• 59
    Shares

L’anima più classica dei Radiohead, il chitarrista Jonny Greenwood, compositore e autore di colonne sonore, si mette in proprio e fonda la sua label, la Octatonic. “Ho deciso”, spiega, “di iniziare a registrare i musicistiche incontro nel mondo della classica contemporanea. Da quando ho fatto la mia prima colonna sonora, ho fatto amicizia con molti di questi notevoli musicisti, e ho familiarizzato con la musica che suonano. C’è tutto un mondo là fuori. Registro solo solisti o piccoli gruppi, e visto che è la mia festa, includo fra le uscite alcune delle mie piccole idee che non sono mai state registrate, come 88 (per piano solo) e Miniatures from Water per piano, violino, drone d’archi e tanpura. La mia intenzione è catturarli mentre suonano pezzi che amano, sia contemporanei che antichi, e pubblicare i dischi su vinile e in streaming, con più regolarità possibile. Le prime due pubblicazioni potrebbero includere musiche di Bach, Messiaen e Michael Gordon, e pensiamo di registrare alcuni brani di Steve Reich nella prossima sessione. Le sessioni che abbiamo già fatto con alcuni di questi amici sono state gloriose – ogni scusa per sentirli suonare – ma cosa più importante, voglio produrre una grande, intima registrazione, che catturi la musica in un modo che renda giustizia al loro talento, e ai compositori che scelgono. Sono sbalordito dai musicisti britannici con una formazione classica: un ventenne che porta la custodia di un violoncello farà sempre più impressione di qualcuno con una chitarra. è più difficile da fare. Ci vuole più impegno, e i suoni che fanno sono così illimitati -nonostante tutti gli strumenti che suonano siano tradizionali. Spero che queste registrazioni incoraggino più persone a andare ai concerti di musica classica, e a interessarsi a questi artisti. E, anche se una registrazione può soltanto avvicinarsi alla realtà, lavorerò duramente per produrre registrazioni che vi incoraggino a vedere questa musica come qualcosa di vitale e appassionato”.


  • 59
    Shares