Il pioniere dell’elettronica tedesca Klaus Schulze è morto a 74 anni

Il musicista e compositore tedesco Klaus Schulze, considerato un pioniere dell’elettronica, è morto all’età di 74 anni per cause sconosciute. “Siamo scioccati e rattristati”, ha scritto il direttore della sua etichetta, la SPV Records, Frank Uhle, “dalla notizia della scomparsa improvvisa di Klaus Schulze. Abbiamo perso, e ci mancherà, un buon amico – uno dei più importanti e influenti compositori di musica elettronica – un uomo di principio e un artista eccezionale. In questo momento i nostri pensieri sono con la moglie i figli e la famiglia. La sua natura sempre allegra, il suo spirito innovativo e il suo impressionante lavoro rimarranno indelebilmente radicati nei nostri ricordi”.

Nel corso della sua cinquantennale carriera, Schulze è stato membro di Tangerine Dream e Ash Ra Tempel e ha collaborato con Steve Winwood, Michael Shrieve, Ernst Fuchs, Rainer Bloss, Lisa Gerrard e Hans Zimmer, pubblicando oltre 60 album. Aveva da poco annunciato l’uscita di un nuovo lavoro, Deus Arrakis, per giugno.