RUMORE262

Il numero 262 di “Rumore” è fatto di contrasti.

In copertina ci sono I Cani, autori del disco italiano più caldo e discusso della stagione. Li abbiamo messi a confronto col fumettista di culto Zero Calcare: al tavolino di un bar hanno chiacchierato di cosa significhi emergere all’improvviso dal web, di Roma e dei suoi quartieri, del giudizio degli altri e così via.

Poi: tradizioni a confronto. Stati Uniti e Inghilterra. Da una parte due fra i dischi “post-trad” dell’anno – quelli di Kurt Vile e Ty Segall – e dall’altra il neo revivalismo dei lanciatissimi, giovanissimi Strypes, intervistati da Claudio Sorge.
Ancora: approfondimenti sul music writing (questa volta Andrea Pomini indaga sui suoni black di Londra con Lloyd Bradley) e una nuova sezione (“Presente continuo”) dedicata ai musicisti dalla carriera longeva che hanno molto da dire sull’ieri, l’oggi e il domani: partiamo con Josh Rouse, intervistato dal fan numero 1, Maurizio Blatto.
Al solito, poi: centinaia di recensioni, approfondimenti sul passato (con un’intervista ai Jethro Tull), cinema, graphic novel, libri e nuove rubriche. Come la recensione a fumetti di un disco (curata dal nuovo ingresso Francesco Farabegoli) e la narrazione “incrociata” di Transmedia Express, per leggere e capire meglio la contemporaneità.

“Rumore” di novembre è da oggi in edicola e su app.

STORIE:

I CANI vs ZEROCALCARE
PRESENTE CONTINUO: Josh rouse
MODERNI TRADIZIONALISTI USA: Ty Segall e Kurt Vile
NUOVI REVIVALISTI UK: The Strypes, Jon Mills
GRANDI FIRME: Lloyd Bradley
JETHRO TULL

RUBRICHE:

L’EDITORIALE
NEWS
RADICI
FOTOROMANZO
MY TUNES
VITE CHE NON SONO LA MIA
FUTURA
IN ITALIA
GLOBO
DISCO DEL MESE
RECENSIONI
SINGOLARE
FLASHBACK
RETROPOLIS
DAL VIVO
VISIONI
TRANSMEDIA EXPRESS
DVD
LETTURE
ILLUSTRATO
FUMETTI
ICONA
HI-TECH
BANDA LARGA