• 28
    Shares

Nel 2018 uno degli album migliori è stato sicuramente Minus, di Daniel Blumberg, artista inglese che ricorderete già nei Cajun Dance Party, Yuck, Hebronix, Oupa e altri progetti sotto altro nome. Nella nostra classifica di fine anno occupava il secondo posto Rumore. Abbiamo già potuto ascoltarlo dal vivo in occasione dei due concerti italiani dello scorso maggio.

Dopo la pubblicazione dell’album Liv, registrato anni prima di Minus ma reso disponibile solo in formato fisico sul finire del 2018, ora il disco a nome Daniel Blumberg and Hebronix è disponibile anche in streaming. È stato registrato in diretta dall’inizio alla fine in soli tre giorni al Sarm West Studios di Londra (dove Bob Marley registrò Exodus), con l’eccezione di alcune voci aggiuntive e del sassofono, che sono stati aggiunti in un secondo momento. Daniel Blumberg ci ha messo voce, armonica e chitarre, mentre Billy Steiger ha suonato il violino, Kohhei Matsuda dei Bo Ningen al monosynth e Tom Wheatley il contrabbasso. Nel disco non sono presenti batterie. Il lavoro finale è stato mixato nel da Marta Salogni (che avevamo intervistato).

Ora Daniel Blumberg tornerà anche in Italia per cinque date a marzo:

5/3 – Avellino, Cripta del Duomo
16/3 – San Costanzo (PU), Teatro della Concordia, Klang
17/3 – Genova, Teatro Stradanuova
18/3 – Roma, Unplugged in Monti, Auditorium Spin Time Labs
19/3 – Milano, Triennale Milano – Fog Festival.


  • 28
    Shares