Il nostro riassunto della settimana, sopra e sotto i palchi

di Letizia Bognanni

“Sono stato frainteso”, e “la stampa ce l’ha con me”: due grandi classici, quando si fanno dichiarazioni discutibili, e Morrissey è un fuoriclasse delle dichiarazioni discutibili. L’ultima, le parole in difesa di Weinstein e Kevin Spacey nel corso di un’intervista a Der Spiegel. Ma in un videomessaggio caricato sul canale youtube del nipote, il nostro Steven Patrick veste i panni della vittima che tanto gli sono congeniali per accusare il giornale tedesco e gli altri “hater” di averlo fatto passare per quello che non è e di aver volutamente boicottato il suo nuovo album. Dice anche che, novello John Lennon, i servizi segreti americani lo tengono d’occhio per aver manifestato il desiderio di uccidere Trump.

Parlando di inglesi litigiosi, i Gallagher hanno fatto pace? A giudicare dal tweet di Liam pare di sì. O è solo una tregua natalizia?

Altre coppie belle: Mark Lanegan con Peter Hook canta i Joy Division. Lanegan è salito sul palco del Roundhouse di Londra durante l’encore del concerto di Peter Hook & The Light, e va detto che in quanto a voce e presenza probabilmente riceverebbe la benedizione di Ian Curtis.

Avete mai considerato l’ipotesi di ricevere un match su Tinder da una celebrity? Probabilmente no, un personaggio famoso non avrà mica bisogno di una app per conoscere potenziali partner. E invece, attenzione perché potreste ritrovarvi a chattare con Eminem, che ha rivelato in un’intervista che da quando è divorziato scorre foto di single sullo smartphone proprio come noi comuni mortali. Chissà se lo usa anche Beyoncé.

 

Buona azione natalizia: comprare (qui) l’album live degli Animal Collective, in vendita con la formula Pay-what-you-want: tutti i ricavati andranno all’associazione Direct Relief, che porta aiuti sanitari nelle zone povere o in emergenza.

E se non vi bastano queste news in pillole, qua trovate quelle musicali e qua quelle scovate dalla rete.