• 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    4
    Shares

Dieci video, una settimana, la nostra selezione.
Dal 14 al 20 maggio 2018

 

1. Tune-YardsHonesty

Realizzato in collaborazione con Creative Growth, un’organizzazione che aiuta gli artisti con disabilità, il video diretto da Susan Janow “gioca in modo artistico con il testo – ho amato l’idea di una casalinga annoiata che ha un’esperienza psichedelica che coinvolge strano cibo gelatinoso e un sacco di pizza”.

2. CalcuttaParacetamolo

I video di Francesco Lettieri sono ormai generatori automatici di meme, ma sono anche dei piccoli film, con storie e personaggi perfettamente caratterizzati, oltre che riferimenti colti – il libro di Lamartine letto dalla protagonista – e “easter egg” – i richiami a Liberato, che alimentano congetture e contribuiscono alla costruzione di un vero e proprio “universo Lettieri”.

3. Black Dresses – IM EARTH

Secondo video dopo Go Inside per il disco di debutto Wasteisolation del progetto di Girls Rituals e Rook: diretto da Ivy Adams è un’esperienza molto notturna e perversamente seducente, in una piscina dark che fra luci violacee e creature acquatiche si presta bene al tono apocalittico della canzone.

4. The Essex GreenThe 710

Gli Essex Green tornano con un nuovo album dodici anni dopo l’ultimo, e tornano più nostalgici che mai, con un brano che “descrive l’inciampare innocente in una rete privata di segreti e tradimenti. Una rete nata generazioni fa”. Ancora più generazioni fa di quella che si vede fare un’altrettanto innocente vacanza nel video.

5. ChromaticsBlack Walls

Dear Tommy dei Chromatics è uno degli album più annunciati e rinviati degli ultimi anni, ma ora pare che stia per arrivare davvero, il prossimo autunno a detta della band, che per dare una prova tangibile dell’esistenza di nuovo materiale ha diffuso questo brano e relativo, luccicante e anniottantissimo, video.

Per il primo video tratto dall’esordio solista, Carl Brave decide di farsi “simpsonizzare” dal duo di illustratori e animatori Dan e Dav, e allo stesso modo diventano personaggi del cartoon Fabri Fibra e Francesca Michielin, due dei numerosi featuring del disco, fra cui il sodale Franco 126, Giorgio Poi, Frah Quintale.

7. MournFun At The Geysers

I Mourn ci tengono proprio a farci vedere i loro filmini delle vacanze: dopo il tour di Barcellona del primo estratto dal nuovo album Sorpresa familia, in uscita a giugno – Barcellona City Tour, appunto -, con il secondo andiamo in Islanda, come suggerito anche in questo caso dal titolo. E in effetti ci divertiamo.

8. Save FaceHeartache

Video “sfocato”, forse per rendere l’idea del concept dell’album, “su un tossico che fa i conti con i problemi delle relazioni post-rehab e un crollo nervoso da paranoia. Ispirato in parte dalla teatralità di band come i Queen, Merci è guidato da una tensione drammatica che riflette la mission dei Save Face di fare arte complessa e sfaccettata”.

9. TunngABOP

Mike Lindsay dei Tunng spiega l’acronimo ABOP: “A Bloom Of Phosphorescence è una frase difficile da scrivere e pronunciare, ABOP è semplice e centrato. La canzone ci porta in un mondo onirico subacqueo dove quello che è terreno diventa folle e desidera tutti i passatempi magici sopra le acque scure”.

10. Devon WelshI’ll Be Your Ladder

Se l’intenzione dell’ex Majical Cloudz era quella di creare uno stato di ipnosi, l’obiettivo è raggiunto in pieno, sia dal brano, una riflessione “sull’amore che osserva tutti gli infiniti cambiamenti della vita”, minimalista e tutto vocalizzi, sia dal video, altrettanto minimalista e tutto giocato sul nero e su scintillii tanto sobri quanto glam.

E se non vi sono bastati questi video, qui potete guardarne altri (Arctic Monkeys, Jungle, Mitski, Anderson .Paak, SZA)


  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    4
    Shares