• 7
    Shares

(Credit:  Francesca Sara Cauli)

Ormai nessuno credeva o sperava più che la musica live sarebbe tornata entro l’autunno, a parte le vaghe e improbabili ipotesi di concerti/drive in, ma mancava ancora l’ufficialità, e il mondo dei concerti era in stand-by in attesa di direttive chiare. Ora, alla luce dei decreti governativi, è arrivato il comunicato: niente concerti fino al 2021. Annullate quindi le edizioni 2020 di festival come Beaches Brew (che in questi giorni ha lanciato una raccolta fondi), Ypsigrock, Rock In Roma, TOdays, oltre ai concerti di tutti gli artisti che erano attesi per l’estate, fra i quali Pearl Jam, Nick Cave, Paul McCartney. Sulle modalità di rimborso dei biglietti per quest’ultimo, intanto, è montata una polemica con tanto di raccolta firme: le date infatti non sono state rimandate al 2021 ma cancellate, e gli organizzatori hanno offerto un rimborso – modalità prevista dal decreto – in forma di voucher da utilizzare per altri concerti.


  • 7
    Shares