tyler the creator

Tyler, The Creator ha recentemente cancellato dei concerti in Irlanda e Regno Unito per delle “complicazioni” non specificate. Ieri, è arrivato il motivo: sembrerebbe proprio che a Tyler sia stato impedito l’accesso nel Regno Unito per 3-5 anni (!) a causa dei suoi testi. Qua sotto, due tweet del rapper a proposito:

“NON POSSO ENTRARE NEL REGNO UNITO PER 3-5 ANNI (anche se ero lì 8 settimane fa) PER TESTI DEL 2009 ECCO PERCHÉ I CONCERTI SONO STATI CANCELLATI”. E “*ascolta gli ultimi tre dischi, confuso*”. Infatti, il contenuto lirico di Tyler si è fatto molto meno adolescente incazzato e molto più maturo col passare del tempo. Ulteriori notizie sono arrivate da Christian Clancy, manager di Tyler, che ha postato un messaggio sul suo Tumblr raccontando come sono andate le cose.

A Tyler è stato impedito di entrare nel Regno Unito per un periodo che va dai 3 ai 5 anni, e questo secondo una lettera del segretario di stato per il ministero dell’interno. La lettera cita specificamente testi che ha scritto 6-7 anni fa per i suoi album Bastard e Goblin – il tipo di testi che non ha poi più scritto… Le parti migliori della lettera sono quelle che sostengono che il suo lavoro “incoraggi violenza e intolleranza per l’omosessualità” e “promuova l’odio con idee che cercano di far commettere atti terroristici ad altre persone…” Sono cresciuto ascoltando gli N.W.A., Eminem e i Rage Against the Machine, quindi per me è difficile comprendere veramente questi pensieri e le loro implicazioni.

Clancy spiega anche che Tyler è stato a Londra solo il mese scorso, e che ha visitato il Regno Unito oltre 20 volte negli ultimi 5 anni, senza nemmeno un incidente a concerti, in negozi o a meet and greet. Ha poi aggiunto, “Questa è una questione di libertà di parola, è una questione più ampia, e nuove linee stanno venendo tracciate, linee che vanno indietro nel tempo senza riconoscere la crescita. Anzi, che puniscono la crescita”.

Qua sotto il video di Fucking Young, dal suo ultimo album Cherry Bomb.