Il nostro riassunto della settimana, sopra e sotto i palchi
dal 12 al 18 marzo 2018

1. Drake si diverte a giocare a Fortnite

 

Si sa che Drake è un tipo dai tanti interessi. Fra questi ci sono anche i videogiochi e in particolare il popolare Fortnite. Giovedì scorso, il rapper si è unito in team con lo streamer di Twitch Ninja, facendo il record di spettatori connessi alla diretta: 600.000 persone hanno guardato il duo piazzarsi al terzo posto nella partita.

2. Perry Farrell e gli ologrammi porno

Anche Perry Farrell non è uno che ama starsene con le mani in mano. L’ex Jane’s Addiction e Porno For Pyros, nonché inventore del Lollapalooza, ha annunciato con una conferenza stampa a Las Vegas il suo prossimo progetto Kind Heaven, cioè uno spettacolo che lo vedrà sotto forma di ologramma, e più precisamente “un ologramma porno. L’idea”, ha spiegato, “è venuta da un sogno molto vivido. Ho visto Kind Heaven come una città dall’alto come se fossi un uccello o un angelo, sono sceso sulla città, sono atterrato, ho guardato una ragazza derubare qualcuno svenuto sulla strada, scappare, e io ero lì”.
Non ci avete capito niente? Nemmeno noi. Ma magari sarà un capolavoro.

3. John Legend diventa Gesù

Per qualcuno Pasqua vuol dire Gesù che risorge, messa e preghiere, per qualcuno uova di cioccolato e pastiera, per qualcun altro ancora pasqua significa Jesus Christ Superstar. Il film, oppure lo show che sarà trasmesso il 1 aprile dalla NBC, e che vedrà nel ruolo del protagonista John Legend, mentre Sara Bareilles sarà Maria Maddalena e Alice Cooper, appropriatamente, Erode.

4. La dedica di Eddie Vedder alle vittime della sparatoria di Parkland

Can’t Deny Me, la nuova canzone dei Pearl Jam, non è stata accolta esattamente come un ritorno glorioso. Però per il suo debutto live, che ha coinciso con la prima data del tour a Santiago del Cile, è stato bello sentirla dedicare (in spagnolo) da Eddie Vedder agli studenti di Parkland, vittime o testimoni della sparatoria dello scorso 14 febbraio. Non è stato l’unico momento toccante del concerto: non è mancato infatti il ricordo dell’amico Chris Cornell, omaggiato sulle note di Come Back.

5. iHeart Radio in bancarotta

Tempi duri per la popolare radio americana iHeart: il network di San Antonio rischia la bancarotta, con un debito di circa 20 miliardi di dollari. Per tntare di risolvere la situazione, il gruppo si è appellato al chapter 11, una norma della legge fallimentare statunitense che consente una riorganizzazione dei debiti. L’accordo dovrebbe essere raggiunto, secondo un comunicato, “riflettendo un esteso supporto per una riorganizzazione che ridurrà il debito di più di 10 miliardi. IheartMedia, la compagnia radiofonica numero 1 in America, continuerà a operare normalmente come piattaforma di media, intrattenimento e informazione.

6. Conoscere gente sul treno: Paul McCartney

Probabilmente pensate che per incontrare una rockstar su un mezzo di trasporto pubblico occorra viaggiare in business. Avete ragione, ma ci sono sempre le eccezioni: per esempio Paul McCartney, al quale evidentemente piace proprio viaggiare fra i comuni mortali: per la seconda volta in pochi mesi infatti, sir Paul è stato avvistato su un vagone di seconda classe. Umiltà o braccino corto? Nel dubbio, quando prendiamo un treno in Inghilterra, teniamo gli occhi aperti.

E se non vi bastano queste news in pillole, qua trovate quelle musicali e qua quelle scovate dalla rete.