jarvis cocker records

Jarvis Cocker dei Pulp è il protagonista di 20 Golden Greats, un’esposizione che si terrà al Red Bull Space di Parigi accompagnata da una sua colonna sonora strumentale. Il soggetto della mostra sono dei vinili inventati il cui artwork è stato dipinto e ideato da Cocker.

“L’idea mi è venuta 3 anni fa, durante un periodo in cui non sapevo davvero da che parte dirigermi”, ha detto Cocker in un comunicato stampa. “Avevo appena finito un tour e la gente continuava a chiedermi che cosa avrei fatto dopo, se avrei iniziato a lavorare ad un nuovo disco. Anche se è un po’ imbarazzante, è da lì che è venuta l’idea. Rispondevo, ‘Sì, sto lavorando a dei dischi, ma non nel modo in cui vi aspettereste.”

L’esposizione conterrà anche dei filmati presi da un vecchio programma televisivo musicale inglese che mostrano un pubblico durante una performance musicale. Cocker ha spiegato così la scelta: “A differenza del disco d’oro, il modo in cui l’industria discografica conferma il successo commerciale, questi fan che entrano in contatto, condividono un’energia, un momento di comunanza che in fondo non ha la band come centro focale – è questo il significato della musica per me: un’energia da condividere, che porta assieme le persone, che incoraggia le interazioni tramite l’ascolto e il ballo”.

La mostra si terrà dal 17 giugno al 28 agosto. La colonna sonora scritta da Cocker per l’occasione (assieme al produttore francese Pilooski e all’artista inglese Serafina Steer) sarà in vendita in vinile allo shop della mostra. Qua sotto, il video di Babies dei Pulp.