I Marlene Kuntz non hanno lasciato a bocca asciutta i fan che avevano già preso ferie e prenotato treni per vedere Il doppio, il loro concerto rimandato (per la seconda volta) all’ultimo momento a causa della chiusura per dieci giorni dei Magazzini Generali disposta dalla questura: non solo, come promesso con il post in cui annunciavano il rinvio al 20 ottobre, si sono fatti trovare davanti ai cancelli del locale per una chiacchiera e un autografo, ma l’incontro si è poi spostato al parco vicino, dove si è trasformato in un vero e proprio concerto acustico. “Ieri sera è stato catartico”, hanno poi scritto su facebook,

abbiamo dato un senso a tutta la rabbia e frustrazione accumulata giovedì. Grazie per c’era, per chi ha condiviso con noi questa esperienza unica ed intensa. È stato particolarmente emozionante suonare senza amplificazione, senza microfoni, al buio illuminato dalle flebili luci dei vostri cellulari, piccole luminose stelle di una galassia viva e pacifica nel cuore della città. È durato poco, ed è stato per l’eternità, nostra e vostra.