Greg Graffin dei Bad Religion ha scritto un libro su una nuova teoria evolutiva

Date:

greg graffin bad religion

Per la serie “frontman di band punk che fanno cose teoricamente non molto punk ma che in realtà sono molto punk”: Greg Graffin dei Bad Religion, oltre a cantare e suonare la chitarra, fa il ricercatore in zoologia e insegna alla Cornell University di New York City. E lo fa da diversi anni, a tal punto che è riuscito a scrivere e pubblicare un libro contenente una sua teoria sull’evoluzione e quella che chiama “coesistenza”: si intitola Population Wars – A New Perspective on Competition and Coexistence. È uscito a metà settembre per Thomas Dunne Books.

Il libro segue l’intera evoluzione dell’essere umano attraverso il tempo secondo una prospettiva geologica e zoologica, il tutto per dimostrare come la “coesistenza” sia un principio fondamentale della vita: gli esseri umani non possono mai davvero sconfiggere i loro nemici, e quindi non c’è alternativa alla convivenza e l’influenza reciproca. L’idea è che il concetto di competizione non abbia senso: stando a Graffin, dietro alla vita non c’è un qualche destino più grande di noi. Le nostre scelte quotidiane sono influenzate dalla biologia, dai nostri corpi. In un’intervista a VICE USA, Graffin ha parlato brevemente del libro: vi abbiamo tradotto qua sotto un paio di risposte interessanti.

Il libro ha un approccio decisamente vecchia scuola. A un sacco di gente non importa più della storia. Questo è il mio tentativo di riportare la storia a oggetto di conversazione. Se posti qualcosa di valido, nel senso di “valore”, su Twitter e non lo ritwtitti ogni due ore ti guardano come se fossi un coglione. C’è così tanto traffico sulla mia homepage di Twitter e non so come fare a restare al passo con qualsiasi cosa – penso quindi che se qualcosa è importante per gli archivi, la gente dovrebbe essere in grado di poterla trovare. Per fare una buona ricerca e venire fuori con un qualsiasi tipo di sintesi devi riflettere, e ci vuole tempo per farlo. Devi tornare indietro e cercare materiale archiviato.

La domanda è: quale narrazione storica decideremo essere quella giusta per poter garantire che il pianeta vada avanti? È quasi una questione morale. Come possiamo sviluppare un’etica ambientalista con quest’idea di competizione? Non penso sia possibile. Il che significa entrare in un altro ramo della scienza, un’opinione minoritaria, che però crescerà nel ventunesimo secolo. Le sue origini sono all’inizio del ventesimo secolo, ma è stato veramente amplificato dal lavoro di Lynn Margulis, che ha supportato alacremente la simbiosi e la coesistenza a un livello di organismi interdipendenti.

Per restare in ambito “discorsi sul mondo”, facciamo quindi un salto indietro di una trentina d’anni e ascoltiamoci qua sotto Fuck Armageddon… This Is Hell dei Bad Religion, tratta dal loro esordio How Could Hell Be Any Worse?.

Redazione Rumore
Redazione Rumorehttps://rumoremag.com
Rumore è da oltre 25 anni il mensile di riferimento per la cultura alternativa italiana. Musica (rock, alternative, metal, indie, elettronica, avanguardia, hip hop), soprattutto, ma anche libri, cinema, fumetti, tecnologia e arte. Per chi non si accontenta del “rumore” di sottofondo della quotidianità offerto dagli altri magazine.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Piu' letti

More like this
Related

RUMORE 100: i 100 dischi essenziali dei cantautori italiani

Rumore 100 è il nuovo progetto editoriale di Rumore e il secondo numero in edicola è dedicato ai 100 dischi essenziali del cantautorato italiano. Al suo interno 200 schede, 100 canzoni e altri 100 titoli indimenticabili

Brian Eno, il nuovo album. Ascolta e guarda il video del singolo There Were Bells

There Were Bells è il primo singolo estratto dal nuovo album di Brian Eno, Foreverandevernomore, in uscita a ottobre

Rumore Week: dal ritiro delle accuse contro Bob Dylan fino all’addetto alla sicurezza al concerto di Kendrick Lamar

Il nostro riassunto della settimana, sopra e sotto i palchi. Dal 25 al 31 luglio 2022

Guarda il nuovo trailer del film su David Bowie Moonage Daydream

Moonage Daydream, il nuovo documentario su David Bowie diretto...

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

 

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti.

Con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare dati precisi di geolocalizzazione e identificazione tramite la scansione del dispositivo. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori il trattamento per le finalità sopra descritte. In alternativa puoi accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire o di negare il consenso. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi