “il luogo più profondo di noi, che nessuno riesce mai a guardare realmente”. E questa impossibilità rende qualcuno cinico, qualche altro molto incline alle cattive maniere. “Come quelli che sbraitano mentre guidano o mentre tu guidi, o quelli che spingono per saltare le file. In realtà non hai idea di quello che abbiano patito nella vita”. Ecco, Toro, dal momento che neanche tu possiedi una vista alla Superman, ricorda che chiunque incrocia il tuo cammino ha un vissuto. E quel vissuto è probabile assomigli a una corsa tra le sabbie mobili. Usa la tua praticità per limitare la fretta nel giudizio.

Settimana 2 (8-14 giugno)
Quando “Dio è assente causa viaggio lavoro” e la nave affonda… costruiscine un’altra. Sempre meglio che lamentarsi di tutto ciò che va a rotoli intorno a te, Toro.

Settimana 3 (15-21 giugno)
Potrebbe tutto essere dolce, dolcissimo. Potresti acquistare consensi più di un gattino a caso su Instagram, Toro, se solo capissi che la gentilezza non è debolezza. Anche nelle difficoltà.

Settimana 4 (22-30 giugno)
“Se vuoi tutto, devi tenere gli occhi fissi sul premio”. E ottenerlo, con Marte amico, non è un’impresa titanica. Al contrario, potresti riuscire anche nell’impensabile. Come costruire la luna…

GEMELLI
Finalmente arriva l’amore, come un tardivo regalo di compleanno. L’amore però, Gemelli, è un pacco con la scritta “fragile”. Contiene oggetti delicati, delicatissimi, che sottoposti a moti violenti, si sbriciolano in mille schegge. A giugno è possibile che ti venga recapitato a domicilio un pacco del genere – che tu lo abbia o meno ordinato per corrispondenza – o, addirittura, che una scatola priva di destinatario si materializzi sul tuo cammino. Nel primo caso fatti trovare in casa, se non vuoi avviso di giacenza, nel secondo sii pronto, aperto, disponibile e tieni gli occhi aperti. Per il resto vale un solo avvertimento: maneggiare con cura.

Settimana 2 (8-14 giugno)
“Ok, va bene. Devo ammetterlo, ho parlato fin troppo anche io sull’argomento in questione. Sembra un patetico pappagallo che ripeter: Polly vuole un salatino, fino a che non mangia una quantità tale di salatini che muore”. Tutto ciò per dire, Gemelli, basta con le parole. Ci vogliono i fatti.

Settimana 3 (15-21 giugno)
Chi trova un amico trova un tesoro, si dice. Meglio ancora se l’amico in questione ha il potere speciale di trasformare in (tes)oro tutto ciò che tocca. P.S. non ti sto invitando a guardare l’aspetto materialistico della faccenda, Gemelli, ma solo a trarre la giusta ispirazione.

Settimana 4 (22-30 giugno)
“Puoi battere il tempo, puoi muovere le montagne, spaccare rocce. Puoi essere un maestro. Non attendere la fortuna, mettici dedizione e troverai te stesso”. La Hall Of Fame ti aspetta.

CANCRO
Viviamo, lo sa anche un bimbo di cinque anni, in una società in cui il sovraccarico di informazioni rischia, caro Cancro, di mandarci alla deriva in un mare di irrilevanza. È il mondo moderno, la vita nel ventunesimo secolo, in cui è la tua proiezione più che la tua essenza ad avere rilevanza e valore. Tu sei il tuo smartphone, o “telefono cellulare” per usare un termine già vintage. Ma cosa succede quando hai totale assenza di campo e connessione wi-fi per ore e ore? Se trattini la disperata voglia di inizi battere la testa contro il primo muro a disposizione, potresti rilassarti in attesa dei “soccorsi” e guardare il panorama, stuzzicare l’immaginazione, plasmare meglio le tue aspettative e goderti un po’ la vita. Libero da vincoli.

Settimana 2 (8-14 giugno)
I problemi che ti circondano, Cancro, li stai creando o risolvendo? Non serve certo il mio spassionato consiglio per indicarti la direzione giusta. Ma forse è bene che ti esorti a non perdere tempo…

Settimana 3 (15-21 giugno)
Fortificare il corpo, a quanto pare, fortifica anche il carattere. Allora “vai in palestra ogni sera, rimani distaccato e parla poco. Mantieni il cuore del campione e non lasciar mai trasparire le tue debolezze”. Almeno per questa settimana.

Settimana 4 (22-30 giugno)
Amore, odio, bene, male, positivo, negativo. È tutta questione di terzo occhio, Cancro, tienilo bene aperto.

