• 1
    Share

Il quinto singolo tratto dall’esordio di Andrea Laszlo De Simone Uomo Donna è Gli uomini hanno fame, il pezzo più esplicitamente politico del disco uscito lo scorso anno, “un viaggio di undici minuti e cinquanta secondi all’interno della natura umana ritratta anche nei suoi istinti più feroci”.

Il video è un vero e proprio cortometraggio che il cantautore racconta così:

Che lo si voglia ammettere o meno negli ultimi decenni le logiche del mondo occidentale sono state assoggettate al linguaggio pubblicitario, sintetico ed illusorio, imperante in ogni campo della comunicazione pubblica e privata. Dalla musica al cinema, dalla politica al teatro, non c’è catarsi espressiva che non sia stata lusingata o addirittura fagocitata dalle logiche del mercato. La ricerca del bello sostituita dalla ricerca di ciò che può essere efficace, il concetto di libertà e di rivoluzione declinati in volgarità e prepotenza. Ho la sensazione che questa progressiva semplificazione dei linguaggi stia cambiando il nostro modo di pensare limando di anno in anno i desideri, le tendenze e le manifestazioni umane, rischiando di trasformare il pensiero semplice in pensiero semplicistico e di formare una generazione intera verso un individualismo volitivo ricco di estremismi dai fragili ideali e di ideali poveri di contenuto e ragionevolezza. Ogni individuo ha il diritto di essere semplice o fondamentalista quanto crede, ma ritengo che la società invece abbia il dovere di continuare a cercare il compromesso fra le parti, per garantire la complessità necessaria ad includere ogni diversità sotto lo stesso tetto di diritti e, per dirla in parole semplici, per garantire la democrazia e un pezzetto di libertà per tutti noi.


  • 1
    Share