Il nostro riassunto della settimana, sopra e sotto i palchi
dal 17 al 23 settembre 2018

1. GLI ARCADE FIRE SUONANO TUTTO FUNERAL

Il concerto degli Arcade Fire al Greek Theatre di Los Angeles si è aperto in maniera inaspettata, e decisamente gradita ai fan di lunga data: “Non siamo sentimentali”, ha detto Win Butler prima di iniziare lo show, “ma sono esattamente 14 anni dall’uscita di Funeral quindi abbiamo voglia di suonarlo”, e così è stato. La band ha riproposto per la prima volta l’album d’esordio dall’inizio alla fine.
Il concerto è proseguito con altri 13 brani tratti dai dischi seguenti.

2. HENRY ROLLINS CANTA JINGLE BELLS

Non vorremmo già cominciare con le news natalizie, ma Henry Rollins che canta Jingle Bells non si può perdere. Rollins è ospite nel disco di canzoni di Natale di William Shatner, a cui parteciperà fra gli altri Iggy Pop. Ovviamente, non vediamo l’ora di ascoltare la loro Silent Night.

3. IL BAR DEDICATO A DAVID BOWIE

Se siete a Londra, e siete fan di David Bowie, c’è una nuova tappa obbligata: è stato appena inaugurato lo Ziggy’s, un bar interamente dedicato, con tanto di cocktail ispirati alle sue canzoni. Il juke-box, manco a dirlo, suonerà solo brani di Bowie.

4. MILLIE BOBBY BROWN DIFENDE L’AMICIZIA CON DRAKE

Dopo le parole pronunciate da Millie Bobby Brown sul red carpet degli Emmy Awards – “Io e Drake ci siamo scritti dei messaggi l’altro giorno, lui ha scritto “mi manchi tanto” e io “tu di più”. È un grande amico e un modello” – qualcuno aveva iniziato a gettare delle ombre abbastanza inquietanti sulla natura del legame fra il trentunenne rapper e l’attrice quattordicenne, che ha subito difeso l’innocenza della loro amicizia: “Siete strani, davvero”, ha scritto, “ho la fortuna di avere persone in questo mondo che mi aiutano e mi offrono la loro saggezza e guida. Non dovete sceglierle per me. È bello avere persone che capiscono quello che faccio. Ora tornate a parlare di veri problemi e non delle mie amicizie”.

5. CAT POWER VS MATADOR RECORDS

In un’intervista al New York Times, Cat Power ha spiegato perché il nuovo album Wanderer non uscirà con la sua precedente etichetta, la Matador: “Mi hanno detto, facciamolo ancora, rifacciamolo”, ha raccontato, e il manager e produttore Andy Slater ha confermato, sostenendo che l’etichetta gli avrebbe detto che “l’album non è abbastanza buono, non è abbastanza forte per pubblicarlo”.
La cantautrice ha aggiunto di aver ricevuto lo stesso trattamento ai tempi di Sun: “mi dicevano, abbiamo bisogno di hit! E gliel’ho data, sono arrivata nella top 10. Ho fatto del mio meglio per produrre delle hit, usando synth luminosi e suoni moderni. Guardandomi indietro, capisco che mi stavano usando. Qualcuno mi aveva fatto ascoltare un album di Adele dicendomi che era così che doveva suonare un mio disco. Ho capito che per loro ero un prodotto, e io ho sempre pensato di essere una persona”.
Wanderer sarà pubblicato da Domino.

E se non vi bastano queste news in pillole, qua trovate quelle musicali e qua quelle scovate dalla rete.