LEONE
Parlando del debut album dei suoi The 1975 Matt Healy confessò al Guardian: “è una specie di diario, onesto. Ed è questa la cosa che mi rende orgoglioso di questo disco. Sono io che mi inquadro”. Ed è quello che dovresti fare anche tu, Leone, in questo giugno che prelude alla tua stagione preferita. Smettere di contemplarti e imparare a scoprirti, inquadrarti, collocarti. Evidenziare i tuoi pregi ma conoscere anche i tuoi difetti, scoprendo il modo di rivolgerli a tuo vantaggio. Soprattutto quando le cose sfuggono ai tuoi piani e hai necessità di rimettere molti progetti e priorità in discussione. E diventare bravo nell’esercitare l’arte del compromesso.

Settimana 2 (8-14 giugno)
Anche se non sai ancora con precisione dove andare, mettiti comunque in viaggio, Leone. Perché lì fuori, lo senti anche tu, c’è qualcosa di nuovo “un grande risveglio, un nuovo mattino e il tuo spirito che palpita forte e chiaro”.

Settimana 3 (15-21 giugno)
Te lo dirò con una canzone invernale: “Stella, non perdere la tua luce, assicurati di illuminare il cammino. La tua essenza è divina, perché questi doni che portiamo sono una piccola offerta del tempo”. Continua a offrire doni, Leone, e altri arriveranno.

Settimana 4 (22-30 giugno)
“Fermati, vai troppo veloce. Io voglio far durare il divertimento. Voglio sciogliermi i capelli. Sono pronta. Dov’è la festa”. Una leonessa doc come Madonna conosce l’importanza vitale di una festa al momento giusto e nel luogo giusto. Che aspetti a organizzarne una?

VERGINE
C’era una volta un tizio di nome Eddie. A un certo punto della sua vita si trasferì a Los Angeles, incontrò una ragazza e diventò una rockstar. Iniziò una lunga gavetta per locali e teatri, con incoraggianti risultati e possibilità infinite all’orizzonte. Un giorno firmò un contratto discografico e piazzò una hit in radio. Vissero tutti felici e contenti? No, cara Vergine. Perché una volta in vetta il povero Eddie rimase ingabbiato nelle maglie dell’industria discografica e delle sue richieste e il suo orizzonte si ridusse a un puntino minuscolo. Ho rubato questa parabola a Tom Petty per dirti che, anche quando ti sembra di aver raggiunto un obiettivo – e a giugno ne raggiungerai – mantieni sempre la tua autonomia di pensiero e lascia che il tuo orizzonte tenda sempre a infinito.

Settimana 2 (8-14 giugno)
Che siano rospi o bocconi amari, Vergine, mandali giù e offri sostegno a quella persona che, in passato, ti ha più volte ostacolato e/o pugnalato. Con tanta empatia e un pizzico di superiorità.

Settimana 3 (15-21 giugno)
È ora di fare un bello scrub. Salutare tutte le cellule morte dell’epidermide (e dell’anima), abbandonare l’esuvia in un prato come fossi un serpente. Per poi esibire la nuova, lucente pelle ed esporla al sole. Senza dimenticare la crema protettiva.

Settimana 4 (22-30 giugno)
Il mondo è allo sbando, e questo, Vergine è un dato di fatto. Ma quello che più non sopporti, confessiamolo, è lo strano tempo di reazione di persone che si appassionano a una causa solo per il tempo necessario a instagrammarla. Vuoi ambiare le cose? Ricorda solo questo: “I poteri di una mente creativa sono inarrestabili”.

BILANCIA
“E chissà quanti ne hai visti e quanti ne vedrai / Di giocatori tristi che non hanno vinto mai / Ed hanno appeso le scarpe a qualche tipo di muro / E adesso ridono dentro al bar / E sono innamorati da dieci anni / Con una donna che non hanno amato mai / Chissà quanti ne hai veduti / Chissà quanti ne vedrai”. Questo mese, Bilancia, devi essere come il piccolo Nino del classico di Frencesco De Gregori e non avere alcuna paura di tirare il tuo calcio di rigore, anche se qualcuno ti fa notare che la tua rincorsa non è perfetta. Non cedere all’indecisione, la perfezione è spesso un miraggio, per cui fai un bel respiro e lanciati. Con buonumore e scioltezza. Che tu faccia goal o meno, basta mettere “il cuore dentro le scarpe”.

