• 1
    Share

Qualche mese fa Cameron Boucher dei Sorority Noise era stato accusato di molestie sessuali da Nicole Shoenholz, e si era subito difeso sostenendo che le dichiarazioni fossero false e infondate, anche se la band aveva deciso di cancellare tutti i concerti. Ora il musicista è tornato sull’argomento con un post in cui racconta di aver chiarito con la Shoenholz. Ecco cosa scrive:

Qualche giorno fa ho avuto una conversazione positiva e costruttiva con una persona che, otto mesi fa, è stata spinta a fare una dichiarazione contro di me online. Questa conversazione è stata importante per entrambi, e sono grato che siamo riusciti a parlare delle nostre esperienze e di cosa potremmo fare andando oltre in modo positivo. Pensavamo che questa nota, che è stata approvata sia da me che dall’altra persona coinvolta, fosse un passo nella direzione giusta. Nonostante siamo convinti delle nostre esperienze, siamo d’accordo che in qualunque cosa sia successa fra noi non ci fosse intenzionalità o cattiveria. Questa persona ha fatto pace con una situazione che non avrebbe reso pubblica in altre circostanze. Sono stato in terapia negli scorsi otto mesi e in questo periodo ho lavorato sulla crescita, sulla consapevolezza, e sull’andare avanti. Grazie per aver letto questa nota, state bene.

Qua sotto potete leggere il post originale sulla pagina Facebook della band.


  • 1
    Share