“Non vogliamo e non possiamo continuare a supportare sul palco e fuori una band che dopo un lungo faccia a faccia dice che tutti, inclusi i nazisti, sono i benvenuti ai loro concerti e che una toppa delle SS è solo un’opinione”

Con questa motivazione gli Svetlanas, punk band milanese, hanno comunicato che non suoneranno più a supporto dei Barb Wire Dolls nelle rimanenti date del tour americano. Anche l’altro gruppo di supporto, i sudcoreani 57, ha abbandonato il tour. L’evento scatenante sarebbe stata la presenza alla data di Somerville in Massachusetts di un gruppo di neo nazi e la mancata reazione degli headliner. Questa la risposta dei Barb Wire Dolls:

Siamo addolorati nell’apprendere che entrambe le nostre band di supporto, Svetlanas e 57, hanno lasciato il tour a causa degli eventi della scorsa serata, che implicava discriminazione e odio da qualcuno che non sapevamo stesse assistendo allo show. Ci dispiace di non aver sostenuto gli Svetlanas quando ci hanno detto che avremmo dovuto cancellare il concerto e andarcene, ma avevamo avuto false informazioni e solo oggi abbiamo saputo la verità… ma non ci sono scuse. Abbiamo fatto il concerto. Ci dispiace. Non abbiamo mai voluto o tollerato nazi ai nostri concerti e mai lo faremo.