Settimana 2 (8-14 giugno)
Hai investito su alcune persone e adesso hai la sensazione che se la siano date a gambe col malloppo? Lasciale andare, Bilancia. E per il futuro, investi soprattutto su te stessa…

Settimana 3 (15-21 giugno)
“Il tuo magnetismo traspira dagli alberi illuminati dalla luna. È nella calma brezza che mi circonda, adesso”. Anche hai questa capacità, traspirare e circondare. E attrarre.

Settimana 4 (22-30 giugno)
Certe risposte, Bilancia, non sono nel vento. Arriveranno. Sono solo in ritardo come il più classico degli Intercity. Porta pazienza, e nell’attesa, abbraccia l’estate che inizia.

SCORPIONE
“Come mi vedi adesso che sono un po’ più grande?”. La nostalgia per il passato, ogni tanto, prende anche te Scorpione che pure in questo periodo scoppietti di ottimismo e lungimiranza come i fuochi d’artificio nella tradizione “battaglia dei razzi” in Grecia. E non è un male. Guardare indietro, ritrovare luoghi e persone che non sono più parte del tuo quotidiano, ti sarà utile. Soprattutto a capire che la strada percorsa finora non è stata solo un infinito numero di buche e voragini da dribblare, ma un viaggio lungo e ricco di bellezza, anche nelle sue difficoltà. E che tutto ciò da cui hai voluto a tutti i costi allontanarti quando eri giovane e impetuoso, in fondo, rimangono parte del tuo prezioso bagaglio.

Settimana 2 (8-14 giugno)
Che sia una stanza, un progetto o, semplicemente te stesso, Scorpione, Rinnova, rimodella, rifai. Non sprecare l’incommensurabile quantità di energia creativa che ti regalano le stelle.

Settimana 3 (15-21 giugno)
Cos’è, veramente un’ossessione, Scorpione? È una sorta di guerra, un’occupazione abusiva di spazi mentali ad altro destinati, un virus che lentamente attacca la razionalità. Per fortuna il cielo ti offre tutti gli ingredienti per creare l’antidoto perfetto: distrazione, fiducia, forza. In egual misura.

Settimana 4 (22-30 giugno)
Lo capisco. Con certe interferenza astrali, il tuo unico desiderio è “chiudere a chiave la porta d’ingresso, chiudere tutte le tende, staccare tutte le prese e ascoltare solo il suono del nulla”. E ti dico: va bene solo per dieci minuti, poi esci. Reagisci e stenditi al sole.

SAGITTARIO
“D’argento e silenziosa, continua a fluire / l’abbondanza senza fine ti inonda / e ti circonda sempre, brilla sempre”. Secondo una legge olistica, Sagittario, l’abbondanza non è solo un risultato, ma uno stato dell’essere. Vivere l’abbondanza permette, più o meno, di godere e generare abbondanza. Nell’estate che inizia tua missione è proprio questa: cercare l’abbondanza intorno a te e viverla. Apprezzando le piccole cose, facendo qualche complimento in più alle persone che ti circondano (in questo campo, ammettiamolo, soffri di stitichezza), guardando con nuovi occhi i soliti luoghi. Sarà un allenamento duro all’inizio, ma col passare dei giorni diventerà un nuovo efficace modo di approcciarti alla vita. E l’abbondanza di nuove opportunità non tarderà a bussare alla tua porta.

Settimana 2 (8-14 giugno)
Sei in uno stato di assoluta serenità e auto consapevolezza. Al punto che potresti prendere per mano chi si trova nel bel mezzo di una “guerra fredda”, comprare 99 palloncini rossi e lasciarli fluttuare nell’aria. Potresti anche ricevere un premio (astrale) come diplomatico dell’anno.

Settimana 3 (15-21 giugno)
Hai un grande potere, Sagittario, quello della pretty persuasion. Ovvero la somma capacità di spingere tutti a fare quello che desideri tu. Prima di darti alla pazza gioia, ti consiglierei affidare a qualcuno una “parola di sicurezza”…

Settimana 4 (22-30 giugno)
C’è qualcosa, o meglio qualcuno, che ha tentato di farsi strada nella tua testa e e nel tuo cuore. Ma tu lo hai scagliato lontano e sei scappata a gambe levate. Sei confusa, però pentita. Vedila così, Sagittario: se è amore, e se in amore vince chi fugge, allora non ci sono problemi.

