Dieci video, una settimana, la nostra selezione.
Dal 12 al 18 marzo 2018

1. SSION ft. Ariel PinkAt Least The Sky Is Blue

Non è un caso se questo video è uscito il giorno del compleanno di Liza Minnelli. Alla fine della clip diretta da Cody Critcheloe AKA SSION, l’artista, dopo un’immersione nella Los Angeles più sgargiante, camp, tossica, glamorous e decadente, si esibisce, su quella che diventa una stralunata Hey hey My My di Neil Young, travestito proprio da Liza Minnelli. Se questo non fosse sufficiente, c’è anche Ariel Pink nei panni di Elizabeth Taylor.

2. BellyShiny One

Primo video per i redivivi Belly, tornati dopo 20 anni di silenzio, diretto dal batterista Chris Gorman che spiega: “Ho comprato la maschera da corvo da Archie McFee per un party di Halloween di qualche anno fa a tema “foresta incantata”, sono pigro e noioso così ho semplicemente indossato la maschera. Nelle foto tutti sembrano magici e “incantati” mentre io appaio inquietante e sbagliato. Ho sempre voluto usare questa cosa”.

3. Bonny Doon – Long Wave

Che fai a pasquetta? Il video del nuovo singolo tratto dal secondo album della band del Michigan vi farà venire la strana voglia di non mandare a quel paese chiunque ve lo chiederà, bensì di unirvi alla scampagnata, stendervi fra le margheritine, farvi la prima dormita sotto il sole mentre nell’aria si diffonde un placido folk-pop e riprendere la giornata con una videocamera vintage. Che fai a pasquetta?

La coppia, artistica e non solo, Jean Grae e Quelle Chris ci invita a crogiolarci nella nostalgia dei pomeriggi in sala giochi negli anni 80. Chris racconta che il concept del video viene da un pomeriggio passato a giocare a King of Fighters, fatto di funghi e battuto da tutti i ragazzini della sala giochi, esperienza che lo ha portato a ripensare ai giochi della sua gioventù.

5. Hior ChronikNothing Can Replace You

Se non sono bastati l’ultimo Star Wars e il buen retiro di Luke Skywalker a farci prenotare un volo di sola andata per qualche remota isola dei mari nordici, il nuovo video da Out of the Dust potrebbe convincerci definitivamente che andare via dalla pazza folla e circondarci solo di verde, blu, nuvole, laghi e colline potrebbe essere la soluzione a tutti i nostri guai.

6. L.A. SalamiJean Is Gone

Alla voce “canzoni che fanno venire voglia di sorridere anche se la vita va male, vestirsi bene, uscire e ballare per strada senza vergogna” bisognerà senz’altro aggiungere Jean Is Gone, e doveva pensarla così anche la regista Diane Sagnier, che nel video prende Lookman “L.A. Salami” Adekunle e lo fa ballare per strada sorridente, benvestito e spudorato.

7. Tinariwen Nànnuflày

Memoria e poesia in questo video animato su “un vecchio Tuareg nel deserto del Sahara che torna al campo dove è cresciuto per una festa, e ricorda le gioie e i tormenti della vita nomade insieme a un amico scomparso: ricordi dell’infanzia fra le dune, delle avventure dell’adolescenza, le lotte e i drammi della vita adulta… la loro amicizia ci racconta la storia delle persone di cuore che vivono in terre di solitudine”.

8. Coma_CosePost Concerto

Le scelte sono due coi Coma_Cose: odiarli e spegnere tutto alle parole “io ti temporalo”, oppure restare affascinati dall’arroganza del loro hip hop cantautorale e di versi come “ho la sindrome da Peter pan di stelle”. Se scegli la seconda strada, rimarrai “fino a quando non accendono le luci” a guardare questo video così perfettamente vintage, scazzato e citazionista che… ricomincia a leggere daccapo.

9. SuperportuaCredervi Santi

Il progetto Superportua “muove da derive post-rock sulle quali fermentano parole, immagini, divagazioni ed interferenze. Parlano della non-toccabilità dell’uomo, della difficoltà di stabilire un contatto significativo e del finale, inevitabile, incontro-scontro tra individui sigillati dentro i loro corpi senza futuro e senza fortuna. Vogliono essere una sincera manifestazione di questo nostro bel tempo scuro”. E cominciano con un video scurissimo.

10. Roc MarcianoThe Sauce & Corniche feat. Action Bronson

In questi tempi in cui si ascolta tutto prima e poi, eventualmente, si compra, rendere disponibile un album sulle piattaforme di streaming quasi un mese dopo aver “costretto” i fan ad acquistare il formato fisico, è un atto di coraggio. Forse per ripagare la generosità dei fan, il primo video condiviso è doppio: due brani, The Sauce e Corniche, l’ultimo con il featuring di Action Bronson.

E se non vi sono bastati questi video, qui potete guardarne altri (Motta, Andrea Laszlo De Simone, Arcade Fire, Courtney Barnett).