CAPRICORNO
“Quando ho scritto Metal Heart non riuscivo ad abbandonare un luogo preciso. Non ero intrappolata, ma avevo scelte limitate e, in questi casi ci sono poche cose da fare o ingoiare tutto e andare avanti o cedere. Quelle parole le ho scritte per il mio subconscio per forzarmi a rimettermi in piedi e scegliere di non lasciarmi sopraffare dal dolore”. Quando la tua vita, astralmente parlando, ti sembra una escape room assolutamente priva di indizi, Capricorno, fai come Cat Power, scrivi il tuo inno. Parola dopo parole capirai che il buio non è poi così denso, e le scelte non sono poi così impossibili, che non tutto è destinato a turbare il tuo equilibrio. E, se osservi bene ciò che ti circonda, troverai senza sforzo le chiavi. Ricorda, da qualsiasi circostanza, anche la più avversa, puoi uscire quando vuoi.

Settimana 2 (8-14 giugno)
Hai pensato, mio caro Capricorno, nella tua grande lucidità e razionalità che certi sentimenti, nel bene o nel male, è preferibile viverli che scacciarli?

Settimana 3 (15-21 giugno)
Una verità, un’opinione, un pensiero, per quanto possano avere risvolti spiacevoli o sordidi, andrebbero sempre comunicati. Anche quando scatenano battaglie epocali, come quelle per Troni di Spade e simili. L’apertura è sempre un’arma vincente. Altro che draghi…

Settimana 4 (22-30 giugno)
Immaginare una macchina che imitasse il volo degli uccelli. Progettare macchine per l’automatizzazione del lavoro. Disegnare celebrità virtuali. Sulle idee folli è stato costruito il mondo contemporaneo, non credi? Quindi prima di scartarle, coltivale, innaffiale, falle crescere e respirare… non si sa mai.

ACQUARIO
Andrò dritta al punto, Acquario: giugno è un mese di legami. Che siano d’amore, d’amicizia, di lavoro, di famiglia, ci sono vincoli che si stringono, che si saldano in modo naturale per durare nel tempo. Arrivano come un vento fresco nel bel mezzo dell’afa estiva (e, considerando le recenti bizze meteorologiche, sai che sto parlando in senso figurato). E la bella notizia è che anziché causarti attacchi di claustrofobia, ti regaleranno occasioni da sfruttare al volo. Impara a riconoscerle. E impara ad ascoltare e non nascondere più pensieri e parole per paura di ferire qualcuno. Solo così sarai pronto per il grande salto.

Settimana 2 (8-14 giugno)
Per un nuovo inizio, per sciogliere nodi, per ricucire vecchie ferite, per ricomporre attrici, è sempre necessario un primo passo. Non è un segno di resa, né di debolezza, ma la virtù dei lungimiranti. Ricordalo sempre.

Settimana 3 (15-21 giugno)
“Portami in Portogallo, portami in Spagna In Andalusia con i campi pieni di grano Devo vederti ancora e ancora”. Hai sete di vita, di luce, di conoscenza. E allora, unisciti a una carovana (non per forza spagnola) e buon viaggio!

Settimana 4 (22-30 giugno)
Chi sa attendere viene sempre premiato, ma chi è in ritardo – perdona la rima – viene sempre beffato. Decidi tu chi sei, chi vuoi essere, cosa pensi di poter dare e cosa speri di ricevere. Il resto lo faranno le stelle.

PESCI
Diceva Nikola Tesla: “La teoria della relatività è come un mendicante vestito color porpora che la gente ignorante scambia per un re”. Quel re, Pesci, è stato spesso la scusa per filosofie di vita stile “faccio ciò che mi pare e me ne infischio degli altri, sempre e comunque”. Questo mese ti invita a considerare più punti di vista e il “tutto è relativo” nel significato di “tutto è parziale”. Esistono, infatti, aspetti che devi approfondire, o quanto meno considerare, se vuoi avere ben chiaro un piano di azione. E ti consiglio di farlo con grande attenzione, con Sole e Venere in Gemelli che emettono scie infuocate come i draghi del Trono di Spade. Solo così potrai godere dei regalini – perché come vedi anche la sfiga è parziale – di Mercurio: intuizione e fruizione.

Settimana 2 (8-14 giugno)
“Tuffati, il cuore degli estremi, tutto assemblato secondo uno stile, estremi riconciliati”. Anche l’improvvisazione è un’arte, Pesci. Ci vuole pratica, esperienza, immaginazione, precisione…

Settimana 3 (15-21 giugno)
Se una situazione ti causa disagio, inutile restare e fingere sorrisi smaglianti. Piuttosto saluta tutti con cortesia e vai a goderti un gelato, sederti su una panchina e lasciarti baciare dal sole, camminare tra la folla. Devo continuare?

Settimana 4 (22-30 giugno)
“Sono presa dall’intuizione. C’è magia nell’aria, voglio respirarla. Cambiare, cambiare completamente. Seguire il ritmo”. Che il ritmo sia con te, Pesci.


  • 105
    Shares